Cancro, completo venire segreti in fuoco nitida

29 08 2011

Per l'ultimo decennio cancro ricerca è stata guidata da una visione comune come una singola cella, outcompeting suoi vicini, si evolve in un tumore maligno.

Attraverso una serie di mutazioni casuali, geni che favoriscono la divisione cellulare sono spinti in overdrive, mentre i geni che normalmente invia segnali di crescita-trattenenti vengono disattivate.

Con l'acceleratore con pavimenti e tagliare le linee dei freni, la cellula e la sua progenie sono liberi di moltiplicarsi rapidamente. Ulteriori mutazioni si accumulano, permettendo che le cellule tumorali di eludere altre misure di salvaguardia e di invadere i tessuti vicini e metastasi.

Questi principi di base — disposte 11 anni fa in un libro di riferimento, “I tratti distintivi del cancro,"da Douglas Hanahan e Robert A. Weinberg, e rivisitato in un articolo di follow-up di quest'anno — ancora servire come il paradigma regna, una sorta di teoria del Big Bang per il campo.

Ma recenti scoperte hanno stato complicando l'immagine con grovigli di nuovo dettaglio. Cancro sembra essere ancora più ostinato e calcolo quanto precedentemente immaginato.

La maggior parte dei DNA, per esempio, è stato a lungo considerato spazzatura — un netherworld di detriti che non avevano alcun ruolo importante nel cancro o qualsiasi altra cosa. Solo circa 2 per cento del genoma umano porta il codice per fare gli enzimi e altre proteine, i pignoni e ponteggi di macchinari che una cellula tumorale si rivolge ai propri dispositivi.

In questi giorni il DNA "spazzatura" si riferisce a più rispettosamente come "" DNA non codificante, e i ricercatori stanno trovando indizi che "pseudogeni" in agguato all'interno di questa regione scura possono svolgere un ruolo nel cancro.

"Noi abbiamo stato ossessivamente concentrando la nostra attenzione su 2 per cento del genoma,"ha detto Dr. Pier Paolo Pandolfi, un professore di medicina e patologia presso la Harvard Medical School. Questa primavera, alla riunione annuale dell'associazione americana per ricerca sul cancro in Orlando, FLA., ha descritto una nuova «dimensione biologica» in cui i segnali provenienti da entrambe le regioni del genoma partecipano il delicato equilibrio tra il normale comportamento cellulare e malignità.

Come sembrano di là del genoma, i ricercatori del cancro stanno risvegliando anche al fatto che alcuni 90 percentuale della proteina-codifica le cellule nel nostro corpo sono i microbi. Ci siamo evoluti con loro in un rapporto simbiotico, che solleva la questione del solo che chi occupa.

"Ci sono massicciamente in inferiorità numerica,"ha detto Jeremy K. Nicholson, Presidente di chimica biologica e capo del dipartimento di chirurgia e cancro dell'Imperial College di Londra. Complessivamente, Egli ha detto, 99 per cento dei geni funzionali nel corpo sono microbica.

In Orlando, lui e altri ricercatori hanno descritto come geni in questo microbioma — lo scambio di messaggi con i geni all'interno di cellule umane — può essere coinvolto con tumori del colon, stomaco, esofago e altri organi.

Questi spostamenti di prospettiva, che si verificano nel corso di biologia cellulare, può sembrare come vertiginosa come ciò che è accaduto in cosmologia, con la scoperta che materia oscura e energia oscura costituiscono la maggior parte dell'universo: Sfondo diventa improvvisamente in primo piano e problemi una volta pensiero si stabilirono sono in the air. Nella cosmologia teoria del Big Bang è emerso dalla confusione in una forma più forte ma più contorta. Lo stesso può accadere con la scienza del cancro.

Giocatori esotici

Secondo il dogma centrale della biologia molecolare, informazioni codificate nel DNA del genoma sono copiati da RNA messaggero e quindi trasportati a strutture subcellulari chiamate ribosomi, dove le istruzioni sono utilizzate per assemblare le proteine. In agguato dietro le quinte, frammenti chiamati microRNA una volta sembravano poco più di molecolare rumore. Ma essi che appaiono con sempre maggiore risalto nelle teorie sul cancro.

Legandosi ad un gene messenger RNA, microRNA può prevenire le istruzioni di raggiungere la loro destinazione — essenzialmente silenziamento del gene — e può anche modulare il segnale in altri modi. Uno presentazione dopo l'altro al Orlando incontro esplorato come microRNA è coinvolti nella messa a punto che distingue una cellula sana da una maligna.

A cricchetto la complessità di una tacca superiore, Dr. Pandolfi, il ricercatore della Harvard Medical School, disposto un'elaborata teoria che coinvolgono microRNA e pseudogeni. Per ogni pseudogene c'è un regolare, gene codifica della proteina. (Entrambi sono ritenuti essere derivati da un gene ancestrale comune, il pseudogene deviato da parte in passato evolutivo quando divenne disfunzionale.) Mentre normali geni espressi loro volontà inviando segnali di RNA messaggero, i pseudogeni danneggiate o sono mute o parlano in gibberish.

O almeno così si credeva generalmente. Poco è sprecata da evolution, e Dr. Pandolfi ipotizza che segnali di RNA da entrambi i geni e pseudogeni interagiscono attraverso un linguaggio di microRNA. (Questi segnali sono chiamati ceRNAs, pronunciato "sernas,"significato"competizione RNAs endogeno.")

Suo laboratorio a Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston sta studiando come questo arcano canale posteriore viene utilizzato da geni PTEN e KRAS, comunemente implicati nel cancro, a conferire con loro pseudotwins. L'ipotesi è disposto più in dettaglio questo mese in un saggio nella rivista Cell.

Alimentato dall'espresso gratis offerto da aziende farmaceutiche loro mercanzie di hawking, gli scienziati nel corso della riunione di Orlando si trasferì da sessione a sessione e sfogliati corridoi di manifesti, alla ricerca di ciò che potrebbe sono stati recentemente scoperti su altri giocatori esotici: lincRNA, (per grandi intervenendo non codificante), siRNA (interferire piccolo), snoRNA (Small nucleolar) e piRNA (Piwi-interacting (abbreviazione di "P-elemento indotto wimpy testicolo" (un termine peculiare che rischia di tirare questa frase in un regresso di spiegazioni tra parentesi nidificate))).

Nel loro libro "tratti distintivi" originale — il più citato nella storia della cella — Dr. Hanahan e Dr. Weinberg raccolto una miniera d'oro di ricerca emergente e ha sintetizzato in sei caratteristiche. Tutti loro, hanno proposto, sono condivisi da molti e forse tutti i tumori umani. Hanno continuato a prevedere che in 20 anni i circuiti di una cellula di cancro sarebbero mappato e capito completamente come i transistor in un chip di computer, facendo biologia del cancro più come chimica o fisica — scienze governata da precise, regole prevedibili.

