Imprenditorialità vs. “emprenyadoria”

30 04 2012

(C). Rovira Bassols

Medico.

La parola che meglio definisce iniziare a fare una cosa, soprattutto quando richiesto sforzo e lavoro, è di intraprendere. In questo momento, la figura dell'imprenditore, che si impegna, avete acquistato un “stato” prominente ed è diventato l'asse della maggior parte delle proposte per uscire dalla crisi.

Tuttavia, C'è un'altra figura, totalmente opposto al primo. Questa figura ha una serie di caratteristiche: scoraggiamento, la diffidenza, calunnia, la mancanza di talento, critica distruttiva, la cospirazione, l'assoluta mancanza di iniziativa… ed è difficile trovare un termine che definisce esattamente. Più capaci di fare così è forse una parola in catalano: “l'emprenyador“.

Questa espressione manca una definizione chiara e quindi, Non sono stato in grado di tradurre, ma riunisce diversi verbi e può essere impostato utilizzando un set di sinonimi: prendere in giro, megattera, Briga, Badger, incordiar, irritare, enojar, arrabbiato, zaherir, pneumatico, fatica, Dizzy, sopraffare, molestare, chinchar, caparbietà, carinfastidireiare, mortificar, molestare e anche invidia.

Nel video di questo articolo, un giornalista discute, umoristico, il tema alla perfezione. Ha inventato un “Formula”, senza base scientifica, la composizione di eventuali micro-clima e dall'estensione, società stessa, in questi termini. A 10% è costituito da imprenditori, un altro 10% costituiscono il “emprenyadors” e il 80% rimanenti, persone “Vi aspettiamo”. Il 10% imprenditori trascinarono molti del 80%, ma il 10% di “emprenyadoemprenyadorsnche.

Un mio amico, Txema, per vedere il video, Ha aggiunto una riflessione che mi piace di trascrivere: Può fare una divisione manichea tra “emprendedores” -coloro che sono coinvolti e fare le cose- e “emprenyadors” -quelli che non fanno nulla più di criticare gli imprenditori -. Tutti noi possiamo essereimprenditorindedores” e possiamo tutti abbiamo anche una volta o l'altra delle sciocchezze “emprenyador”. Il nemico non è fuori, ma dentro, Ecco perché la lotta che dobbiamo effettuare, Innanzitutto, contro questo spoiler tutti noi e che ci porta all'immobilità e criticare ciò che altri fanno.

Alla fine, Vi lascio con il video, vale la pena.

Youtube.com [en línea] San Bruno (STATI YouTube.comRICA): youtube.com, 30 da aprile 2012[Ref. 2012] Disponibile su Internet: http://www.YouTube.com/watch?v =-TyTYf4JTNg



Innovador método para combatir el Alzheimer y los problemas de memoria.

26 04 2012

Y es que como siempre compartimos desde Innobk, las ideas innovadoras y revolucionarias no tienen porque ir asociados a grandes procesos de gestión e inversiones en I+D+i. Nuestro país puede ser un referente en innovación con ejemplos como este. Simplemente tenemos que cambiar la mentalidad y mover conciencias. Tarea difícil. Pero ejemplos como éste nos motivan aún más.
Algo tan simple como una cámara, es el instrumento que, per la prima volta in Spagna, stanno usando alcuni neuropsychlogists per aiutare le persone che non tengono le informazioni nel tuo cervello. Un metodo che viene utilizzato anche per combattere i sintomi della malattia di Alzheimer.

Mentre non vi è alcuna cura, le indagini che vengono effettuate in questo senso sono fiduciosa. Per coloro che hanno tempo, È davvero la pena di vedere questo documentario di Eduard Punset.

"Con le moderne tecniche diagnostiche", "oggi è possibile rilevare che Alzheimer s prima che il paziente entra nella fase di demenza".

Innobk.com [en línea] Barakaldo (ESP): innobk.com, 26 de abril de 2012 [Ref. 18 Aprile di 2012] Disponibile su Internet: http://innobk.com/innobk-news/alzheimer/



Bevacizumab nel trattamento di neovascolarizzazione coroideale secondaria a miopia patologica.

23 04 2012

Dres. Bogomil Lazarevič Vojkov, Faik Gelisken, Werner Inhoffen, Michael Voelker, Karl Ulrich Bartz-Schmidt & Focke Ziemssen

Graefes Arco Exp Ophthalmol Clin (2010) 248:543-550

Miopia patologica è una delle principali cause di disabilità visiva in giovani adulti, In tutto il mondo. La complicanza più importante è la neovascolarizzazione coroideale (NVC) Poiché visual acuità di loro pazienti può ridurre fino a 20/200 o meno dopo i dieci anni di follow-up.

Provato diversi metodi per trattare, come laser fotocoagulazione, estrazione della membrana e traslocazione fovea. Lo studio della terapia fotodinamica Verteporfin, Egli ha dimostrato che tale trattamento potrebbe impedire la perdita di visione nei pazienti con CNV secondaria a miopia, Anche se tali risultati perderà la significatività statistica all'età di due anni.

