Check-up: Essi ridurre la morbilità e mortalità legata a malattie?

31 12 2012

BMJ ha pubblicato un rassegna sistematica e meta-analisi Cochrane su controlli (recensioni) Generale in adulti sani che si intende ridurre la morbilità e la mortalità legata alle malattie.

Gli autori, del Nordic Cochrane Centre di Copenaghen, sono state sollevate lo scopo di quantificare i benefici e i rischi di queste visite di controllo, soprattutto frequentando i risultati rilevanti per i pazienti, morbilità e mortalità, invece di limitarsi ai risultati in variabili di surrogati come imparare o pressione arteriosa.

Sono stati esaminati 16 studi clinici randomizzati. I risultati del riesame: Sono stati trovati senza gli effetti benefici del check-up salute generale sulla morbilità, ricovero in ospedale, disabilità, preoccupazione, ulteriori visite mediche o lavoro assenteismo, ma non tutti gli studi riportati su questi risultati. Una prova ha trovato che queste visite ha portato a un aumento dei 20% il numero totale di nuove diagnosi per partecipante per sei anni, rispetto al gruppo di controllo, oltre a un maggior numero di persone che considerano se stessi come affetti da malattie croniche; una prova ha trovato una maggiore prevalenza di ipertensione e ipercolesterolemia. Due dei quattro studi trovato un maggior uso di farmaci antipertensivi. Due delle quattro prove trovati piccoli benefici per la salute gli effetti autopercibida che potrebbe essere a causa di un pregiudizio.

Gli autori concludono che check-up generale di salute negli adulti non riduce la morbilità o mortalità, né generale né per cause cardiovascolari o cancro, Mentre è aumentato il numero delle nuove diagnosi. Con frequenza, importanti risultati negativi per i pazienti che subiscono questi controlli o non studiano o non li reporting dei risultati pubblicati.

Questo tipo di check-up generale può scoprire alterazioni come pressione arteriosa o figure di colesterolo alti, Quali sono i fattori di rischio per le malattie, ma di per sé non producono sintomi e passare inosservato da affetti. Da qui si è dedotto che il check-up salute regolari, a rivelare i fattori di rischio e diagnosticare precocemente malattie curabili, sarebbe una diminuzione della morbilità e mortalità. I risultati di questa revisione, con un elevato livello di evidenza per la mortalità complessiva e il cancro e con un livello di evidenza moderata alla mortalità dovuta a cause cardiovascolari, Essi rivelano che tali prestazioni non si verificano nella realtà.

Non vi è prova che ha prodotto quelle iatrogenesi visite di controllo. Persone che non soffrono di sintomi o segni, passano dopo le scoperte di questi giudizi da considerarsi malato, spesso cronica, con l'impatto psicologico e nella loro qualità di vita che questo implica. Molti sono i trattamenti che sono soggetti, e alcuni molto gravi e addirittura mortali, effetti negativi. La cascata di nuovi test diagnostici e di controllo che è sottoposto a queste persone e trattamenti rappresentano una spesa e un consumo di risorse molto importanti. Le risorse cui consumo, alla luce dei risultati di questa revisione, Non produce benefici per la salute ma problemi, e che avrebbero potuto essere utilizzati in altre attività ben noti vantaggi.

Krogsboll LT, Jørgensen KJ, Gronhoj C Larsen, Problemi del PC. Healthchecks generale negli adulti per ridurre la morbilità e la mortalità da malattia: Cochranesystematic rassegna e meta-analisi.

BMJ. 2012 Nov 20;345:e7191. DOI: 10.1136/BMJ.e7191.

Inviato da Jesus Palacio

Sano-e-salvo.blogspot.com.es [en línea]  (ESP): sano-e-salvo.blogspot.com.es, 19 de diciembre de 2012 [Ref. 19 nel dicembre del 2012] Disponibile su Internet: http://sano-y-salvo.blogspot.com.es/2012/12/chequeos-Generales-de-Salud-en-adultos.html



Donna con la Quadriplegia alimenta se stessa usando braccio robotico controllato mente

27 12 2012

PITTSBURGH, Dec. 16, 2012 – Protesa verso "high five" qualcuno, afferrare e spostare gli oggetti di diverse forme e dimensioni, stessa alimentazione cioccolato fondente. Per Jan Scheuermann e un team di ricercatori del University of Pittsburgh School of Medicine e UPMC, questi compiti apparentemente normale ha dimostrato per la prima volta che una persona con tetraplegia lunga può manovrare una mente-controllato, braccio umano-come il robot in sette dimensioni (7(D)) effettuare costantemente molti dei moti naturali e complessi della vita quotidiana.

In uno studio pubblicato nella versione in linea di Il Lancet, i ricercatori hanno descritto l'interfaccia cervello-computer (BCI) tecnologia e programmi di formazione che ha permesso di Ms. Scheuermann, 53, del Borough di Whitehall in Pittsburgh, PA. per spostare intenzionalmente un braccio, girare e piegare un polso, e chiudere una mano per la prima volta in nove anni.

Meno di un anno dopo ha detto il team di ricerca, "Sto andando a nutrire me stesso al cioccolato prima di questo è finita,"Ms. Scheuermann assaporare il suo gusto e annunciato come hanno applaudito il suo feat, "Un piccolo bocconcino per una donna, un gigantesco morso per BCI."

Jan Scheuermann, who has quadriplegia, brings a chocolate bar to her mouth using a robot arm she is guiding with her thoughts. Researcher Elke Brown, M.D., watches in the background. Click the photo to download it in high resolution. Photo credit: "UPMC"

"Questo è un salto spettacolare verso una maggiore funzione e indipendenza per le persone che sono in grado di muovere le proprie braccia,"concordato ricercatore senior Andrew B. Schwartz, PH.D.., professore, Dipartimento di neurobiologia, Pitt scuola di medicina. "Questa tecnologia, che interpreta il cervello segnala guidare un braccio robot, ha un enorme potenziale che stiamo continuando a esplorare. Il nostro studio ci ha mostrato che è tecnicamente fattibile per ripristinare la capacità; i partecipanti ci hanno detto che BCI dà loro speranza per il futuro."