Ora ci sembrano essere transistor all'interno del transistor. "Continuo a pensare che lo schema di cablaggio, o almeno suoi contorni, possono essere disposte all'interno di un decennio,"Dr. Weinberg ha detto in una e-mail. "MicroRNA può essere più come minitransistors o amplificatori, ma tuttavia uno raffigura li, essi ancora deve essere saldati in circuito in un modo o in altro."

Nel loro libro di follow-up, “Tratti distintivi del cancro: La prossima generazione,"egli e Dr. Hanahan citati due "marchi emergenti" che futuro ricerca possono mostrare di essere cruciale per la malignità — la capacità di una cellula aberrante di riprogrammare il metabolismo per alimentare la crescita di wildfire e a sottrarsi alla distruzione dal sistema immunitario.

Inconsapevoli alleati

Anche se tutte le linee e le scatole per lo schema della cellula di cancro possono essere abbozzati, enormi complicazioni rimarrà. La ricerca è sempre più concentrata sul fatto che un tumore non è una massa omogenea di cellule tumorali. Esso contiene anche le cellule sane che sono state arruolate nella causa.

Cellule chiamate fibroblasti collaborano secernendo proteine che il tumore ha bisogno per costruire il suo appoggio ponteggio ed espandere nei tessuti circostanti. Cellule del sistema immunitario, manovrato a comportarsi come se essi erano guarigione di una ferita, emettono fattori di crescita che il tumore di incoraggiare e stimolare l'angiogenesi, la generazione di nuovi vasi sanguigni. Cellule endoteliali, che formano il rivestimento del sistema circolatorio, sono inoltre arruolato nella costruzione del rifornimento di sangue del tumore.

Tutti questi processi sono così strettamente intrecciati che è difficile dire dove uno si lascia e l'altro inizia. Con macchinari interni così tanto, maligno tumori ora sono confrontati per renegade organi che spuntano all'interno del corpo.

Come le varie cellule sono colluso, può anche essere trading informazioni con celle in un altro regno — i micro-organismi in bocca, pelle, sistema respiratorio, tratto urogenitale, stomaco e apparato digerente. Ogni microbo ha relativo proprio insieme dei geni, che possono interagire con quelli del corpo umano attraverso lo scambio di segnali molecolari.

"La segnalazione di che questi microbi si è drammaticamente complessa,"Dr. Nicholson ha detto in un'intervista all'Imperial College. "Essi inviano segnali metabolici a vicenda — e stanno inviando sostanze chimiche fuori costantemente che stimolano i nostri processi biologici.

"È sorprendente, davvero. Non ci sono, seduti intorno e fare cose, e la maggior parte di esso non sappiamo davvero o capire."

Persone in diverse localizzazioni geografiche può porto diversi ecosistemi microbici. L'anno scorso gli scienziati hanno segnalato la prova che il microbioma giapponese ha acquisito un gene per un enzima alga-digestione da un batterio marino. Il gene, non trovato nella pancia del nord americani, può essere di aiuto nella digestione dei wrapper sushi. L'idea che persone in diverse regioni del mondo hanno evoluta con diversi ecosistemi microbici possa essere un fattore — insieme a dieta, stile di vita e di altri agenti ambientali — nello spiegare perché sono spesso soggette a diversi tumori.

La composizione del microbioma cambia non solo geograficamente ma anche nel tempo. Con una migliore igiene, cambiamenti nella dieta e l'uso crescente di antibiotici, livelli del microbo Helicobacter pylori nell'intestino umano sono diminuite nei paesi in via di sviluppo, e così ha cancro dello stomaco. Allo stesso tempo, Tuttavia, cancro esofageo è in aumento, conducendo alla speculazione che h. pylori fornisce una sorta di effetto protettivo.

Nel corso della riunione di Orlando, Dr. Zhiheng Pei della New York University ha suggerito che la situazione è più complessa. Sono stati identificati due diversi tipi di ecosistemi microbici nell'esofago umanDr Dr. Laboratorio di Pei ha trovato che le persone con un esofago infiammato o con una condizione precancerosa chiamata esofago di Barrett sono più propensi a Porto quello che lui chiamava il microbioma di tipo II.

"Al momento, non è chiaro se il microbioma tipo II provoca malattie esofagee o reflusso gastro-esofageo cambia il microbioma dal tipo I a II,"Dr. Pei ha scritto in una e-mail. "Ad ogni modo, l'esposizione cronica dell'esofago a un'anormale microbioma potrebbe essere un passo essenziale in danno esofageo e, in definitiva, cancro."

Nemici invisibili

Durante una sessione a Orlando sul futuro della ricerca sul cancro, Dr. Harold Varmus, il direttore del National Cancer Institute, descritto l'iniziativa domande provocatorie, un nuovo sforzo per cercare di misteri e paradossi che possono essere vulnerabili alla soluzione.

"Nella nostra fretta di fare le cose che sono veramente ovvie per fare, ci stiamo dimenticando di prestare attenzione a molti fenomeni inspiegabili,"ha detto.

Perché, per esempio, il virus di Epstein - Barr causa tumori diversi in diverse popolazioni? Perché i pazienti con alcune malattie neurologiche come Morbo di Parkinson, Corea di Huntington, Morbo di Alzheimer e X Fragile sembrano essere ad un rischio inferiore per la maggior parte dei tumori? Perché sono più inclini di altri a sviluppare tumori alcuni tessuti? Perché alcune mutazioni evocano effetti cancerogeni in un tipo di cella, ma non in altri?

Con così tanti fenomeni in cerca di una spiegazione biologica, "I tratti distintivi del cancro: La prossima generazione"in teoria può essere seguita da un secondo sequel — con colpi di scena inaspettati come quelle di vecchi spettacoli di"Star Trek". Il nemico dentro di noi è ogni bit come formidabile come invasori immaginati da oltre. Imparare a superare in astuzia sta portando la scienza profonda nell'universo della cellula vivente.

CONVALIDATO DALLA SRA. CHIAMATE ALBA.

Nytimes.com [en línea] New York (STATI NYTimes.comRICA): nytimes.com, 29 di agosto 2011[Ref. 15 de agosto de 2011] Disponibile su Internet:

http://www.nytimes.com/2011/08/16/health/16cancer.html?pagewanted=1&ref=research



Rivelare il meccanismo del cervello di protezione durante il colpo

25 08 2011

Neurólogos de la Universidad de Bristol han identificado el mecanismo de protección natural de algunas de las células nerviosas del cerebro durante el inicio de un ictus. Risultati, pubblicato nella rivista ‘Journal of Neuroscience‘, podrían ser utilizados con el fin de desarrollar tratamientos para proteger a otros tipos de células nerviosas responsables del habla y el movimiento.

El accidente cerebrovascular  -la tercera causa de muerte en el Reino Unido- provoca la interrupción del suministro de sangre al cerebro, privando a las células nerviosas de oxígeno y nutrientes. Esto conduce a la muerte de las células nerviosas y a la consecuente pérdida de funciones cognitivas del cerebro tales como el habla y el movimiento. Tuttavia, no todas las células nerviosas son igualmente susceptibles al daño inducido por el derrame cerebral.