I rapporti recenti indicano che la somministrazione di intravitreo di agenti anti-VEGF: Bevacizumab, Ranibizumab e pegaptanib, possono inibire la neovascolarizzazione e trattarla nella miopia patologica.

Il presente studio ha studiato gli effetti della monoterapia con intravitreo bevacizumab in pazienti con CNV secondaria a miopia patologica.

Pazienti e metodi:

Ha studiato una serie di casi consecutivi, tutti i pazienti del centro oftalmico Tuebingen, con due anni di follow-up dopo il trattamento con 1,25 mg intravitreo bevacizumab da solo o in combinazione con la terapia fotodinamica. Hanno studiato 21 occhi di 19 pazienti a posteriori per determinare miglior acuità visiva corretta e lo spessore della fovea centrale.

Follow-up di un paziente nel gruppo combinato richiesto 21 iniezioni di bevacizumab in totale, che dimostra la difficoltà del trattamento di pazienti con neovascularisation coroidale secondaria a miopia.

Immagini di a. (Foto a colori) e (b) (angiografia con fluorescina. AF) Essi mostrano una neovascularisation della coroide attiva prima di iniziare la terapia di combinazione della terapia fotodinamica e bevacizumab. Acuità visiva meglio corretta in questo momento è stato 0,3 LogMAR. Dopo questo trattamento il paziente ha ricevuto cinque iniezioni sopra perché attività permanenti in seguito 13 mesi.

Fotografie (c) e (d) mostrano la ricorrenza della neovascolarizzazione coroidale. L'iniezione 7 È stata effettuata senza fusione con terapia fotodinamica, avevano bisogno di 4 iniezioni di seguito 8 mesi.

Immagini e e f mostrano ancora recidiva della membrana. In questo momento l'acuità visiva era caduto 0,8 LogMAR. Esso è stato deciso di effettuare una nuova terapia di combinazione e recuperato l'acuità visiva per 0,5 LogMAR e non non c'era nessuna attività della membrana durante i prossimi sei mesi.

La g e h le fotografie mostrano una terza recidiva trattata con bevacizumab e terapia fotodinamica (oltre il periodo di follow-up). In seguito 15 mesi solo un'iniezione era necessaria e il paziente ancora essere ispezionati regolarmente.

C'è un trattamento generalmente accettato come soddisfacente per il trattamento di pazienti con CNV secondaria a miopia patologica.

Nel presente studio, dieci gli occhi sono stati trattati con bevacizumab combinato con terapia fotodinamica. Questo metodo ha mostrato effetti positivi dopo 12 e 24 mesi.

È interessante notare che un sottogruppo di cinque occhi che sono stati trattati per la prima volta ha mostrato una perdita di meglio corretta acuità visiva per la 12 mesi e peggiorata ancora di più per il 24 mesi. D'altro canto, gli altri cinque occhi che erano stati precedentemente trattati con terapia fotodinamica ha mostrato un miglioramento dell'acuità visiva meglio corretta di un anno e migliorato ancor più all'età di due anni.

Questo è divertente, Poiché esso si aspetta che un precedente trattamento e una patologia più lunga dovrebbe essere un risultato peggiore. D'altro canto, la percezione precoce dei sintomi possa aver consentito più veloce trattamento delle recidive.  Questi risultati meritano di essere studiati in un saggio con il maggior numero di casi.

Recentemente, diversi studi hanno mostrato risultati promettenti nel trattamento a breve termine con bevacizumab. Uno di loro ha mostrato marcate differenze nella acuità visiva meglio corretta dopo un anno di follow-up tra i pazienti trattati per la prima volta e per coloro che in precedenza avevano ricevuto la terapia fotodinamica.

Un altro studio ha mostrato che i pazienti trattati con una singola sessione di terapia fotodinamica ha avuto un risultato migliore dell'acuità visiva per coloro che hanno ricevuto diverse sessioni di trattamento. Una spiegazione per questa differenza potrebbe essere atrofia coriorretiniana che si sviluppa attorno la membrana di NVC, La terapia fotodinamica può causare effetti indesiderati sulla coriocapilares, la retina e l'epitelio pigmentato retinico.

Nel presente studio ha mostrato una chiara tendenza verso il miglioramento dell'acuità visiva meglio corretta nel gruppo dei pazienti trattati con bevacizumab per la prima volta. Nel gruppo della terapia di combinazione, d'altra parte la migliore acuità visiva corretta continua uguale dopo due anni. Entrambi i gruppi non possono essere confrontati, Dal momento che tutti gli occhi del gruppo in monoterapia sono stati trattati per la prima volta.

Eppure essa non può essere determinata che è la frequenza ideale di iniezioni intravitreo con bevacizumab per il trattamento di pazienti con CNV miope. Gli studi con il maggior numero di casi occorre stabilire quale sia il miglior piano di trattamento della CNV miope.