In 1996, MS. Scheuermann era una madre di 36 anni di due bambini piccoli, esecuzione di un business di successo pianificazione partiti con i temi del mistero di omicidio e vive in California, quando un giorno ha notato le gambe sembravano trascinare dietro di lei. Entro due anni, le gambe e braccia progressivamente indebolito al punto che ha richiesto una sedia a rotelle, oltre a un supervisore per aiutarla con dressing, mangiare, balneazione ed altre attività quotidiane. Dopo il ritorno a casa a Pittsburgh nel 1998 per il supporto dalla sua famiglia allargata, Lei è stata diagnosticata con degenerazione spinocerebellare, in cui le connessioni tra il cervello e i muscoli lentamente, e inspiegabilmente, si deteriorano.

Non "ora posso spostare il mio gambe e braccia a tutti. Non posso ad alzare le spalle,"she said. "Ma io sono venuto alla conclusione che preoccuparsi di qualcosa è viverla due volte. Cerco di soffermarmi sulle cose buone che ho".

Un amico ha sottolineato un ottobre 2011 video su un altro studio di ricerca di Pitt/UPMC BCI in cui Tim Hemmes, un maggiordomo, PA., uomo che ha subito una lesione del midollo spinale che lo lasciò con tetraplegia, spostati gli oggetti sullo schermo del computer e, in definitiva allungò un braccio robot toccare la sua fidanzata.

"Wow, è così pulito che lui può fare che,"Ms. Scheuermann pensato come lei lo ha guardato. "Che potevo fare qualcosa di simile". Lei aveva il suo supervisore chiamare immediatamente il coordinatore trial, e disse:, "Io sono un tetraplegico. Hook me up, Sign me up! Voglio fare che!”

Il Feb. 10, 2012, Dopo lo screening test per confermare che era ammissibile per lo studio, Co-Investigator e UPMC neurochirurgo Elizabeth Tyler-Kabara, M.D., PH.D.., Assistant professor, Dipartimento di chirurgia neurologica, Pitt scuola di medicina, inseriti due griglie di quarto-pollice quadrato elettrodo con 96 contatto minuscolo punti ciascuno nelle regioni di Ms. Cervello di Scheuermann che normalmente sarebbe controllare il movimento di braccio e mano destra.

"Prima dell'intervento chirurgico, abbiamo condotto esami di imaging funzionale del cervello per determinare esattamente dove mettere le due griglie,"she said. "Quindi abbiamo utilizzato tecnologia di imaging in sala operatoria per guida posizionamento delle griglie, che hanno punti di penetrano la superficie del cervello da circa un sedicesimo di pollice".

I punti di elettrodo captare i segnali da singoli neuroni e algoritmi di computer vengono utilizzati per identificare i modelli di infornamento connessi con particolari movimenti osservati o immaginati, come alzando o abbassando il braccio, o ruotando il polso, ha spiegato piombo investigatore Jennifer Collinger, PH.D.., Assistant professor, Dipartimento di medicina fisica e riabilitazione (PM&R), e ricercatore per il sistema sanitario VA Pittsburgh. Tale intento a muoversi è poi tradotto in effettivo movimento del braccio del robot, che è stato sviluppato da Laboratorio di fisica applicata della Johns Hopkins University.

Due giorni dopo l'operazione, la squadra agganciata i due terminali che sporgono dalla sig. ra. Cranio di Scheuermann al computer. "Potremmo effettivamente vedere i neuroni fuoco sullo schermo del computer quando ha pensato di chiudere la mano,"Dr. Collinger ha detto. "Quando ha smesso di, hanno smesso di infornamento. Così abbiamo pensato di, "Questo è veramente andando a lavorare.'"

Entro una settimana, MS. Scheuermann potrebbe raggiungere dentro e fuori, sinistra e destra, e su e giù con il braccio, che ha chiamato Hector, dando il suo controllo 3-dimensionale che aveva suo ad alta fiving con i ricercatori. "Che cosa abbiamo fatto nella prima settimana che hanno pensato che ci sarebbe essere bloccati per un mese,"lei ha notato.

Prima di tre mesi erano passati, Lei inoltre potrebbe flettere il polso in avanti e indietro, spostarlo da un lato e ruotarlo in senso orario e antiorario, come afferrare gli oggetti, aggiungendo fino a ciò che gli scienziati chiamano 7 controllo D. In un'attività di studio chiamato la prova di braccio di ricerca azione, MS. Scheuermann guidato il braccio da una posizione di quattro centimetri di sopra di un tavolo per raccogliere i blocchi e tubi di diverse dimensioni, una palla e una pietra e posato su un vassoio vicino. Ha anche preso coni da una base a impilare di nuovo su un altro un piede di distanza, un'altra attività che richiedono afferrare, trasporto e posizionamento di oggetti con precisione.

"I nostri risultati indicano che da una varietà di misure, Lei era in grado di migliorare la sua performance costantemente sopra molti giorni,"Dr. Schwartz ha spiegato. "I metodi di allenamento e gli algoritmi che abbiamo utilizzato nei modelli di scimmia di questa tecnologia anche lavorarono per Jan, suggerendo che è possibile per le persone con paralisi a lungo termine di recupero naturale, comando intuitivo segnali per orientare una protesico mano e braccio per consentire l'interazione significativa con l'ambiente".

In uno studio separato, i ricercatori continuano a studiare tecnologia BCI che utilizza un electrocortigraphy (ECoG) griglia, che si siede sulla superficie del cervello, piuttosto che penetra leggermente il tessuto come nel caso delle griglie utilizzate per Ms. Scheuermann.

In entrambi gli studi, "noi stiamo registrando attività elettrica nel cervello, e l'obiettivo è quello di cercare di decodificare ciò che significa che l'attività e quindi utilizzare tale codice per controllare un braccio,"ha detto ricercatore senior Michael Boninger, MD., professore e sedia, PM&R, e direttore dell'Istituto di riabilitazione UPMC. "Stiamo imparando tanto di come i controlli di cervello motore di attività, Grazie al duro lavoro e dedizione dei nostri partecipanti prova. Forse in cinque a 10 anni, avremo un dispositivo che può essere utilizzato nella vita quotidiana delle persone che non sono in grado di utilizzare le proprie armi."

Il prossimo passo per la tecnologia BCI probabilmente utilizzerà un sistema bidirezionale elettrodo che non può catturare solo l'intenzione di spostare, ma in aggiunta, stimolare il cervello a generare sensazione, potenzialmente permettendo agli utenti di regolare la forza prensile per afferrare saldamente una maniglia o culla dolcemente un uovo.