Ricerca, dirigida por el doctor Jack Mellor de la Universidad de Bristol, examinó dos tipos de células nerviosas en una parte del cerebro llamada hipocampola región vinculada a la memoria y la orientación. Uno de estos tipos de células, las células CA1, es altamente susceptible a los daños tras un accidente cerebrovascular, mientras que el otro, las células CA3, es mucho más resistente a pesar de que existen muchas similitudes entre los dos tipos.

En palabras del doctor Mellor, “si podemos entender por qué algunas células nerviosas son resistentes a los daños causados por un accidente cerebrovascular, podremos ser capaces de desarrollar estrategias para proteger a las células sensibles”.

Los investigadores observaron que las células CA3 poseen un mecanismo para reducir su vulnerabilidad durante, e inmediatamente después de un ictus, según un modelo de laboratorio. Según este mecanismo, las células CA3 se vuelven menos sensibles al neurotransmisor glutamato (que se libera en grandes cantidades durante un ictus), mediante la eliminación de las proteínas del receptor de glutamato de la superficie celular.

La eliminación de los receptores de glutamato es activada por los receptores de adenosina A3, que se activan ante niveles muy altos del neurotransmisor adenosinasólo durante un ictus. Curiosamente, las células CA1 que son susceptibles al daño por accidente cerebrovascular no tienen receptores de adenosina A3 y no responden al modelo de eliminación de los receptores de glutamato durante el accidente cerebrovascular. Los resultados revelan que las células CA3 poseen un mecanismo de protección neuronal.

El doctor Mellor agregó quehistóricamente, el ictus ha sido muy difícil de tratar debido a su carácter imprevisible y la necesidad de administrar medicamentos a los pocos minutos de su inicio. Nuestra investigación no resuelve estos problemas, pero pone de manifiesto la protección natural que ofrecen algunas células nerviosas, conoscenze utili per sviluppare trattamenti e proteggere altri tipi di cellule”.

CONVALIDATO DALLA SRA. CHIAMATE ALBA.

Europapress.es [en línea] Madrid (Spagna): europapress.es, 25 di agosto 2011[Ref. 17 de agosto de 2011] Disponibile su Internet:

http://www.europapress.es/salud/noticia-revelan-mecanismo-proteccion-cerebral-ictus-20110817110210.html



Anthony Atala sulla crescita di nuovi organi

22 08 2011

Anthony Atala è il direttore del Wake Forest Institute for Regenerative Medicine, dove il suo lavoro si concentra sucrescita e rigenerazione di organi e tessuti. Suo team progettato il primo organo coltivate in laboratorio per essere impiantato in un essere umano — una vescica — e sta sviluppando una tecnologia di fabbricazione sperimentale che può “stampa” tessuto umano su richiesta.

In 2007, Atala e un team di ricercatori dell'Università di Harvard ha mostrato che le cellule staminali possono essere raccolte dal liquido amniotico delle donne incinte. Questa e altre innovazioni nello sviluppo di bio-materiali intelligenti e tecnologie di fabbricazione del tessuto promette di rivoluzionare la pratica della medicina.

Laboratorio di stato-of-the-art di Anthony Atala cresce organi umani — dai muscoli ai vasi sanguigni di vesciche, e altro ancora. A TEDMED, Egli mostra filmati di suoi bio-ingegneri, lavorando con alcuni dei suoi aggeggi Sci-Fi, tra cui un bioreattore-forno (Preriscaldare a 98.6 F) e una macchina che “stampe” tessuto umano.

CONVALIDATO DALLA SRA. CHIAMATE ALBA.

Ted.com [en línea]New York (STATI UNTed.comMERICA): ted.com, 22 di agosto 2011[Ref. Gennaio di 2010] Disponibile su Internet:

http://www.ted.com/talks/anthony_atala_growing_organs_engineering_tissue.html



Nuovo indizio al Parkinson

18 08 2011
Forma di proteina chiave sorprende i ricercatori

Un nuovo studio trova che una chiave di proteina al morbo di Parkinson probabilmente è stata cambiata. La proteina, Alfa-synuclein, sembra avere una struttura radicalmente diversa in cellule sane quanto si pensasse, sfidando i paradigmi di malattia esistenti e suggerendo un nuovo approccio terapeutico.

Immagine anteprima YouTube

"I nostri dati mostrano che alfa-sinucleina essenzialmente è stato erroneamente caratterizzato come una nativo spiegata della proteina che mancava la struttura,"ha detto Dennis Selkoe, il Vincent e Stella Coates professore di malattie neurologiche a Brigham e femminile Hospital e Harvard Medical School e autore senior della carta, pubblicato il agosto online 14 nella Gazzetta Natura. "Pensiamo che questa scoperta ha importanza fondamentale per la comprensione sia come alfa-sinucleina normalmente funziona e come si diventa alterato nella malattia di Parkinson".

Quando si tratta di proteine, funzione segue la forma. Una proteina è costituito da una catena di blocchi di costruzione chimiche (gli amminoacidi), tipicamente piegato in una squisita struttura tridimensionale. Ogni torsione e girare nella catena contribuisce alla proprietà uniche e il comportamento della proteina, quindi è fondamentale per gli scienziati descrivere con precisione la disposizione delle pieghe. Ma a volte, essi sbagliano il modello intero.

Il nuovo studio suggerisce che è appena accaduto con alfa-sinucleina, la proteina che forma grumi chiamati corpi di Lewy nel cervello dei pazienti con morbo di Parkinson e alcuni disturbi correlati. Gli scienziati hanno assunto lungo che quello alfa-sinucleina si verifica in cellule sane come un singolo, catena a spirale in modo casuale che assomiglia ad un serpente contorcersi. Il team di Selkoe ha dimostrato, Tuttavia, che la struttura è molto più ordinato e sofisticato.

"Questo aprirà alcune nuove porte terapeutiche,"ha detto l'autore primo Tim Bartels, un ricercatore postdoctoral nel laboratorio di Selkoe. "Everybody thought che la proteina è stata spiegata, così le aziende farmaceutiche sono concentrati sulla prevenzione della alfa-sinucleina dispiegata dall'aggregazione."

Egli raccomanda una nuova strategia, mantenendo stabile la forma piegata della proteina.

Come ha fatto la vera struttura dell'alfa-sinucleina in cellule sane eludere i ricercatori per così tanto tempo? Gli scienziati sapevano che alfa-sinucleina era abbondante nel cervello, prima hanno fatto il collegamento tra la proteina e la malattia di Parkinson in 1997. Esperimenti a metà degli anni novanta ha indicato che la proteina era stabile quando esposti a condizioni che in genere interrompono la struttura della maggior parte delle altre proteine.

Considerare che cosa succede quando un uovo è bollito: il liquide proteine del bianco d'uovo sono precipitate dal calore e coagularsi in una densa massa bianca. Ma la alfa-sinucleina sembrava comportarsi come un uovo che rimane completamente viscoso nonostante molti minuti sul fornello. Esso non precipitano e coagularsi quando bollito. Questa apparente robustezza reso facile da lavorare nel laboratorio di alfa-sinucleina. Gli scienziati potrebbero far bollire la proteina, anche lo bagnare con detergenti ed altre sostanze chimiche piuttosto duri, lasciando apparentemente la sua struttura intatta.