No osservato effetti avversi in questo studio, altri studi hanno anche dimostrato che il bevacizumab intravitreo è un trattamento sicuro senza effetti sulla retina citotossico.

Conclusioni:

Nonostante le limitazioni nella progettazione di questo studio, C'era una terapia combinata è superiore per il trattamento delle CNV miope, almeno in termini di prestazioni funzionali e la frequenza delle iniezioni. I risultati indicano che bevacizumab può essere utile nel trattamento di pazienti con CNV secondaria a miopia patologica.

♦ Sintesi e traduzione: Dr. Martin Mocorrea, redattore responsabile Intramed specializzata in Oftalmologia.

Pubblicato: http://www.intramed.net/

Bibliografia:
1. Yoshida T, Ohno-Matsui K, K Yasuzumi, Kojima A, Shimada N, Futagami s et al (2003) Neovascolarizzazione coroidale miope: un follow-up di 10 anni. Oftalmologia 110(7):1297–1305
2. Ohno-Matsui K, Yoshida T (2004) Neovascolarizzazione coroidale miope:
trattamento e corso naturale. Curr Opin Ophthalmol 15 (3):197–202
3. Blinder KJ, Blumenkranz MS, Bressler NM, Bressler SB, Donato G, Lewis h et al (2003) Verteporfin terapia di subfoveal neovascolarizzazione coroidale nella miopia patologica: 2-i risultati di un trial–VIP clinico randomizzato anno relazione no. 3. Oftalmologia 110(4):667–673
4. Potter MJ, Szabo SM, Ho t (2006) Combinato di terapia fotodinamica e triamcinolone intravitreal per il trattamento della eovascularization della coroide miope in una ragazza di 13 anni. Graefes Arco Exp Ophthalmol Clin 244(5):639–641
5. Marticorena J, Gomez-Ulla F, Fernandez M, Pazos B, Rodriguez-Cid MJ, Sanchez-Salorio M (2006) Combinato di terapia fotodinamica e intravitreal triamcinolone acetonide per il trattamento della neovascularisation della coroide miope subfoveal. Am J Ophthalmol 142(2):335–337
6. Chan WM, Lai TY, Wong AL, Liu DT, Lam DS (2007) Combinato di terapia fotodinamica e l'iniezione del triamcinolone per il trattamento della neovascolarizzazione coroideale secondaria a miopia patologica: studio pilota. BR j Ophthalmol 91(2):131-133

Miopiamagna.blogspot.com.es [en línea] (ESP): miopiamagna.blogspot.com.es, 23 de abril de 2012 [Ref. 21 Aprile di 2012] Disponibile su Internet: http://miopiamagna.blogspot.com.es/2012/04/10-ENE-11-miopia-bevacizumab-para.html



I raggi x gettare nuova luce sulla funzione del polmone

19 04 2012

Una nuova tecnica per valutare la funzione polmonare, utilizzando i raggi x è stata sviluppata da ricercatori australiani.

Questo può attivare il rilevamento precedente di malattie polmonari come cancro, enfisema e asma, e portare a trattamenti più efficaci per queste condizioni.

Ingegnere biologico Stephen Dubsky e colleghi Monash University a Melbourne riferire le loro scoperte oggi nella Journal of Royal Society interfaccia.

The new method uses an x-ray source to make movies of the breathing lung (Source: Stephen Dubsky, Stuart Hooper, Karen Siu and Andreas Fouras)

Il nuovo metodo utilizza una sorgente di raggi x per fare film del polmone respirare (Fonte: Stephen Dubsky, Stuart Hooper, Karen Siu e Andreas Fouras)

Attualmente, medici in genere valutano la salute del polmone con misuratori di flusso che misura il volume di aria espirata. Tuttavia, misuratori di flusso può ’ t identificare se solo una piccola parte dell'apparato respiratorio è interessata dalla malattia, come nelle prime fasi del cancro.

Il nuovo metodo, creato da Dubsky e il suo team, si chiama imaging 4D e utilizza una sorgente di raggi x per fare film del polmone respirare, permettendo agli scienziati di studiare la funzione polmonare in dettaglio senza precedenti.

“Siamo la prima squadra per misurare il flusso d'aria all'interno del polmone,” dice Andreas Fouras, Ingegnere biomedico e autore senior della carta.

Nel loro studio, i ricercatori hanno usato 4 D imaging per valutare il movimento del polmone in cuccioli di conigli e topi. Ci sono più di 100 vie aeree all'interno del corpo e questa tecnica è stata in grado di misurare il flusso in tutta la struttura ad albero delle vie aeree. E ' stato anche efficacia per misurare altre variabili quali l'elasticità e l'espansione del tessuto polmonare.

Nuova visione malattie polmonari

Dubsky spiega che con questa informazione extra, malattie come il cancro del polmone possono essere rilevate molto tempo prima; dando medici una migliore opportunità di curare i pazienti e potenzialmente salvare vite umane.