Dopo di che, "stiamo sperando che questo può diventare un completamente impiantato, sistema wireless che la gente può effettivamente utilizzare nelle loro case senza la nostra supervisione,"Dr. Collinger ha detto. "Potrebbe anche essere possibile combinare il controllo del cervello con un dispositivo che stimola direttamente i muscoli per ripristinare il movimento dell'arto dell'individuo."

Per ora, MS. Scheuermann si prevede di continuare a mettere la tecnologia BCI attraverso i suoi passi per due mesi, e poi gli impianti verranno rimossi in un'altra operazione.

"Questa è la corsa della mia vita,"she said. "Questo è il rollercoaster. Questo è paracadutismo. È semplicemente favoloso, e mi sto godendo ogni secondo di essa".

Oltre a Drs. Collinger, Tyler-Kabara, Boninger e Schwartz, Studio co-autori includono Brian Wodlinger, Ph.D., John E. Downey, Wang Wei, Ph.D., e Doug Weber, Ph.D., tutti i PM&R; e Angus J. McMorland, Ph.D., e Meel Velliste, Ph.D.PH.d. dipartimento di neurobiologia, Pitt scuola di medicina.

Un morso gigante:Donna con tetraplegia alimenta se stessa utilizzando il braccio Robot mente-controllato VIDEO

I progetti BCI sono finanziati dalla Defense Advanced Research Projects Agency, National Institutes of Health concedere 8KL2TR000146-07, gli Stati Uniti. Affari del dipartimento del veterano, l'Istituto di riabilitazione di UPMC e l'Università di Pittsburgh clinica e traslazionale Science Institute.

Per ulteriori informazioni sulla partecipazione nelle prove, chiamata 412-383-1355.

 

Upmc.com [en línea]Pittsburgh (STATI UNUPMC.comERICA): upmc.com, 27 de diciembre de 2012 [Ref. 16 nel dicembre del 2012] Disponibile su Internet: http://www.upmc.com/media/NewsReleases/2012/Pages/bci-press-release-chocolate.aspx



Diabete mellito. La crónica de la historia

24 12 2012

Durante il ventesimo secolo malattie croniche non trasmissibili sono passati progressivamente ad per occupare i primi posti in termini di salute e sociale. Diabete mellito, che dà il nome al Apolunio greci e Demetrio del II secolo a.c. d.c.. (1) È il disordine endocrino più comunemente trovato in questi momenti tra il primo 10 le cause di morte nel paese con una tendenza all'aumento nella sua prevalenza, proporzione all'invecchiamento della popolazione. (2)

 

È considerato che ancora non abbiamo veramente raggiunto la prevalenza prevista dei diabetici che, secondo studi precedenti, potrebbe arrivare tra un 30 un 40 da 100 abitanti quando il perseguimento attivo della malattia raggiunge la massima efficienza. (3)

 

Riconoscimento del diabete come una malattia cronica che colpisce milioni di persone in tutto il mondo ha motivato la ricerca di vari settori dell'assistenza sanitaria, soprattutto in relazione alla conoscenza, percezioni, gli atteggiamenti e le paure dei pazienti nel contesto familiare e comunitario. (4)

 

È importante porre l'accento sull'educazione al paziente in ambulatorio medico, implicando insegnare gli aspetti fondamentali del diabete, promuovere la modificazione di conoscenze e risolvere i problemi immediati con cambiamenti del quadro di riferimento psicologico per aiutare il paziente ad accettare la sua malattia. (5)

 

L'influenza del medico sul comportamento del paziente contro la malattia è un punto cardinale, Pertanto, molti operatori sanitari sono limitati per la diagnosi e la prescrizione, lasciando da parte lo strumento prezioso di educazione (6) va sottolineato che nella famiglia del medico, implicando insegnare gli aspetti fondamentali del diabete, promuovere la modificazione di conoscenze e risolvere i problemi immediati con cambiamenti del quadro di riferimento psicologico per aiutare il paziente ad accettare la sua malattia. (5)

 

Perché è vecchia quanto l'umanità soffre di diabete, spesso l'aspetto educativo è stata relegata. Il trattamento del diabetico deve comprendere in ordine di importanza: educazione, potenza, esercizi e farmaco. Comunemente invertito ordine. L'obiettivo primario è quello di migliorare il controllo, evitare o ridurre le complicanze acute o croniche e migliorare la qualità della vita. (7)

 

Guida del personale sanitario è necessario per questi, cambiando gli atteggiamenti della famiglia pazienti e parenti, prima della malattia (8) educare la volontà permettono di affrontare le esigenze terapeutiche con autonomia e responsabilità, ma senza pregiudicare il benessere generale .(9)

 

La dinamica del rapporto da stabilire tra l'individuo e la famiglia è uno dei fattori determinanti nel controllo metabolico come lei riferirà Karisson (10) Quando scrive che diabetico con un modello di famiglia favorevole, Aumenta significativamente il controllo prima della malattia. All'interno il ruolo del medico di famiglia, estensibile a tutti i membri del sistema sanitario, è come un lavoro essenziale riconoscere l'influenza di fattori familiari sulla salute e tenerne conto per la stessa cura, anche riconoscendo l'influenza del paziente per problemi di famiglia. Le persone con diabete hanno sintomi e anche le famiglie. La strada tra pazienti diabetici e delle loro famiglie viene eseguita in entrambe le direzioni. (11)

 

Alcune delle funzioni essenziali della famiglia sta fornendo sostegno ai suoi membri. In caso di insorgenza di una malattia cronica questa caratteristica ha acquisito importanza singolare, sia dal punto di vista fisico come emozionale e grazie a lei può risolvere situazioni di conflitto che includono a girare nel controllo adeguato della malattia. D'altra parte consente di proteggere la famiglia di situazioni disfunzionali che possono essere scatenate dalla comparsa della malattia o sue complicazioni. (12)

 

Precedenti programmi su principi educativi per i pazienti diabetici come conclusioni mette in evidenza l'enorme importanza di avere famiglia collaborazione per ottenere risultati favorevoli. (13)

 

L'organizzazione mondiale della sanità, dice: educazione è un vitale e angolare nel trattamento del diabetico pietra per l'integrazione della società diabetica. (14)