Bartels e Selkoe si chiedeva se labs potrebbe essere affacciato importanti aspetti della biologia naturale della proteina gestendo così approssimativamente, così hanno progettato esperimenti per sondare il comportamento di alfa-sinucleina mediante metodi più delicati. Essi inoltre bucked una tendenza lavorando con proteine raccolte dalle cellule umane, piuttosto che da batteri ingegnerizzati. L'obiettivo era quello di ottenere nuova visione comportamento clustering di alfa-sinucleina.

I dati iniziali li colse di sorpresa. Singolo, isolato catene di alfa-sinucleina — la forma "monomerica" della proteina — erano assenti da loro campioni cellulari.

«Ho fatto il mio dottorato su alfa-sinucleina, e — come il resto del mondo, ho supposto che si verifica in modo nativo come un monomerico, spiegata della proteina, così sono rimasto scioccato,"ha detto Bartels.

Utilizzando speciali gel e altri metodi che sono meno dirompenti a forma di una proteina, il team ha condotto ulteriori esperimenti per esplorare la struttura dell'alfa-sinucleina nel sangue sano e le cellule cerebrali. La proteina nativa era esattamente quattro volte il peso stimato di una catena singola alfa-sinucleina, suggerendo che le cellule del pacchetto quattro catene alfa-sinucleina insieme come un'unità "tetramerica". Applicazione di tecniche e attrezzature sofisticate, il team convalidato il peso molecolare del pacchetto, confermato che consiste esclusivamente di catene alfa-sinucleina e ha dimostrato che questi quattro catene hanno ordinati torsioni.

I ricercatori hanno osservato tetramerica alfa-sinucleina la forma dominante della proteina nelle cellule umane sane, e notevolmente resistente all'aggregazione. I tetrameri mantenuto la loro struttura originale per 10 giorni, l'intera lunghezza dell'esperimento, mentre il team ha monitorato i campioni per il clustering di comportamento. In netto contrasto, monomeri alfa-sinucleina cominciarono a cluster di forma dopo un paio di giorni e finì per grandi aggregati chiamati fibre amiloidi. I corpi di Lewy che si accumulano nel cervello dei pazienti con morbo di Parkinson è principalmente costituiti da tali fibre amiloidi.

"Ipotizziamo che la proteina ripiegata deve smontare nei monomeri prima possono formare grandi aggregati patologici,"ha detto Selkoe, che è anche co-direttore del centro per le malattie neurologiche a Brigham e ospedale femminile. "Se possiamo mantenere alfa-sinucleina tetramerica e solubile, potremmo essere in grado di impedire la progressione della degenerazione neuronale della malattia di Parkinson — o forse da anche in via di sviluppo. "

La scoperta potrebbe anche rivelarsi utile nella ricerca di nuovi strumenti diagnostici. Forse i rapporti della proteina tetramerica alla proteina monomerica in cellule del sangue, siero o liquido spinale corrisponderà a diverse inclinazioni o fasi della malattia.

Infine, la scoperta dei tetrameri piegati dovrebbe aiutare a laboratori per scoprire la funzione dell'alfa-sinucleina in cellule sane, che è ancora molto dibattuto. Questa conoscenza funzionale dovrebbe, a sua volta, contribuiscono alla comprensione dei ricercatori della malattia di Parkinson e altre malattie caratterizzate dalla formazione di corpi di Lewy ricchi di aggregati dell'alfa-synuclein.

Questa ricerca è stata finanziata dall'Istituto nazionale dei disordini neurologici e colpo.

CONVALIDATO DALLA SRA. CHIAMATE ALBA.

Focushms.com [en línea]Cambridge (STATI UNITI D'AMERICA): focushms.com, 18 di agosto 2011[Ref. 14 de agosto de 2011] Disponibile su Internet:

http://www.focushms.com/features/new-clue-to-parkinsons/



Pelle elettronica per misurare i segni vitali

15 08 2011

Al confine tra elettronica e biologia inizia a diventare sfocata, Secondo un team di ingegneri e scienziati che ha sviluppato una pelle artificiale elettronica con enormi potenziali applicazioni nel settore medicale. Caricato con diversi tipi di sensori, la patch di pelle artificiale, Paste naturali come un tatuaggio temporaneo, Egli ha già provato con successo per misurare l'attività elettrica del cuore, il cervello e i muscoli. Sua applicazione per sostituire gli elettrodi a disagio e portare fili che vengono utilizzati per la diagnosi e il monitoraggio cardiaco, Mi sembra ovvio, ma le porte che apre questa nuova pelle artificiale elettronica sono enormi: i ricercatori suggeriscono, per esempio si possono costruire sensori per misurare l'attività cerebrale in condizioni normali, senza computer vasi ora, così può davvero studiare come funziona il cervello quando la persona fa vita normale. Pelle sensibile a protesi di arti amputati o trasmettitori che potrebbero anche essere, bloccato in gola, facilitare la comunicazione di persone con lesioni limitando la sua capacità di parlare. John A.. Rogers, Dae-Hyeong Kim e il resto degli autori di questo feed, spiegare come ha fatto e i risultati dei suoi primi saggi sulla rivista Scienza.

“Il nostro obiettivo era quello di sviluppare una tecnologia elettronica che si integrano strettamente con la pelle in un modo che era meccanico e fisiologicamente invisibile per l'utente”, Rogers ha detto in una dichiarazione della National Science Foundation Esso ha finanziato la ricerca, lungo con la U.S. air force e il Dipartimento di energia. La soluzione integra due mondi opposti: la rigidità e la resistenza tipica di oggetti elettronici ed elasticità e leggerezza del biologico.

Questa pelle elettronica è comoda, facile da usare ed efficace, Grazie alle sue proprietà meccaniche che si adattano bene al cuoio naturale, così è comodo per la persona che prende la sua bloccato, in confronto con il solito ingombrante gel elettrodi rivestiti. È lo spessore di un capello umano e principalmente è fatto di un polimero con flessibilità simile a manicotti in silicone di piccoli dispositivi elettronici. La struttura degli strati consente di integrare componenti elettronici, bobine, semiconduttori e isolanti, antenne wireless e anche solare minipaneles. I filamenti hanno una configurazione bobina così che si estendono e rughe (come la pelle naturale) senza danni. Questa patch di pelle aderisce al corpo senza alcun collante, semplicemente dall'attrazione naturale delle molecole della stessa sostanza, e sembrano tatuaggi temporanei (È anche possibile nascondere sotto una). E possono essere in qualsiasi parte del corpo senza causare irritazione della pelle.

Non è la prima pelle artificiale che si sviluppa, Ricordate Zhenqiang Ma, esperto della Università di Wisconsin-Madison. Materiali di questo tipo, soprattutto per i robot che sono diventati, con sensibilità nelle mani, essere in grado di afferrare gli oggetti con la forza le caratteristiche del legno di faggio, vale a dire, la famosa sfida alle macchine per raccogliere un uovo. Queste soluzioni possono essere applicate anche per la sensibilità alla protesi di mani e piedi. Ma la pelle di Rogers (Università dell'Illinois a Urbana-Champaign) e i suoi colleghi “È una svolta concettuale nell'elettronica che una persona può e quasi senza accorgersene”, dicono i ricercatori.