Egli aggiunge che è anche utile per il monitoraggio dei progressi di trattamenti medici e conducendo la ricerca nelle malattie respiratorie come l'asma.

“Possiamo usare questa nuova tecnologia per meglio capire l'asma e di adattare il trattamento al paziente,” dice Dubsky.

Ma è sicuro per l'uso su esseri umani imaging 4D?

Fouras dice che in un precedente studio del team di ricerca ha scoperto come abbassare le dosi di raggi x per il processo di imaging.

Il team sta ora lavorando per implementare questa tecnologia in uno scanner clinico umano. Questo si tradurrebbe in una quantità più piccola e più sicura di esposizione alle radiazioni che viene emesso dalle attuali tecnologie quali scansioni CT.

Il team di ricerca è eccitato circa la prospettiva di applicare la loro tecnica di imaging 4D a pazienti umani. Si stima che un prototipo sarà disponibile entro cinque anni.

“Questo potrebbe avere un impatto veramente prezioso sulla società,” dice Dubsky.

Abc.net.au [en línea] Sydney (AUS): ABC.net.au, 19 da aprile 2012[Ref. 04 Aprile di 2012] Disponibile su Internet:http://www.abc.net.au/Science/articles/2012/04/04/3470282.htm

Articolo correlato: http://www.flair.monash.edu.au/publications/pdfs/Dubsky_PIV11_Paper.pdf



ELSEVIER rivoluziona ricerche mediche online con ClinicalKey

16 04 2012

Questa settimana il medico ELSEVIER editore ha presentato, prima negli Stati Uniti e poi a Londra, ClinicalKey, un nuovo motore di ricerca medica online che offre più veloce, informazioni complete e provate su dati clinici a medici specialisti.

Come ottenere una diagnosi medica in meno di sei minuti?? Questa è la grande sfida di molti medici specialisti, che nella maggioranza dei casi si dispone di poco tempo in una query per ottenere una diagnosi chiara e precisa. In sei minuti, è molto difficile che un medico può avere opinioni dei colleghi a contrasto, o anche la possibilità di consultare libri o articoli di riferimento. Se Aggiungi a questo I pazienti ruolo sempre più attivi nel prendere le decisioni circa la vostra salute, una diagnosi o trattamento può diventare un test per il medico.

A differenza di altri motori di ricerca On-line utilizzato da medici specialisti per la ricerca di informazioni su visite mediche, come il popolare motore di ricerca ‘Aggiornato‘, i risultati più pertinenti in una ricerca - motori di ricerca come Yahoo o Google - non sono ottenuti in ClinicalKey, ma i risultati più pertinenti e ‘ contestualizzata ’. Da ELSEVIER Essi sottolineano che questa caratteristica di ‘ cerca taxomizadas’ è in esclusiva per ClinicalKey.

Questo nuovo motore di ricerca On-line, Questo include non solo le pubblicazioni internazionali delle informazioni gruppo ELSEVIER, ma molti altri salute pubblicazioni di riferimento, È stato disponibile per un paio di mesi in versione beta per i medici e i bibliotecari dei diversi sistemi nazionali della sanità di diversi paesi, fra loro Spagna. In questo modo, più di 2.000 medici hanno visto come ‘ ClinicalKey riduce il tempo della diagnosi e quindi, dedicare più tempo all'attenzione al paziente ’,Essi sostengono da ELSEVIER.

Durante la presentazione del ClinicalKey nella parte superiore dell'edificio altitudine 360 a Londra, il CEO di ELSEVIER, Michael Hansen, Essa ha sottolineato che ‘ i medici vogliono accedere rapidamente alle informazioni, e ottenere risposte rapide’. In questo senso, lo sviluppatore del motore di ricerca, Jim Donohue, Egli ha sottolineato che questo nuovo motore di ricerca ti permette di ‘ fornire informazioni più velocemente e servire la gente in meno tempo’, ed è che questo esperto è chiaro per assicurare che ‘ se diamo una buona informazione, Migliorare la salute dei nostri pazienti’.

Il social network di ClinicalKey

ClinicalKey non è solo uno strumento per la ricerca medico On-line, Offre anche la possibilità di riunire migliaia di utenti in tutto il mondo che fanno uso di esso. Attraverso i vari forum di specialità clinica, medici possono confrontare informazioni.

Prnoticias.com [en línea] Madrid (ESP): prnoticias.com, 16 de abril de 2012 [Ref. 14 Aprile di 2012] Disponibile su Internet: http://www.prnoticias.com/index.php/Salud/1115/20113393



Novartis lancia l'enciclopedia di linee cellulari Cancerosas (CCLE, per il suo acronimo in inglese) classificare le linee di cellule di cancro in tutto il mondo

12 04 2012

Collaborazione con il Broad Institute ha portato in un'enciclopedia completa con informazioni genetiche e molecolari su di 1.000 linee di cellule di cancro. 