 

È anche noto che il costo di un paziente diabetico nel trattamento delle complicanze acute e croniche è elevato in tutto il mondo. Oltre al deterioramento del suo stato mentale e organico, il suo rapporto con la società è impoverito nella misura in cui questo deterioramento aumenta. Conoscere i vantaggi offerti da questo metodo educativo sono stati motivati a fare il nostro lavoro per promuovere il lavoro educativo sia come parenti dei pazienti diabetici. In questi momenti è noto che la prevalenza della malattia nel paese, è fino all'anno 2001 di un 25,3 da ciascun 1000 abitanti. (15)

 

Nella nostra provincia la prevalenza nel corso dell'anno 2001 era di un 22.7 por cada 1000 figura di popolazione che è stata in aumento fino a quando il valore dei 2004 di 30.5 por cada 1000 habitantes. Nel nostro comune, la prevalenza del diabete durante l'anno 2002, si è comportato, para una población total de 55 280 in 1370, para un índice de 24,78 da 1000/ h; Nella casella 2003 la popolazione era di 55 282, la prevalenza è aumentatoper un indice diun índice de 26,39; e per una popolazione totale din total de 55 569 la prevalenza è aumentata fino a 1540,da ciascunindice di 2abitantiada 1000 habitantes. Secondo studi precedenti della 50 per il 80% complicanze acute possono essere prevenute attraverso un'istruzione adeguata, così la formazione di diabete è di vitale importanza nel trattamento attuale del diabete. (16).

 

Attualmente i pochi posti di lavoro circa l'influenza dell'educazione della famiglia sono raccolti congiuntamente con il paziente diabetico nel controllo delle malattie. A nostro parere, assistenza sanitaria primaria in funzione di migliorare lo stato di salute della popolazione in questo gruppo di pazienti, È necessario creare strategie per non solo il paziente ma la famiglia e l'educazione di comunità, segna sempre un fine di destinazione nel diabetico; impedire o ritardare il danno della propria malattia già stabilito.

 

Riferimenti bibliografici:

 

Montoro P. Diabete e relativo controllo. Murcia: Università di Murcia; 1991. Dichiarazione delle Americhe sul diabete. PanAm salute Org Bull. 1996; 30 (3):261-5. Harrison IM, Foster DW. Diabete mellito. In: Issel Bacher KJ ed. Harrison´s principale completo di medicina interna. 13 Ed. New York: MC Graww Hill; 2000. Arauz AG, G Sanchez, Padilla G, Fernandez M, Rosillo M, Gosman S. Intervento educativo di comunità per persone con diabete, nel campo dell'assistenza sanitaria primaria. Rev. PanAm salute Pub. 2001; 9(3):30-4. Den LL, Una ruota. Corso di educatori di diabete. STATI UNITI D'AMERICA: Unità di laboratori Lilly diabete. S. A; 1999. Lennon GM, Taylor KG, Debney, Orzo di C J. Conoscenza, atteggiamenti, competenza tecnica e controllo del glucosio di anima di tipo I pazienti diabetici durante un'educazione dopo programma. Diabetico Med. 1997;7:825–32. Zuniga S, Islas S. Educación del paciente diabético. Rev Med IMSS. 2000; (3):187-191. Hiss R. L'attiva pazienti: una foce per il cambiamento in sanità di diabete e dell'educazione. Diabete Educ 1986; 12 (suppl): 225– 23. García R. Un dibetes programma di formazione basato su e pazienti interventive aproach centrata: l'esperienza cubana. West Indian Med. 1999;4supplementipl 1):1. Karlsson j. a. Aspetto psicosociale delle malattie durata e controllo in giovani adulti con diabete di tipo I. Clin Epidemiol. 1988;41(5):435– 40. Rodriguez Moran M, Gerrero J.F.. Importanza del sostegno alle famiglie nel controllo della glicemia. Salud Pública Méx. 1997;39:44– 7. De la Revilla L. Conceptos, INSTRUCCIONES e instrumentos de la atención familiar. Barcelona: DOYMA; 2000. 
Junta de Andalucía. Guida di attenzione Barcellonate degli anziani. Andalusia: Ministero della salute; 1997. Moncada E. Educare il diabete. Barcelona: Editoria scientifica medica; 1998. Programma nazionale per la prevenzione e il controllo del diabete mellito. Havana: [s.l.]; Maggio 2002. Domare L. Un'indagine comunitaria del diabete negli anziani. Diabete Med. 1992 Nov;9 (9):860-5.

 

Autores:

 

DRA. Mayelin Fundora Gallardo, 1

DRA. Madelyn Jimenez Garcia 2

DRA. Isdeky Milian Espinosa 3

DRA. Mabel Quintana Sosa. 4

 

¹ Dra. in medicina. Specialista in 1 ° grado in medicina generale di integrale. Centro lavoro Policlinico Juan Martí Pi Area Jicotea.

Dra ². in medicina. Specialista in 1 ° grado in medicina generale di integrale. Centro di lavoro: Polic. John Marti Pi Jicotea Area.

3 DRA. in medicina. Specialista in 1 ° grado in medicina generale di integrale. Centro lavoro Policlinico Juan Martí Pi Area Jicotea.

4 DRA. in medicina. Specialista in 1 ° grado in medicina generale di integrale. Specialista in 1 ° grado in medicina interna. Professore Istruttore ISCM VC. Centro lavoro Policlinico Juan Martí Pi Area Jicotea.

 

 

Portalesmedicos.com [en línea]Cadice (ESP): portalesmedicos.com, 24 nel dicembre del 2012 [Ref. 12 nel giugno del 2007] Disponibile su Internet: http://www.portalesmedicos.com/Publicaciones/articles/553/1/Diabetes-Mellitus-la-cronica-de-la-Historia.html



Più di una macchina

20 12 2012

Ribosoma regola la sintesi di proteina virale, rivelando potenziali target terapeutici

 

Some viruses depend on ribosomal protein L40 (rpL40), highlighted within the large (60S) subunit, for protein synthesis. Image courtesy of the Whelan Lab.

Alcuni virus dipendono dalla proteina ribosomiale L40 (rpL40), evidenziata all'interno del grande (60S) subunità, per la sintesi proteica. Immagine per gentile concessione di laboratorio Whelan.