Essi hanno testato la sua pelle elettronica in volontari e hanno trovato che funziona 24 ore o più al braccio, nel collo, nella parte anteriore, sulle guance e mento. Nei loro esperimenti che hanno registrato l'attività elettrica generata nei muscoli delle gambe e poi controllato che i segnali catturati dalla nuova pelle coincidevano con la presa contemporaneamente utilizzando attrezzature convenzionali di elettrodi. Una patch di pelle elettronica nella gola di una persona in uno dei processi e il sensore potrebbe distinguere movimenti muscolari quando parlava, che apre la possibilità di utilizzare questa tecnologia per aiutare, per esempio, pazienti con lesioni della laringe.

I ricercatori spiegano i piani che hanno per sviluppare la tecnologia, ha appena preso i suoi primi passi. Sarà messa a fuoco, al momento, per migliorare le prestazioni delle comunicazioni wireless e power. Sul lato clinico, essi potranno esplorare nuove applicazioni come cura dei bambini neonati. Ma essi sono già cercando ulteriormente e pensare, per esempio, Può incorporare Microfluidics pelle elettronica per bruciare i trattamenti e per promuovere la guarigione delle ferite.

ARTICOLO CONVALIDATO LA SRA. CHIAMATE ALBA

Elpais.com [en línea] Madrid (Spagna): elpais.com, 15 di agosto 2011[Ref. 11 de agosto de 2011] Disponibile su Internet:

http://www.elpais.com/articulo/sociedad/Piel/electronica/medir/constantes/vitales/elpepusocsal/20110811elpepusoc_8/Tes



Progettazione virtuali pazienti per la diagnosi delle malattie

11 08 2011

Una enorme red de programas de ordenador creados por científicos de la Universidad de Manchester podría revolucionar la salud en todo el mundo, salvare vite e miliardi di euro di risparmio, Secondo un comunicato dell'istituzione accademica britannica. Il lavoro degli scienziati britannici è parte di un progetto di ricerca europeo denominato E il futuro della medicina (ITFoM), con una durata iniziale di 10 anni, cui obiettivo è quello di creare “Pazienti virtuali” -modelli di computer di individui - che potrebbero portare ad un futuro in cui ogni persona ha il proprio sistema sanitario individualizzato e su misura, A seconda della vostra genetica e la fisiologia.

Con questo sistema, medici in grado di acquisire una profonda conoscenza delle esigenze di salute di ogni paziente e di tutta la vostra storia medica in un istante, che consentirebbe loro di rapidamente e correttamente diagnosticare malattie, risparmio pazienti effetti collaterali potenzialmente letali delle prescrizioni cattive e l'erogazione di grandi quantità di denaro sui farmaci.

Insieme a scienziati dalla Universidad de Manchester Lavora un consorzio costituito da più di 25 le istituzioni accademiche e partner industriali con esperienza nel settore delle TIC, Scienze della vita, medicina e sanità pubblica. Come il progetto ha progredito, vi sono stati aggiunti nuovi partner, che lo rende uno dei più grandi sforzi collaborativi dal programma spaziale Apollo.

Modelli e scenari

Il progetto creerà modelli matematici utilizzando grandi quantità di dati che riguardano la conoscenza che ha fino ad oggi di come funzionano gli esseri umani. Ma non solo. Esso fornirà anche scenari, come per esempio, che cosa potrebbe accadere un paziente prendendo un farmaco particolare se si esce per eseguire tre volte alla settimana.

Attraverso il sequenziamento del genoma e informazioni cliniche, il modello generale sarà in grado di adattarsi alle particolari esigenze di salute di ogni individuo, compresi argomenti come le allergie, malformazioni congenite o loro attuali trattamenti.

Il primo obiettivo di ITFoM è di autorizzare ogni medico utilizzare il genoma individuale di una persona per essere informato su tutte le fasi dello sviluppo della malattia, attraverso la diagnosi, il trattamento e il follow-up.

Ma per rendere questo una realtà, un gran numero di innovazioni legate al mondo ICT che stanno già lavorando dovrebbe materializzarsi, come nuove tecniche per la valutazione dei dati del paziente e acquisizione veloce, archiviare ed elaborare dati dinamici in tempo reale nei modelli matematici che corrispondono ai pazienti reali o per sviluppare nuovi sistemi di apprendimento, previsione e informazioni, tra gli altri. Tutto questo sarebbe stato necessario fornire operatori sanitari e pazienti sulla conoscenza senza precedenti nel campo della salute e di trattamento.

Il ruolo dell'informatica nella sanità

"Medicina personalizzata realizzazione richiede fondamentali progressi nella scienza dei computer", dice Hans Westerhoff, il direttore della parte assegnata di lavoro per la Universidad de Manchester. Infatti, il programma ITFoM nasce dalla convinzione che, Sebbene le informazioni e l'informatica gioca un ruolo importante in molte aree scientifiche, commerciali, ancora non preso in considerazione il potenziale per rivoluzionare la medicina.

Il professor Hans Westerhoff crede che modelli di computer cambierà radicalmente il modo in cui viene fornita assistenza sanitaria. “Il sistema promette di essere unico e innovativo, perché la gente poteva accedere il proprio modello di salute. ITFoM fornirà modelli generali della persona umana nel suo complesso, che sarà utilizzato sia per effettuare una prevenzione personalizzata e alcuni orientamenti terapeutici, per identificare gli effetti collaterali dei farmaci. "I modelli saranno lì per aiutare a diagnosticare un problema particolare e soluzioni", dice.

"Questo è il primo sistema di tempo sulla base di informazioni tecnologie cerca di attenzione individuale sono combinati con le esigenze della genomica e della medicina", Hans Westerhoff concluso nell'istruzione che l'Università ha reso pubblica.

ARTICOLO CONVALIDATO LA SRA. CHIAMATE ALBA

Cronicaviva.com.pe[en línea] Lima (Perù): cronicaviva.com.pe, 11 di agosto 2011[Ref. 9 de agosto de 2011] Disponibile su Internet:

http://www.cronicaviva.com.pe/index.php/ciencia-y-tecnologia/15-ciencia-y-tecnologia/25507-disenan-pacientes-virtuales-para-diagnostico-de-enfermedades-



Per la prima volta nel mondo, la clinica si applica tecniche di minima cicatrice nel rene per il trapianto da donatore vivo

9 08 2011

 

Trapianto renale da donatore vivente, Oltre ad essere l'opzione migliore per i giovani affetti da una determinate patologie, Ha come risultato una migliore sopravvivenza dell'organo e risolve, in parte, la carenza di organi subiti dal nostro paese, poiché la metà del 90 Nonostante l'alto tasso di donazione dal defunto. Secondo il Organizzazione nazionale di trapianto, in 2010 sono state fatte in Spagna 240 Trapianti di rene, che significa un 11% del totale. Quest'anno si prevede che questo numero crescerà a un 300, con cui sarebbe quasi pochi 13-15% il numero totale dei trapianti. Fronte a questi dati e la necessità di continuare la ricerca di nuove tecnologie chirurgiche nell'evoluzione e miglioramento del trapianto, l'esperienza del team nella chirurgia mini-invasiva della Hospital Clínic de Barcellona Esso ha incrementato una nuova strada di miglioramento nella vita programmi di donazione.