L'enciclopedia, disponibile al pubblico, Potrebbe migliorare la progettazione degli studi sul cancro e consentire progressi nella tua ricerca.

Dati dall'enciclopedia potrebbero aiutare i ricercatori a identificare i pazienti che potrebbero ottenere il massimo beneficio da un particolare farmaco.

 

Novartis e il Broad Institute hanno sviluppato un'enciclopedia di linee di cellule di cancro che classifica i profili genetici e molecolari di quasi 1.000 linee di cellule di cancro umano utilizzati nella ricerca e sviluppo di farmaci. I risultati della collaborazione, pubblicato nella rivista Natura e divulgato in anticipo su internet [1], si potrebbe consentire l'uso di queste informazioni per migliorare la progettazione delle prove contro il cancro e far avanzare i ricercatori da tutto il mondo.

“Il cancro è una malattia genetica. Linee cellulari riflettono i cambiamenti genetici che causano tumori. Esplorare linee cellulari con farmaci specifici percorsi di targeting, come è stato fatto per l'enciclopedia di linee di cellule di cancro, Esso fornisce un potente strumento per la progettazione del trattamento del cancro,” ha detto Mark Fishman, Presidente della Novartis Institutes for biomedical research (NIBR, per il suo acronimo in inglese). “Noi rendere disponibili queste informazioni per il pubblico yesperamos che molti ricercatori e altre persone del settore di utilizzare questi dati per scoprire nuovi bersagli per farmaci, al fine di valutare le terapie attuali e per facilitare il trattamento dei pazienti con cancro.”

Dati di profili linee genetiche e molecolari delle cellule sono disponibili gratuitamente per la comunità scientifica la il sito del Broad Institute .

Ricercatori hanno utilizzato le linee cellulari di far luce su come i pazienti potrebbero meglio usare i farmaci nuovi o già esistenti. “Senza l'accesso a un set di dati molecolari sistematicamente raccolti, i ricercatori non possono riguardare gli esperimenti delle linee cellulari con i tumori dei pazienti quando sono disponibili nuovi farmaci,” ha detto William venditori, Direttore globale di oncologia, NIBR. “L'enciclopedia di cancro delle cellule staminali fornirà gli scienziati la possibilità di costruire modelli predittivi con i tipi di pazienti che rispondono a un tipo particolare di farmaci.

Le linee cellulari sono state acquisite da distributori commerciali U.S..UU, Europa, Giappone e Corea rappresentano l'ampia varietà di cancro come una malattia, poiché essi comprendono diversi sottotipi delle forme comuni di cancro sia quanto poco comune. Secondo i principali autori e ricercatori del NIBR, Jordi Barretina e Giordano Caponigro, ogni linea cellulare geneticamente caratterizzato attraverso una serie di grandi prestazioni all'analisi Broad Institute, compresi i modelli globali di espressione di RNA, cambiamenti nel numero di copie del DNA, così come variazioni nella sequenza del DNA in chiusura di 1.600 geni associati al cancro, e profili farmacologici dei vari farmaci in circa la metà delle linee cellulari. Gli algoritmi sono stati sviluppati per predire le risposte ai farmaci basati sulla composizione genetica e molecolare delle cellule tumorali.

Coppia questa informazione con forme di genotipizzati rapidamente campioni di tumori di pazienti rappresenta il passo successivo nello sforzo per consentire la personalizzazione del trattamento del cancro. Alcuni ospedali importanti ricercatori già eseguono un routine profilo genetico dei tumori di pazienti affetti da cancro ed è probabile che molti più seguirli, Secondo i ricercatori.

Questa release contiene alcune informazioni in anticipo sul futuro, relativi all'attività dell'azienda. Ci sono fattori che possono influenzare i risultati effettivi.

Pmfarma.com.MX [en línea] Barcellona (ESP): pmfarma.com.MX, 12 de abril de 2012 [Ref. 02 Aprile di 2012] Disponibile su http://www.pmfarma.com.MX/Noticias/6598-Novartis-Lanza-la-Enciclopedia-de-Lineas-celulares-cancerosas-CCLE-por-sus-Siglas-en-ingles-para-clasificar-Las-Lineas-celulares-cancerig.html



Ricercatori Wyss Istituto di Harvard sviluppano DNA nanorobotica per attivare risposte terapeutiche mirate

9 04 2012

The programmable DNA nanorobot was modeled on the body's own immune system in which white blood cells patrol the bloodstream for any signs of trouble. [Image created by Campbell Strong, Shawn Douglas, and Gaël McGill using Molecular Maya and cadnano.]

La nanorobotica programmabile del DNA è stato modellato sul sistema immunitario del corpo in cui globuli bianchi pattugliano il flusso sanguigno per eventuali segni di difficoltà. [Immagine creata da Campbell forte, Shawn Douglas, e Gaël McGill utilizzando Maya molecolare e cadnano.

Romanzo tecnologia potenzialmente potrebbe cercare le cellule tumorali e inducono ad autodistruggersi.