Da ELIZABETH COONEY Virus può essere elusiva cava. Virus a RNA è particolarmente abile a sconfiggere farmaci antivirali perché sono così imprecisi nel fare copie di se stessi. Con almeno un errore in ogni genoma copiano, genoma virale è bersagli per farmaci antivirali in movimento, creazione di mutanti resistenti come si moltiplicano. Nell'esempio più noto di successo contro retrovirus, prende multiplo-droga cocktail all'angolo dell'HIV e restringere la sua via di fuga.

Piuttosto che virus RNA bersaglio se stessi, puntando le cellule ospiti che invadono potrebbe tenere la promessa, ma qualsiasi tale strategia avrebbe dovuto essere innocuo per l'host.  Ora, una sorprendente scoperta fatta in ribosomi possa puntare verso la lotta fatale infezioni virali come la rabbia.

Risultati sono stati pubblicati online novembre 19 in Proceedings of the National Academy of Sciences.

Il ribosoma è stato visto tradizionalmente come macchina molecolare della cellula, automaticamente chugging lungo, sintetizzando proteine della cellula ha bisogno svolgere le funzioni di vita. Ma Amy Lee, un ex studente laureato nel programma di virologia, e Sean Whelan, Professore di HMS di microbiologia e immunobiology, ora dire il ribosoma sembra assumere un ruolo più attivo, che regolano la traduzione di proteine specifiche e, in definitiva, come alcuni virus replicare.

I ricercatori sono state studiando le differenze tra come virus e le cellule ospiti che infettano effettuano il processo di traduzione Messaggero RNAs (mRNAs) nelle proteine. Concentrandosi su componenti proteici presenti sulla superficie del ribosoma, hanno scoperto una proteina che dipendono da alcuni virus per fare altre proteine, ma che la stragrande maggioranza dei mRNAs cellulari non hanno bisogno di.

Chiamato rpL40, Questa proteina ribosomiale potrebbe rappresentare un bersaglio per i trattamenti potenziali; bloccando vuoi disattivare determinati virus, lasciando le cellule normali in gran parte inalterato.

"Perché alcuni virus sono molto sensibili alla presenza e in assenza di queste proteine ribosomiali, potrebbe essere un modo utile per noi pensare di targeting ribosomi a fini terapeutici dal punto di vista antivirale,"ha detto Whelan. "Questo è un modo di pensare a interferire con l'infezione del virus di rabbia. There non are terapie per l'infezione da rabbia."

Il team proiettato costituenti della proteina del ribosoma per vedere quelle che potrebbero essere coinvolti nella sintesi delle proteine specializzate. Studiare il virus di stomatite vescicolare, un rhabdovirus nella stessa famiglia del virus della rabbia, hanno trovato che il mRNA dipendeva da rpL40 ma solo 7 fatto per cento dei mRNAs host-cellulare. Alcuni dei mRNAs cellulari che dipendono da rpL40 erano geni di risposta di stress.

Esperimenti di lievito e cellule umane hanno rivelato che una classe di virus, che comprende la rabbia e il morbillo, dipendeva dalla rpL40 per la replica.

"Questo lavoro rivela che il ribosoma non è solo una macchina molecolare ma invece agisce anche come regolatore traslazionale,"ha detto l'autore primo Amy Lee, Chi è ora un ricercatore post-dottorato presso l'Università della California, Berkeley.

Il concetto di targeting funzioni cellulari come la sintesi proteica per terapie antivirali è essere esplorato da un certo numero di gruppi di ricerca, ma non esistono farmaci sulla base di questo.

"Pensiamo che il principio è più grande di solo questa singola proteina,"Ha detto Whelan.  "Virus hanno un'inquietante modo di insegnare ci nuova biologia tutto il tempo."

Maria Barna, assistente professore di biologia dello sviluppo e genetica dell'Università di Stanford, chiamato la parte di lavoro di un'eccitante area di esplorazione. La propria recentemente pubblicati risultati ha mostrato che una singola proteina ribosomiale appartenendo alla rpL38 della subunità grande ribosoma è criticamente necessaria per la formazione del piano di corpo dei mammiferi e specializzato controllo translational. "è estremamente affascinante che una singola proteina ribosomiale è richiesta per controllo translational di tanti virus, mentre la sua perdita non sembrano avere un'importante conseguenza sulla sintesi proteica generale o per la vitalità delle cellule. Qualsiasi mezzo per down-regolare rpL40 potrebbe essere un nuovo approccio terapeutico per le infezioni virali,"lei ha detto circa il lavoro condotto da Whelan. Barna non era coinvolto nella ricerca. "Tuttavia, una più profonda comprensione criticamente è necessaria per determinare se le poche proteine ribosomale, come rpL40, dimostrato di esercitare un ribosoma-mediated translational specificità riflette foriero di un nuovo livello di regolazione dei geni."

Questo lavoro è stato supportato da NIH concede AI059371 e AI057159. Whelan è un destinatario di un Burroughs Wellcome investigatori nella patogenesi del premio malattia infettiva. Lee è supportata dal dipartimento della difesa attraverso la scienza di difesa nazionale & Programma di borsa di studio di ingegneria e la National Science Foundation attraverso il programma di Fellowship di dottore di ricerca.

 

Hms.harvard.edu [en línea]Cambridge, MA (STATI UNHMS.Harvard.edu hms.harvard.edu, 20 nel dicembre del 2012 [Ref. 26 Novembre di 2012] Disponibile su Internet: http://HMS.Harvard.edu/content/more-Machine

 



Chirurgia di perdita di peso non può combattere diabete a lungo termine

17 12 2012

Perdita di peso chirurgia, che negli ultimi anni è stato visto come un'opzione sempre più attraente per il tipo di trattamento 2 Diabete, potrebbe non essere altrettanto efficaci contro la malattia, come si era inizialmente pensato per essere, secondo un nuovo rapporto. Lo studio ha trovato che molti obesi tipo 2 i diabetici sottoposti a chirurgia di bypass gastrico non si verificano una remissione della loro malattia, e di quelli che lo fanno, circa un terzo riqualificare diabete entro cinque anni del loro funzionamento.