Il lavoro presentato oggi l'ospedale catalano dalla mano della Repubblica Dominicana. Antonio Alcaraz, Capo del dipartimento di Urologia del centro e il suo team, confermare la fattibilità di tecniche chirurgiche con cicatrice minima (di 10 e 5 mm) applicata per la rimozione di trapianto di rene. Creatori e pionieri nell'applicazione delle note di tecnica (Naturale orifizio transluminale endoscopia chirurgia), un approccio che mira a sviluppare la chirurgia attraverso gli orifizi naturali del corpo, il team di Dr. Alcaraz utilizza la tecnica di estrazione transvaginale modificato (attraverso la vagina) e transumbilical (attraverso l'ombelico) trapianto renale. Il giornale di urologia europeo ha pubblicato la prima serie di mondo di donatori di reni operati da transvaginale nefrectomia tecnica sviluppata nel nostro centro.

Le attrezzature mediche di Hospital Clínic che ha reso possibile questo traguardo e che sono apparsi questa mattina in una conferenza stampa, Che cosa sono il Dr. Antonio Alcaraz, Capo di urologia della clinica; la Dra. M ª José Ribal, Capo dell'unità di uro-oncologia; Dr. Joan Beltran, Capo del dipartimento di anestesia della clinica Istituto di Ginecologia e ostetricia, l'Istituto di clinica di Nefrologia e urologia; la Dra.il Draa Musquera, Capo dell'unità chirurgiche del trapianto renale;e l'infermiera Martha Thomas. La riunione è stata la presenza e la testimonianza di due persone di donatore, uomo e donna, Info su 60 anni ogni.

Le serie pubblicate dalla European Urology è di 30 donne (sono stati intercettati dalle note tecniche); nel caso di uomini, il team Clinic ha parlato per un totale di quattro, operati dal cosiddetto meno tecnica (Laparo-endoscopica Single - Site Surgery), o single-port transumbilical. L'applicazione della tecnica nelle donne (transvaginale nefrectomia) prevede due percorsi di entrata (addome e vagina), e due cicatrici minime (addome), di 5 e 10 mm. Nel caso di uomini (nefrectomia porta singola), l'itinerario di ingresso è limitato all'ombelico (scar embrionale con a malapena vascolarizzazione). "Tecniche di chirurgia mini-invasiva per la rimozione dei reni per donatore vivo ha tutti i vantaggi che l'applicazione è": miglioramento della qualità della vita del donatore, cicatrice minima, "meno dolore e meno degenza", dice Dr. Alcaraz.

"La tecnica chirurgica è completamente riproducibile e può essere considerata una buona procedura alternativa che potrebbe aumentare il tasso di donatori viventi nella popolazione femminile", punto Dr. Alcaraz. Secondo il Dr. Rafael Matesanz, Direttore dell'organizzazione nazionale di trapianto (ONT), "è molto importante per continuare a rafforzare questa tecnica", 100% Spagnolo, perché è l'occasione migliore per i bambini, diabetici o giovani pazienti con insufficienza renale, "hanno bisogno appena possibile un rene caratteristiche giovani".

Per parte sua, il Dra. Roser Deulofeu, Direttore dell'organizzazione catalana di Trasplantaments (OCATT), punti che "Hospital Clinic e relativo materiale medico-chirurgico trapianto team", Restituisce in Catalogna l'opportunità di rimanere un modello per il resto del mondo, dando un salto maestro e pioniera nella tecnica chirurgica che causerà danni fisici all'estrazione renale del donatore vivente di rene è minimal, "e un post-operatorio facilmente superabile".

Fermo impegno di chirurgia mini-invasiva

Dal tradizionale chirurgia a cielo aperto ha dato passo assistita chirurgia per via laparoscopica - che richiedono tre, quattro e fino a cinque incisioni a intervenire-, chirurghi dalla cavità addominale e pelvica con esperti in robotica, indagare nuovi modi di entrare nel corpo di esplorare strutture, diagnosticare malattie e rimosso gli organi. L'Hospital Clínic di Barcellona scommesse per una chirurgia minimamente invasiva, massimo che vediamo oggi con la presentazione di questo lavoro, Si è guadagnata il suo consolidamento applicata per trapianto in diretta.

In 2008 il team di Dr. Alcaraz era transumbilical nefrectomia, il primo del suo genere effettuati in Spagna, fatto per una donna di 85 anni di cancro diagnosticato. Tre giorni di funzionamento, il paziente è andato a casa senza sintomi.

È che la stessa squadra che un anno prima (2007) Ha fatto la prima nefrectomia transvaginale a causa di cancro del rene in Europa, una tecnica anche minimamente invasiva che ha permesso la rimozione di un cancro del rene con solo due piccole incisioni nell'addome di 1 cm. ogni, e uno che non è visibile all'interno della vagina. Da allora, Dr. Alcaraz e il suo team hanno eseguito molte estrazioni di rene dalla vagina, un percorso che è stato presentato oggi come un'alternativa 100% sicuro ed efficace per i trapianti di donatore vivente.

Fino a due o tre anni fa, Specialisti di urologia Clínic Hospital giocati da nefrectomia assistita per via laparoscopica come una tecnica per il trattamento chirurgico di queste patologie; una tecnica rivoluzionaria e radicata che ha raggiunto grandi risultati negli ultimi otto anni e che ha permesso di migliorare la cura del paziente su dolore postoperatorio e rimanere in ospedale. Tuttavia, Nonostante i vantaggi suddetti laparoscopia continuano a richiedere, come nella chirurgia tradizionale, un'incisione addominale per rimuovere il rene, lasciando una cicatrice visibile da 6 cm, circa.

A differenza della laparoscopia, con la nefrectomia transvaginale e transumbilical sfruttare il buco vaginale e l'ombelico, rispettivamente, da dove vengono estratti i reni.  Questa tecnica è riuscito a evitare le cicatrici esterne e migliorare la cura del paziente, con una diminuzione del dolore postoperatorio e un ospedale soggiorno da solo 48 ore. Questo traguardo è stato reso possibile da un intenso programma di ricerca in chirurgia sperimentale che si sviluppa il servizio di Urologia dell'Hospital Clínic e culminare con la pubblicazione.

Con lo sviluppo di questo tipo di chirurgia, il Clínic de Barcelona si consolida come centro di riferimento per l'esplorazione di nuovi spettri di azione per realizzare ulteriori progressi nell'affrontare la chirurgia guidata immagine. In questo senso, il programma di note viene presentato come una vera e propria rivoluzione, cui unico scopo è quello di beneficiare della riduzione del tempo di recupero del paziente, con il minor numero possibile dolore e l'assenza di effetti esterni.