BOSTON, MA — Ricercatori presso il Istituto Wyss per ingegneria biologicamente ispirato alla Harvard University hanno sviluppato un dispositivo robotico realizzato da DNA che potenzialmente potrebbe cercare obiettivi specifici delle cellule all'interno di una complessa miscela di tipi di cellule e fornire istruzioni importanti molecolare, come raccontare le cellule tumorali all'autodistruzione. Ispirato dalla meccanica del corpo ’ s proprio sistema immunitario, la tecnologia potrebbe un giorno essere usata per risposte immunitarie di programma per il trattamento di varie malattie. I risultati della ricerca vengono visualizzati oggi ’ rilascio di s della scienza.

 

Utilizzando il Metodo origami del DNA, in cui oggetti e forme tridimensionali complesse vengono costruiti da pieghevole filamenti di DNA, Shawn Douglas, Ph.D., un collega di sviluppo tecnologia Wyss, e Ido Bachelet, PH.d., un ex borsista Wyss che ora è professore assistente nella facoltà di Scienze della vita e il Nano-Center all'Università Bar-Ilan in Israele, creato un robot di dimensioni nanometriche in forma di un barile aperto cui due metà sono collegate da una cerniera. La canna del DNA, che agisce come un contenitore, è tenuto chiuso da speciali chiusure di DNA che possono riconoscere e cercare le combinazioni di proteine di superficie cellulare, compresi i marcatori di malattia. Quando i fermi di trovare i loro obiettivi, essi riconfigurare, causando le due metà della canna per swing aperto ed esporre il contenuto, o payload. Il contenitore può contenere vari tipi di payload, tra cui molecole specifiche istruzioni codificate che possono interagire con segnalazione recettori della superficie cellulare specifico.

Douglas e Bachelet usato questo sistema per fornire istruzioni, che sono stati codificati in frammenti di anticorpo, a due diversi tipi di cellule tumorali — leucemia e linfoma. In ogni caso, il messaggio alla cellula è stato quello di attivare la “interruttore di suicidio” — una caratteristica standard che permette alle cellule di invecchiamento o anormale di essere eliminato. E poiché le cellule di leucemia e linfoma parlano lingue diverse, i messaggi sono stati scritti in combinazioni differenti dell'anticorpo.

Questo approccio nanotherapeutic programmabile è stato modellato sul corpo ’ s proprio sistema immunitario in cui globuli bianchi pattugliano il flusso sanguigno per eventuali segni di difficoltà. Questi combattenti di infezione sono in grado di casa in su cellule specifiche nell'afflizione, legano a loro, e trasmettere i segnali comprensibili a loro per autodistruggersi. Il DNA nanorobotica emula questo livello di specificità attraverso l'utilizzo di componenti modulari in cui diverse cerniere e molecolari dei messaggi possono essere commutati dentro e fuori il sistema sottostante di consegna, tanto come gomme e motori differenti possono essere posizionati sul telaio stesso. La potenza programmabile di questo tipo di modularità: il sistema ha il potenziale per un giorno essere usato per trattare una varietà di malattie.

“Finalmente possiamo integrare funzioni calcolo logiche e telerilevamento via complesso, ancora prevedibile, nanostrutture — alcuni dei primi ibridi di DNA strutturale, anticorpi, cluster atomici aptameri e metallo — finalizzato all'utile, targeting molto specifico di tumori umani e di cellule t,” ha detto George Church, PH.d., un membro di facoltà del nucleo Wyss e professore di genetica alla Harvard Medical School, Chi è Principal Investigator del progetto. Perché il DNA è un materiale naturale biocompatibile e biodegradabile, La nanotecnologia del DNA è ampiamente riconosciuta per il suo potenziale come un meccanismo di recapito per segnali molecolari e farmaci. Ma ci sono state significative sfide alla sua attuazione, ad esempio quale tipo di struttura per creare; come aprire, chiudere, e riaprire quella struttura per inserire, trasporto, e distribuire un payload; e come programmare questo tipo di robot su scala nanometrica.

Combinando diversi elementi del romanzo per la prima volta, il nuovo sistema rappresenta un progresso significativo in grado di superare questi ostacoli di implementazione. Per esempio, perché la struttura a forma di botte non ha nessun coperchio superiore o inferiore, il payload può essere caricato dal lato in un unico passaggio–senza dover aprire la struttura prima e poi si richiude. Anche, mentre altri sistemi utilizzano meccanismi di rilascio che rispondono a DNA o RNA, il romanzo meccanismo utilizzato qui risponde alle proteine, che più comunemente si trovano sulle superfici delle cellule e sono in gran parte responsabili della segnalazione transmembrana nelle cellule. Infine, Questo è il primo sistema basato su origami del DNA che utilizza frammenti di anticorpi per trasmettere messaggi molecolari — una caratteristica che offre un modo controllato e programmabile per replicare una risposta immunitaria o sviluppare nuovi tipi di mirate terapie.