Stuart Bradford

Stuart Bradford

Il contrasto di risultati con la crescente percezione che la chirurgia è essenzialmente una cura per il diabete di tipo II. Quest'anno, due studi ampiamente pubblicizzati ha riferito che la chirurgia lavorato meglio di farmaci, dieta ed esercizio fisico nel causare la remissione di tipo 2 diabete in cui lo zucchero nel sangue era fuori controllo le persone in sovrappeso, alcuni esperti di chiamare per maggiore uso della chirurgia nel trattamento della malattia. Ma gli studi erano piccole e relativamente breve, durata inferiore a due anni.

L'ultimo studio, pubblicato nella Gazzetta chirurgia dell'obesità, intervento chirurgico di bypass rilevati migliaia di diabetici che hanno avuto gastrica per più di un decennio. Ha trovato che molte persone cui diabete al primo andò erano propensi a farlo tornare. Mentre il riacquisto del peso è un problema comune tra coloro che si sottopongono a chirurgia bariatrica, riguadagnare il peso perso non sembrano essere la causa della ricaduta di diabete. Invece, lo studio ha trovato che le persone cui diabete era più gravi o nelle sue fasi successive, quando hanno avuto un intervento chirurgico erano più probabilità di avere una ricaduta, indipendentemente dal fatto se hanno ripreso peso.

"Alcune persone sono sotto l'impressione che avete chirurgia e tu sei guarito,"ha detto Dr. Vivian Fonseca, il Presidente di medicina e scienza per l'American Diabetes Association, Chi non è stato coinvolto nello studio. "Ci sono stati che un sacco di reclami circa chirurgia come meraviglioso è per il diabete, e penso che questo offre un'immagine più realistica".

I risultati suggeriscono che la chirurgia di perdita di peso può essere più efficacia nel trattamento del diabete in quelli la cui malattia non è molto avanzato. "Che cosa stiamo imparando è che non tutti i pazienti diabetici non così come gli altri,"ha detto Dr. David E. Arterburn, l'autore principale dello studio e un ricercatore associato presso il gruppo Health Research Institute di Seattle. "Coloro che sono all'inizio del diabete sembra di fare il meglio, che fa di un caso di intervento potenzialmente precedente."

Uno dei punti di forza di questo nuovo studio è stato che ha coinvolto migliaia di pazienti arruolati in tre piani di grande salute in California e Minnesota, permettendo il rilevamento dettagliato per molti anni. Tutto sommato, 4,434 diabetici adulti furono seguiti tra 1995 e 2008. Tutti erano obesi, e tutti sono stati sottoposti a operazioni di Roux-en-Y, il più popolare tipo di procedura di bypass gastrico.

Dopo l'intervento chirurgico, about 68 per cento dei pazienti ha sperimentato una remissione completa del loro diabete. Ma entro cinque anni, 35 percentuale di questi pazienti avevano restituito. Presi nel loro insieme, Ciò significa che la magInfo suparte dei soggetti in studio, about 56 per cento — una figura che include quelli cui malattia mai rimesso — non aveva nessun remissione di lunga durata di diabete dopo chirurgia.

I ricercatori hanno trovato che tre fattori sono stati particolarmente buoni predittori di chi era la probabilità di avere una ricaduta di diabete. Se i pazienti, prima dell'intervento chirurgico, ha avuto una durata relativamente lunga di diabete, aveva uno scarso controllo della loro glicemia, o erano prendere insulina, allora erano meno probabilità di beneficiare di bypass gastrico. Peso del paziente, prima o dopo l'intervento chirurgico, non è stata correlata con la loro probabilità di remissione o ricaduta.

Nel tipo 2 Diabete, le cellule beta che producono insulina nel pancreas tendono a consumarsi come la malattia progredisce, che può spiegare perché alcune persone beneficio meno da chirurgia. "Se qualcuno è troppo avanzato nel loro diabete, dove loro pancreas è francamente verso le ultime fasi di essere in grado di produrre insulina, quindi anche dopo aver perso un sacco di peso loro corpo può non essere in grado di produrre abbastanza insulina per controllare la loro glicemia,"Dr. Arterburn ha detto.

Comunque, ha detto che potrebbe essere il caso che i diabetici obesi, anche quelli cui malattia è avanzato, può ancora beneficiare di chirurgia gastrica, almeno per quanto riguarda la loro qualità di vita e i fattori di rischio per malattie cardiache e altre complicazioni sono interessati.

"Non è una cura infallibile per tutti,"ha detto. "Ma quasi universalmente, i pazienti perdono peso dopo perdita di peso chirurgia, e che di per sé possono avere così tanti benefici per la salute".

 

Well.Blogs.nytimes.com [en línea]New York (STATI UNITI D'AMERICA): well.Blogs.nytimes.com, 17 nel dicembre del 2012 [Ref. 28 Novembre di 2012] Disponibile su Internet: http://well.Blogs.nytimes.com/2012/11/28/Weight-Loss-Surgery-May-Not-Combat-Diabetes-Long-Term/?Ref = salute



Hanno brevettato un metodo per ridurre gli effetti collaterali della chemioterapia

13 12 2012

 

I ricercatori dal centro Ricerca Príncipe Felipe e Fondazione di ricerca e innovazione per lo sviluppo sociale hanno sviluppato e brevettato un processo per la rimozione dei metalli pesanti in soluzione. Ora si applica questo metodo in un progetto sperimentale per l'eliminazione dell'eccedenza di cisplatino nel sangue. Questo metallo, utilizzato nei trattamenti di chemioterapia, È responsabile di effetti collaterali come la tossicità renale, nausea, disturbi di vomito e sangue in pazienti con cancro.

 

El método se aplicará en la eliminación del cisplatino excedente en sangre, causante de graves efectos secundarios. Imagen: Wicked

Il metodo è applicato nell'eliminazione dell'eccedenza di cisplatino nel sangue, che ha causato gravi effetti collaterali. Immagine: Wicked

Centro de Investigación Príncipe Felipe (CIPF) Fondazione ricerca e innovazione per lo sviluppo sociale (FIIDS) hanno avviato un progetto congiunto per ridurre gli effetti collaterali nei trattamenti di chemioterapia per i pazienti oncologici.

In particolare, ricercatori presso il laboratorio di biochimica strutturale del CIPF e l'area della biomedicina FIIDS hanno sviluppato e brevettato un processo per la rimozione dei metalli pesanti in dissoluzione, e hanno scoperto che questo processo sarebbe anche valido per la riduzione dei metalli disciolti nei fluidi degli esseri viventi, Esse sottolineano entrambe le istituzioni.