Catalogna, all'avanguardia della vita dei donatori trapianti

OCATT questa nuova tecnica chirurgica è quello di unire i successi di questo Catalogna, pioniere nel modello organizzativo del trapianto da 1984 e in tutto il tessuto cornea trapianto (1926) e del midollo osseo (1970) e corpi solidi: Rene e pancreas, 1965 e 1983 rispettivamente nella clinica; fegato e cuore in 1984 l'ospedale di Bellvitge e h. San Pau rispettivamente, e il cancro del polmone con successo in 1990 in ospedale universitario Vall d'Hebron.

Catalogna, già molto avanzata la Decade di 2000, ha praticamente la 100% donatore vivente Statewide trapianti, e aveva autori come squadre Hospital Clínic e della Fondazione Puigvert. Il piano strategico approvato dal CatSalut OCATT a partire da 2004 al giorno d'oggi, Esso è stato fatto per ottenere aumentando la donazione e ridurre le liste di attesa, e definire le priorità così il donatore vivente trapianto e donazione di cuore fermato. Questa strategia con un esaustivo controllo dell'efficacia del processo di, Esso ha facilitato nei trapianti di rene aumento Catalogna e hanno il maggior numero di stato, e il più alto tasso in tutto il mondo, nonostante la diminuzione del numero di corpo del donatore.

Attualmente, il 54% il trapianto da donatore vivente allo stato sono realizzati in Catalogna, Trapianto Cross ha protagonisti di donatore e ricevente in Catalogna e, Mentre il 28% è donatore vivente trapianti di rene che sono fatto in Catalogna, sono solo il 7% lo stato spagnolo.

Blog.hospitalclinic.org [en línea] Barcellona (Spagna): Blog.hospitalclinic.org, 8 di agosto 2011[Ref. 4 de agosto de 2011] Disponibile su Internet:

http://blog.hospitalclinic.org/es/2011/08/per-primera-vegada-al-mon-el-clinic-aplica-tecniques-de-minima-cicatriu-en-els-donants-de-ronyo-per-a-trasplantament-de-viu/?utm_source=hospitalclinic&utm_medium=web&utm_campaign=twitter_es

ARTICOLO CONVALIDATO LA SRA. CHIAMATE ALBA.



Scopri i biomarcatori utili per predire il rischio di metastasi cerebrali in pazienti con cancro al seno

4 08 2011

Uno studio coordinato dalla ricercatrice del gruppo di chiave biologica di invasivo e metastatico dell'Istituto di ricerca biomedica del fenotipo Bellvitge (IDIBELL), Sierra angeli, Essa mostra che la sovraespressione di talune proteine nel tumore primario predice il rischio di sviluppare metastasi in pazienti con cancro al seno. La ricerca fa parte del programma di progetti di sviluppo dell'Università di Barcellona-Santander gestito dall'Area di valutazione e autorizzazione della Fondazione Bosch I Gimpera. I risultati sono pubblicati nel numero di agosto della rivista The American Journal of Pathology.

Finora non noto predittori di metastasi cerebrali, complicazione che interessano a un 30% dei pazienti con cancro al seno che sviluppano metastasi. Questi biomarcatori permettono la previsione del rischio in pazienti con tumori ErbB2-positivo (l'amplificazione del oncogene ErbB2) come tumori tripli negativi (recettore estrogeno, negativo, progesterone e recettore ErbB2). Il suo utilizzo sarebbe particolarmente utile per la catalogazione di tali pazienti, due sottogruppi che hanno maggiori probabilità di sviluppare metastasi al cervello, e in cui il coinvolgimento del sistema nervoso centrale delimita drasticamente la sopravvivenza dei pazienti.

Biomarcatori di metastasi

L'uso di marcatori di metastasi cerebrali contribuirà ad un trattamento personalizzato e monitoraggio dei pazienti. Da un lato, so la presenza del biomarcatore aiutare piano volto a prime scansioni diagnostiche; e, D'altro canto, l'iperespressione di queste proteine possa indicare l'uso di terapie, per prevenire o trattare le metastasi cerebrali, diversi da quelli che si applicano in questo momento, alcuni di loro in fase di sviluppo clinico.

Il lavoro è stato il risultato dell'applicazione di biologia dei sistemi per la sistematizzazione delle informazioni trascrittomica e proteomica, per generare le reti di interazione della proteina-proteina che definiscono la caratteristica del fenotipo di cellule cancro al seno con la capacità di metastasise nel cervello.

Lo studio condotto dal ricercatore del laboratorio di patogenesi delle metastasi della chiave biologica del gruppo di fenotipo invasivo e metastatico IDIBELL angeli Sierra è stata possibile grazie alla stretta collaborazione di clinici e di ricerca biomedica in tre paesi. Insieme con i ricercatori di IDIBELL, hanno partecipato a studi clinici dell'unità funzionale del seno e di unità di biostatistica e Bioinformatica dell'Institut Català di oncologia del ospedale Duran I Reynals; Servizio di neurochirurgia, Dipartimento di anatomia patologica e Istituto di Neuropatologia dell'ospedale universitario di Bellvitge; Bioinformatica strutturale presso il gruppo della Universitat Pompeu Fabra; Rete della Banca dei tumori di Catalunya e ospedale clinico/IDIBAPS anatomia patologica dipartimento. Essi hanno anche partecipato scienziati francesi dell'Istituto Curie del centro René Huguenin de St Cloud, e dell'Istituto Curie di Parigi, e il dipartimento di patologia dell'Academic Medical Center di Amsterdam.

Il lavoro è stato finanziato dall'Unione europea, il Ministero della scienza e dell'educazione, l'Instituto de Salud Carlos III e la Xarxa Bancs tumori di Catalunya.

La convalida di questi risultati in un gran numero di campioni clinici (nei dintorni di 300) si esegue con il finanziamento del programma di progetti di recupero di Università di Barcellona-Santander, gestito dalla Fundació Bosch I Gimpera (Centro per il trasferimento di conoscenze, Tecnologia e innovazione presso l'Università di Barcellona), Cuyos resultados se esperan obtener un principios de septiembre.

Il riferimento all'articolo

R.* Sanz-Pamplona, R. Aragües, K. Driouch, Martín B.*, B. oliva, Gil M., Boluda s, Fernández p, Martínez A.*, Moreno V., Acebes J.*, R. Lidereau, Gianluca F., Van de Vijver M. E Sierra A.*. Espressione del reticolo endoplasmatico StressProteins È un marcatore candidato del cervello metastasi in entrambi ErbB-2 _ e tumori al seno primario di ErbB-2 _. L'American Journal of Pathology, A.. 179, No. 2, Agosto 2011

ARTICOLO CONVALIDATO LA SRA. CHIAMATE ALBA.