“Questo lavoro rappresenta un importante passo avanti nel campo delle nanobiotecnologie, come dimostra la capacità di sfruttare le recenti progressi nel campo dell'origami del DNA sperimentato dai ricercatori di tutto il mondo, tra cui l'Istituto Wyss ’ s proprio William Shih, per soddisfare un real-world challenge, vale a dire uccidere le cellule tumorali con elevata specificità,” Direttore Fondazione Istituto Wyss ha detto, Donald Ingber, M.D., PH.D.. Ingber è anche professore di biologia vascolare presso la Harvard Medical School e il programma di biologia vascolare ai bambini Judah Folkman ’ s Hospital di Boston, professore ordinario di Bioingegneria presso Harvard ’ s scuola di ingegneria e scienze applicate. “Questo focus su tecnologie da laboratorio tradurre trasformative prodotti e terapie è che cosa è l'Istituto Wyss.”

Per ulteriori informazioni, contattare Mary Tolikas

Mary.tolikas@Wyss.Harvard.edu

 

Circa l'Istituto Wyss per ingegneria biologicamente ispirato alla Harvard University
L'Istituto Wyss per ingegneria biologicamente ispirato alla Harvard University (http://Wyss.Harvard.edu) utilizza i principi di progettazione della natura per sviluppare materiali bioinalati e dispositivi che trasformano medicina e creare un mondo più sostenibile. Lavorando come un'alleanza tra scuole di medicina di Harvard, Ingegneria, e arti & Scienze, e in collaborazione con il Beth Israel Deaconess Medical Center, Brigham e ospedale femminile, Bambini ’ s Hospital di Boston, Dana Farber Cancer Institute, Massachusetts General Hospital, l'Università del Massachusetts Medical School, Spaulding Rehabilitation Hospital, e la Boston University, l'Istituto attraversa le barriere disciplinare e istituzionali ad impegnarsi nella ricerca ad alto rischio che conduce ai trasformative innovazioni tecnologiche. Emulando la natura ’ principi s per Self-Organizing e autoregolazione, Wyss ricercatori stanno sviluppando innovativi nuove soluzioni ingegneristiche per l'assistenza sanitaria, energia, architettura, robotica, e produzione. Queste tecnologie sono tradotti in prodotti commerciali e terapie attraverso collaborazioni con ricercatori clinici, alleanze aziendali, e nuove start-up.

Wyss.harvard.edu [en línea] Boston (STATI Wyss.Harvard.edu: wyss.harvard.edu, 09 Aprile di 2012 [Ref. 16 de febrero de 2012] Disponibile su Internet:http://Wyss.Harvard.edu/viewpressrelease/75/



La inserción de ONU anillo en el útero ridurre en ONU 75 por ciento los partos prematuros

5 04 2012
Fotografía facilitada por el Hospital Universitario Vall d'Hebron del anillo de silicona …

Fotografía facilitada por el Ospedale Universitario Vall d'Hebron del anillo de moquettes...

Barcellona, 3 ABR (EFE).- Un ensayo realizado el en Hospital Vall d'Hebron È stato dimostrato che il posizionamento di un anello di silicone in utero, introdotto dalla vagina, riduce un 75 percentuale nascite premature, di gravidanze a rischio.

Lo studio, Pubblica la rivista britannica oggi “Il Lancet“, Ha dimostrato l'efficacia di questo anello in silicone, noto anche come un pessario, su un campione di 15.000 donne che avevano in comune una cervice corta (lunghezza di 25 mm), Che cosa è un fattore di rischio per parto pretermine.

Pessario usato costi 38 EUR, viene introdotta attraverso la vagina senza intervento chirurgico e non produrre disagio o effetti collaterali.

“È un sistema estremamente semplice e a basso costo”, evidenziato oggi EfE il capo dell'unità di medicina fetale dal servizio di ostetricia della Vall d ’ Hebron e coordinatore dello studio, Elena carriere.

Nascita pretermine (prima il 34 settimane di gestazione), che si verifica un 8 per cento dei casi in Spagna, È la principale causa di malattia grave e la mortalità del neonato.

Per ridurre questo tasso di prematurità abbastanza con quella salute pubblica espandere ecografia alla zona vaginale della 20 settimane di gestazione per, dal sistema, pratica tutte incinta.

Le donne che hanno breve cervice sconosciuta è perché questa malformazione non li nessun disagio e sono solo ecografia.

“Il sistema sanitario ha a che fare questo piccolo sforzo, che eviterà molti pretermine nascite che, a lungo termine, essi generano spendere molto di più”, carriere evidenziate.

Il pessario è inserito piegato dalla vagina e, Una volta distribuiti nella matrice, agisce come un tappo, Che cosa impedisce che il feto è orientato verso la vagina e lo costringe a ritornare in posizione normale.

Una settimana 37 gestazione, l'anello viene rimosso attraverso la vagina, così che le donne possono partorire normalmente.