Secondo i responsabili del progetto, la prima intesa applicazione di questo metodo è l'eliminazione dell'eccedenza di cisplatino nel sangue dopo somministrazione endovenosa in pazienti affetti da cancro.

“Cisplatino è il farmaco più spesso prescritto per il trattamento di chemioterapia ed è considerato come il cancro più efficacia e più ampio spettro di azione. Tuttavia, Esso è un metallo, la presenza di questo farmaco nel sangue trasporta un gran numero di effetti collaterali di gravità come tossicità renale, nausea, disturbi di vomito e sangue”, indicare.

 

L'efficacia terapeutica

Il processo sviluppato per la rimozione dei metalli pesanti in soluzione si adatterà alla riduzione di platino attraverso lo scambio con altri metalli non tossici. L'eliminazione del platino nel sangue deve essere effettuata da un metodo extracorporeo simile ad emodialisi.

L'applicazione del processo contribuirebbe a ridurre questi effetti collaterali di cisplatino per eliminare questa sostanza nel sangue. Inoltre, il progetto ha tra i suoi obiettivi per aumentare l'efficacia di farmaci terapeutici abilitando aumentato suo dosaggio, Secondo le istituzioni.

 

Agenciasinc.es [en línea]Madrid (ESP): agenciasinc.es, 13 nel dicembre del 2012 [Ref. 13 Novembre di 2012] Disponibile su Internet: http://www.agenciasinc.es/Noticias/Patentan-un-metodo-para-reducir-los-efectos-secundarios-de-la-quimioterapia



Feltro por primera vez un implante auditivo de conducción ósea con anestesia locale

10 12 2012

Gli specialisti del dipartimento di otorinolaringoiatria della clínica Universidad de Navarra sono stati inseriti per la prima volta al mondo un impianto audizione di conduzione ossea con anestesia locale.

Foto: EP/CUN

Foto: EP/CUN

Esso ha indicato l'intervento chirurgico per impiantare un dispositivo specifico per porre rimedio a lesioni dell'orecchio esterno e medio. L'impianto, chiamato Bonebridge (nome commerciale, Casa MED - la), A differenza di altri dispositivi di conduzione ossea, Presenta la particolarità del soggiorno completamente nascosto sotto la pelle, senza alcun tipo di connessione percutanea che passa attraverso di essa, Secondo la clinica in una dichiarazione ha spiegata.

In questo modo, il audioprocesador esterno dell'impianto è soggetto di magneti e invia le informazioni audio impiantate nella parte interna, usando le onde di frequenza modulata, senza specificare l'uso di una connessione diretta, come il gruppo di impianti osteointegrati.

Squadra di otorinolaringoiatri della clínica Universidad de Navarra ha già completato la procedura in sei pazienti, “senza alcun tipo di complicanze chirurgiche”.

Gli ambulatori sono state condotte dal Dr. Manuel Manrique, accanto a chi hanno parlato i medici Raquel Manrique e Jorge de Abajo. La procedura ha una durata compresa fra 30 e 60 minuti e, più tardi, non richiede ricovero in ospedale.

L'impianto Bonebridge consiste di due componenti. Il primo è un dispositivo sottocutaneo (collocato sotto la pelle) si trova dietro l'orecchio e la seconda, un processore audio esterno carica cattura le onde sonore. Questi segnali sono trasmessi, attraverso la pelle, all'interno si ottiene a sua volta li portano all'impianto di osso e, attraverso di lui, alla parte interna dell'orecchio del paziente.

VANTAGGI DELL'ANESTESIA LOCALE

L'importanza dell'uso dell'anestesia locale in questi interventi, con il paziente completamente cosciente, bugie, Innanzitutto, una riduzione dei rischi che anestesia generale comporta per i coinvolti.

Inoltre, diventa una routine per la chirurgia ambulatoriale, senza la necessità di ricovero in ospedale, che cosa contribuisce a diminuire i costi della procedura. Dopo l'intervento, È necessario aspettare tre settimane per attivare l'impianto, tempo necessario per la guarigione della ferita chirurgica e remissione di edema (gonfiore).

In questa procedura, l'anestetico è infiltrata nella regione posteriore dell'orecchio, posizione dove verrà inserito l'impianto.

La realizzazione di questo intervento chirurgico con anestesia locale è stata possibile, presunto medico Manrique, Grazie a questo il team di specialisti da clinica dell'Università di Navarra ha esperienza di 20 anni nella chirurgia dell'orecchio medio con questa modalità di anestetico. “A causa di questo sfondo, Sappiamo che questo tipo di intervento con questa forma di anestesia è perfettamente eseguibile, che consente di eseguire interventi chirurgici che richiedono anche una maggiore precisione rispetto a questo tipo di impianto BoneBridge“, specialista crediti.

 

 

europapress.es [en línea]Madrid (ESP): eueuropapress.es10 nel dicembre del 2012 [Ref. 28 Novembre di 2012] Disponibile su Internet: http://www.europapress.es/Navarra/noticia-colocan-Primera-Vez-Mundo-implante-auditivo-conduccion-Osea-anestesia-local-20121128111935.html



Diossine nella gravidanza possono influenzare il sistema riproduttivo dei bambini

6 12 2012

Barcellona, 20 de Noviembre de 2012.- Las distancias anogenitales, normalmente son más largas en los niños en las niñas, sono ridotte tra i ragazzi neonati le cui madri avevano una maggiore esposizione alle diossine. Viene rivelato in uno studio, regia del Centro di ricerca in epidemiologia ambientale (CREAL) Barcellona, vi hanno partecipato 700 le donne incinte e i neonati in Grecia e Spagna.

I ricercatori concludono che la distanza ano-genitale, che è la distanza tra l'ano e il pene, è stato ridotto da circa metà mm per ogni 10 picogrammi (1 picogrammo equivale a parte un trilionesimo di grammo) di diossina per grammo di misure dei lipidi. Il Dra. Marina Vafeiadi, primo autore dell'articolo, spiega che “la distanza ano-genitale è un marcatore sensibile di endocrino e queste piccole distanze sono state associate con ipospadia (un difetto congenito dell'uretra e del pene), Criptorchidismo (Testicoli ritenuti) e anche con una qualità inferiore di sperma e di infertilità negli uomini giovani”. Infatti, Questo studio conferma umana evidenza sperimentale degli effetti delle diossine negli animali che già utilizzato il Organizzazione L'agricoltura e il cibo delle Nazioni Unite (FAO) e il Organizzazione mondiale della Salute (CHI) stabilire raccomandazioni per aspirazione umana di diossina alimenti.