Dott. ssa MARTINEZ: Personalizzazione dei servizi di salute di nuvole

1 08 2011

Dr. José Ángel Martínez Usero

Direttore di progetti e relazioni internazionali, Technosite -Fundación una volta

 

Il trend tecnologico basato sul Cloud Computing (Il cloud computing) Apre nuove possibilità per lo sviluppo e la gestione di telemedicina/salute online personalizzato e adattato a tutti gli utenti, indipendentemente dal suo contesto, bisogno, preferenza o capacità.

Negli ultimi anni sono state sviluppate innovazioni tecnologiche nel campo della telemedicina, Tuttavia continua a persistere la barriera tecnologica. I servizi sono progettati per un "paziente modello" che non esiste e che è difficile da modello, Poiché ogni utente dei servizi sanitari è diverso. Pertanto, il problema grande telemedicina eccezionale (Oltre la sicurezza) Esso consiste di una prestazione di servizi adattati alle esigenze, le preferenze e le capacità dell'utente finale.

La personalizzazione o l'adattamento di interfacce per ogni individuo è stato esplorato molto e ci sono diversi metodi (applicazioni Web, dispositivi mobili, Smart Card), per aiutarvi a selezionare la migliore interfaccia per un determinato utente. Soprattutto, l'emergere di servizi cloud-based (servizi basati su cloud) È possibile rappresentare un grande passo avanti e realizzare servizi di personalizzazione individuale di singoli, grandi spese per la gestione e i fornitori di tecnologia di risparmio.

Una tendenza di mercato di breve termine

Nonostante l'immaturità del mercato, la consulenza studio IDC prevede che in 2012 un 18% Aziende spagnole utilizzerà il software come un servizio (SaaS), una delle parti che compongono l'attuale offerta di cloud computing. Per quella data, il business del Cloud Computing in Spagna potrebbe muoversi il 1.870 milioni di euro. Anche se i fornitori di energia (Amazon, Google, Microsoft, IBM, VMWare e Salesforce, tra gli altri) Essi monopolizzare gran parte del mercato globale e locale, in Spagna si sta creando un'industria locale nei dintorni di cloud computing. Si distingue tra i vantaggi di questo modo di consumare la tecnologia cloud, la riduzione dei costi perché le aziende non è necessario acquistare hardware, Licensing, sistemi operativi, ecc. Organizzazioni semplicemente collegano tramite un browser e usarlo. Lo stesso avrebbe dovuto fare gli utenti dei servizi sanitari. Pertanto, hanno già cominciato a intravedere la possibilità di offrire servizi e prodotti per la salute su misura, che può essere distribuita ad un gran numero di clienti contemporaneamente, sicuro ed efficiente.

Un vasto pubblico che offrono servizi

Parlando in generale, gli utenti finali potenziali prodotti e servizi di cloud computing-based online salute può essere l'intera popolazione. Tuttavia, Dovrebbe essere notato che coloro che beneficiano maggiormente da servizi personalizzati e accessibili sono persone con disabilità e anziani. Pertanto, È importante notare che sono già non attaccare un mercato di nicchia (utenti con un tipo di disabilità) Se non grandi masse della popolazione.

In dati numerici, quegli utenti che traggono i maggiori vantaggi dei nuovi servizi sarebbe:

  • In Spagna, quasi 4.1 milioni di persone con disabilità e 7.5 milioni di persone anziane 65 anni. Pertanto, Pochi 10 milioni di persone e circa il 40% della popolazione, direttamente o indirettamente.
  • In Europa, quasi 44.6 milioni di persone con disabilità in 2008 e per il popolo di 65 anni,previsto un aumento del 84.6 millones en 2008 un 151.5milioni di euro inn 2060.

Pertanto, una molto completa e con molta domanda di mercato dei singoli servizi.

Una strategia europea

Offrendo servizi sanitari innovativi, può essere adattato e personalizzato alle esigenze e preferenze di tutti gli utenti è direttamente collegata con la strategia europea per il Cloud Computing nel contesto dell'Agenda digitale per l'Europa. Il Agenda digitale[1] Essa incoraggia inoltre diverse azioni nel campo della sanità online (eHealth) con l'obiettivo di creare un sostenibile e cura basati sulle TIC per la vita indipendente. Una delle azioni chiave è quello di fornire ai cittadini europei un accesso online protetto alle loro informazioni di salute per 2015 e realizzare una distribuzione capillare di servizi di telemedicina per 2020. Ovviamente, Sembra che i servizi cloud-based sarà la base per futuri servizi di telemedicina in 2020.

Un favorevole contesto nazionale

Il contesto di innovazione nella tecnologia sociale in Spagna è molto buono, dato che le condizioni per il business, la pubblica amministrazione e l'ambiente scientifico di condurre lo sviluppo della tecnologia inclusiva a livello europeo, per i seguenti motivi:

  • Ci sono leggi ambiziose sul sociale, Questo significa che un quadro favorevole per lo sviluppo di tali tecnologie (Atto di dipendenza, Diritto delle pari opportunità, accessibilità universale e non discriminazione, ecc.)
  • Società e in particolare la collettiva delle persone con disabilità e anziani è molto ben organizzata, con organizzazioni quali VETRI, CERMI, CEAPAT, ecc., o centri di riferimento in materia di accessibilità (CENTAC, INTECO).
  • Ci sono istituzioni di pertinenza con forza per condurre la ricerca, e anche piattaforme tecnologiche quali eVia.
  • Finanziamenti per r & d management include obiettivi, dedicati alla tecnologia sociale e solidale.
  • AENOR svolge un'intensa attività di normazione in ICT e accessibilità. Inoltre, Recentemente ha creato la sottocommissione 38 per la standardizzazione su servizi web, SOA e cloud computing.

Alcuni esperimenti pilota

Personalizzazione di servizi di cloud computing-based e tenendo conto delle esigenze, le preferenze e le capacità degli utenti finali è stato guidato nell'arena internazionale per l'iniziativa GPII[2] (Globale delle infrastrutture pubbliche, tra cui[J1] ), un'alleanza che è di garantire che tutti i cittadini, indipendentemente dal suo contesto o la capacità, Essi possono accedere a servizi e il potenziale della società della conoscenza.

La versione Europa GPII è chiamata Cloud4all ed è composta da una serie di progetti e iniziative su scala europea che contribuiscono allo sviluppo dell'infrastruttura globale e lo sviluppo di servizi personalizzati che servono come guida per parte motivante e dinamico del mercato e l'industria.

Quindi è possibile??

Tenendo conto delle tendenze tecnologiche, l'evoluzione del mercato, Strategie europee e il contesto nazionale, che mi sembra ovvio che in pochi anni avremo personalizzata tramite i servizi cloud di telemedicina e sanità on-line.

Ma al momento, Ho le seguenti domande (tra gli altri...):

  • Siamo pronti per questo tipo di servizio i pazienti??
  • i professionisti della salute sono pronti ad interagire in modi diversi con i pazienti??
  • ¿está la industria desarrolladora y proveedora de servicios de salud atenta a las nuevas innovaciones en los servicios basados en la nube?
  • ¿cómo será el nuevo panorama y el mercado de los servicios de salud en línea personalizados?
  • ¿estos  servicios serán más caros o más baratos que los tradicionales?