Nello studio, che ha ricevuto finanziamenti dalla Instituto de Salud Carlos III, hanno collaborato con il contributo di ciascuna 400 pazienti di altri cinque centri di spagnoli: L'ospedale de Fuenlabrada (Madrid), la madre e il bambino di Las Palmas de Gran Canaria, Il Son Llatzer a Palma de Mallorca, di Sant Joan de Reus (Tarragona) e l'Istituto Dexeus di Barcellona.

Ovuli li ha resi disabili l'ONG tedesca Clara-Angela - Fondazione di Dr. Birgit Arabin, Chi, in 2003, Fece i primi studi sui benefici di questi anelli, Anche se non è stato fino ad ora che essi sono stati testati in una studio randomizzato di larga scala.

es.noticias.yahoo.com [en línea] Madrid (ESP): ES.noticias.yahoo.com, 5 de abril de 2012 [Ref. 3 Aprile di 2012] Disponibile su Internet:http://es.noticias.yahoo.com/Inserción-Anillo-útero-reduce-75-ciento-Partos-prematuros-022200633.html



Dr. KERDEL-VEGAS: AVETE BISOGNO DI CURARE LA MALATTIA DI ALZHEIMER??

2 04 2012

Francisco Kerdel-Vegas

Francisco.kerdelvegas@gmail.com

www.bitacoramedica.com

Con il graduale aumento nell'aspettativa di vita globale, È logico aumentare proporzionalmente malattie degenerative osservate soprattutto nei pazienti anziani, come il cancro e il morbo di Alzheimer (EA).

Malattia di Alzheimer (Prende il nome da psichiatra e neurologo tedesco, Alois Alzheimer, Chi ha descritto in 1906), È riconosciuta come la più comune forma di demenza. Non è molto noto per essere un trattamento efficace per questa malattia, Peggiora quando lei progressi nel corso del tempo e alla fine conduce alla morte del paziente (in media circa sette anni dopo la sua nascita).

È stato stimato che tu per l'anno 2006 aveva 26,6 milioni di pazienti in tutto il mondo e che il già notevole numero continuerà a crescere con un prelievo annuo sproporzionata negli anni seguenti. Negli Stati Uniti da solo si è stimato che ci sono più di 5 milioni di pazienti con EA.

All'inizio di questo spaventoso disturbi cognitivi della malattia, che di solito colpisce gli uomini e le donne di 65 anni, Esso si manifesta con la difficoltà a ricordare eventi recenti. Quindi il comportamento del paziente è complicato e i sintomi compaiono confusione, irritabilità, aggressione, cambiamenti di umore improvvisi, problemi a parlare e perdita di memoria lontana. Questi sintomi sono stabiliti, il paziente con EA prende le distanze dalla famiglia e vita sociale, e un'assistenza quasi permanente necessaria.

Più di un anno fa ha detto che, “le statistiche sono incontrovertibili, la malattia è diventata il sanità pubblica numero uno del problema degli Stati Uniti dalla loro frequenza e loro havoc. Prima che niente deve essere notato che egli ha acquisito le caratteristiche di un'epidemia, Poiché produce la morte di 5,3 milioni di cittadini di quel paese in un anno, e intraprendere attività economiche di 11 milioni più, dedicato alla cura dei malati. Il costo è astronomico e raggiunge più di 170 miliardi di dollari all'anno, con una proiezione di raggiungere 2 trilioni di dollari nel prossimo decennio.” (Blog DOCTOPOLIS).

L'informazione pubblicata questo mese di febbraio di 2012 nella prestigiosa rivista Scienza, il gruppo di neuroscienziati alla Case Western Reserve University (Cleveland, Ohio), guidati dal Professor Gary Landreth, Esso rivela il notevole miglioramento in tre varietà di topi con EA indotta, sotto trattamento con Bexarotene. Questo farmaco, il cui nome commerciale è Targretin, è una molecola che è approvata il “Food and Drug Administration” (FDA) l'anno 2000 per il trattamento del linfoma cutaneo a cellule t, E ' stato sviluppato da Ligand Pharmaceuticals (San Diego, California) e i cui diritti sono stati successivamente acquisiti dal giapponese Eisai casa farmaceutica in 2006.

Anche se dobbiamo ammettere che la causa e la progressione della EA producono ancora molte incognite, numerosi studi dimostrano che è associato con il serbatoio nel cervello di placche e grovigli di amiloide, e Landreth ha spiegato che il Bexarotene atti crescenti livelli di apolipoproteina e, che aiuta ad eliminare le placche amiloidi.

Esso è, senza dubbio, una scoperta epocale ed è stato ben accolto dagli illustri scienziati in tutte le parti del mondo, e anche se i risultati ottenuti con il Bexarotene in EA nei topi possono essere giocati in esseri umani ci vorrà qualche tempo (forse anche anni), nel caso di un farmaco già approvato e utilizzato nel trattamento di altre condizioni, Non è difficile supporre che quanto prima si saprà quanto efficace è umano.