Diossina e composti simili sono sostanze chimiche persistenti di sottoprodotti di processi industriali. Le principali fonti di esposizione umana sono i cibi ricchi di grassi, principalmente di origine animale come la carne, pesce e prodotti lattiero-caseari. Le diossine sono trasmesse dalla madre al bambino attraverso la placenta durante la gravidanza e dopo la nascita attraverso l'allattamento al seno.

L'uso di avanzate tecniche biomediche attivata la misurazione di diossina e composti simili nel sangue della madre utilizzando un test che ha fornito loro una stima complessiva dell'esposizione a questi composti e i livelli durante la gravidanza.

Secondo il coordinatore dello studio e direttore scientifico congiunto del CREAL, il Prof. Manolis Boada, “l'esposizione a diossine e composti correlati è stata significativamente ridotta nei paesi industrializzati negli ultimi decenni Grazie alle misure di controllo. I nostri risultati indicano, Tuttavia, efficiente controllo di composti persistenti richiede lunghi periodi di tempo per essere efficace. Lo studio è stato condotto insieme con i ricercatori dell'Università di Creta (Grecia) e l'Istituto Hospital del Mar di ricerca medico-IMIM (Barcellona).

Articolo di riferimento: In Utero Esposizione a diossine e i composti diossina-simili e distanza ano-genitale nei neonati e nei bambini. Environmental Health Perspectives.Marina Vafeiadi, Silvia Agramunt, Eleni Papadopoulou, Harrie Besselink, Kleopatra Mathianaki, Polyxeni Karakosta, Ariana Spanaki, Antonis Koutis, Leda corrias, Martine Vrijheid, Manolis Boada. http://dx.doi.org/10.1289/ehp.1205221.

Para más información o concertar entrevistas, contacte con: – Gisela Sanmartín, Jefa de Comunicación del CREAL: gsanmartin@creal.cat – Tel: 93 214 73 33 – 696 912 841. www.creal.cat.

 

Creal.cat [en línea]Barcellona (ESP): creal.cat, 06 nel dicembre del 2012 [Ref. 20 Novembre di 2012] Disponibile su Internet: http://www.creal.cat/noticies/View.php?ID = 229



Scala SRA. GAMIFICATION: Giocare per vivere di più e meglio.

3 12 2012

Scala Elena Sáenz

Diariomedico.com Chief Editor

 

 

La gamification è, con i social network e la mobili per la salute, una delle grandi scommesse nel settore sanitario per il prossimo 5 anni. È è di incorporare nell'ambito della salute il fattore giocoso proprio di loro videogiochi per incoraggiare stili di vita sano, obiettivi di prevenzione o migliorare il monitoraggio dei pazienti cronicamente malati.

Secondo un rapporto dagli Stati Uniti consulenza società Gartner, in 2015 più che il 50 per cento delle aziende hanno incorporato il Gamification nella sua strategia di fidelizzazione dei clienti e 2014 il 70 per cento avrà almeno un'applicazione basata sulla gamification.

La verità è che la gamification non è qualcosa di nuovo. Usare giochi per motivare le persone e aiutarle a raggiungere o addirittura migliorare i vostri obiettivi è una strategia molto vecchia; Tuttavia, Non era fino all'arrivo dei videogiochi e altre innovazioni tecnologiche che la gamification ha raggiunto un meritato supporto per la convalida.

Oggi è comune l'uso di applicazioni che ci fanno gli obiettivi, confrontarli con altri utenti e ci presentano sfide che dobbiamo superare, migliorando così le nostre proprie marche con un divertimento supplementare punto. Il fattore sociale nella rete è essenziale per dare un senso della competizione ed è già stato applicato con successo nel marketing, selezione del personale, gestione, la produttività e la fedeltà degli utenti, e sempre più settori sono impegnati per la gamification.

Il gabinetto non era lasciato alle spalle, e oggi hanno con diversi esempi dell'uso della gamification, Oltre ai tipici giochi che cercano di modificare i parametri relazionati al cibo e attività fisica. Specialisti della Facoltà di Scienze della salute dell'Universidad Rey Juan Carlos, Madrid, stanno lavorando sulla validazione di un protocollo di esercizi di riabilitazione basati su giochi esistenti, e il Acque vive di NISA ospedale, a Valencia, giochi per computer progettato ad hoc per la riabilitazione cognitiva.

Fuori dei nostri confini, gruppi di lavoro presso l'Università della California, a San Francisco, hanno già dimostrato che la gamification applicata alla formazione cognitiva intensiva ha effetti positivi sulla schizofrenia, e la Fondazione di mani di diabete, diretto da Manny Hernández, Egli ha messo a segno uno dei loro più grandi successi grazie a HealthSeeker, un'applicazione per i diabetici che ogni giorno si pone alcune sfide di salute. Una volta raggiunto è ricevere alcuni punti e il punteggio è segnalato attraverso le loro reti sociali (Facebook e Twitter). Inoltre, il rinforzo positivo che una persona può esercitare su altri partecipanti viene anche premiato con punti, Potenza l'interazione tra tutti i membri della Comunità.

Anche, uno dei settori più interessati allo sviluppo della gamification è gli assicuratori. Nei sistemi sanitari fondamentalmente privato, come il North American, la gamification può risparmiare molti soldi sia gli assicuratori e i datori di lavoro. Quindi, i gruppi di grandi aziende che impiegano centinaia di lavoratori nei supermercati hanno introdotto "giochi" attraverso i quali monitorare la salute dei propri dipendenti e sollevare le loro sfide o obiettivi che, una volta raggiunto, Essi traducono in una riduzione dei costi della politica o benefici economici e sociali.

Esso è pertanto, la gamification per essere visto come più appena uno strumento sociale per marketing e pubblicità; la gamification potrebbe essere il miglior alleato delle politiche di salute pubblica futura.