Cancro del pancreas di bersagli di batteri nei topi

29 04 2013

 

Una terapia sperimentale che utilizza batteri di Listeria per infettare le cellule di cancro del pancreas e consegnare i farmaci di tumore-uccisione ha indicato la promessa nei topi, dicono gli scienziati US.

 

Radioactive bacterium: Ninety per cent of mice treated with radioactive listeria showed no evidence of cancer spread after three weeks(Source: Centers for Disease Control and Prevention)

Batterio radioattivo: Il novanta per cento dei topi trattati con listeria radioattivo ha mostrato alcuna prova di cancro diffuso dopo tre settimane(Fonte: Centers for Disease Control and Prevention)

Mentre rimane sconosciuto se il metodo potrebbe funzionare in persone, i ricercatori dicono che essi sono incoraggiati dalla sua capacità di fermare il cancro ’ s diffusione.

“A questo punto, possiamo dire che abbiamo una terapia che è molto efficacia per ridurre le metastasi nei topi,” dice coautore Dr Claudia Gravekamp, professore associato di microbiologia e Immunologia presso Albert Einstein College of Medicine della Yeshiva University a New York.

La tecnica sperimentale descritto nella Proceedings of National Academies of Science funziona utilizzando una forma indebolita di Listeria, un batterio che nella sua forma selvatica può causare malattie di origine alimentare.

Il cancro del pancreas è particolarmente letale e tende a diffondersi rapidamente attraverso il corpo, da allora è spesso scoperto solo una volta che è progredito oltre il pancreas.

Pazienti non trattati di solito muoiono entro tre-sei mesi, e il tasso di sopravvivenza a cinque anni è solo quattro per cento.

Nella ricerca precedente, Gravekamp ’ s team ha scoperto che la Listeria potrebbe essere utilizzato per infettare le cellule tumorali con gli antigeni. Mentre il batterio è stato eliminato da cellule normali dal corpo ’ sistema immunitario s entro tre-cinque giorni, ha accumulato in tumori immunodepressi.

“Sulla base di questi risultati che abbiamo ipotizzato che Listeria poteva essere utilizzato per trasportare gli agenti antitumorali come radionuclidi,” scrivono.

In questo esperimento, i ricercatori hanno attaccato un isotopo radioattivo ai batteri e iniettato in topi con tumore al pancreas. Hanno trovato il radioattivo batteri infettate le cellule tumorali ma non normali cellule.

Il novanta per cento dei topi con cancro al pancreas trattati con la tecnica ha mostrata alcuna prova di cancro diffuso dopo tre settimane.

Ricercatori hanno fermato l'esperimento a 21 giorni perché è quando i topi di controllo, Chi ha avuto il cancro al pancreas, ma non sono stati trattati, ha cominciato a morire.

Il trattamento interrotto il cancro ’ s diffuso nella maggior parte dei casi, e sembrava di non avere alcun effetto collaterale indesiderato sui topi, ma più lavoro deve essere fatto per vedere se si può estendere il tempo di sopravvivenza.

“Con ulteriori miglioramenti, il nostro approccio ha il potenziale per iniziare una nuova era nel trattamento del carcinoma metastatico del pancreas,” dice Gravekamp.

 

Abc.net.au [en línea] Sydney (AUS): ABC.net.au, 29 de abril de 2013 [Ref. 23 Aprile di 2013] Disponibile su Internet:http://www.ABC.NET.au/Science/articles/2013/04/23/3743192.htm



A. Carracedo: "Solo 50% i farmaci di prima linea sono efficaci"

25 04 2013

 

Professore di medicina legale e direttore della medicina genomica dell'Università di Santiago de Compostela, Ángel Carracedo ha parlato delle sfide del futuro di farmacogenetica nell'ospedale da campo. E ' stato passato 15 nel mese di marzo in una conferenza nell'ambito dei seminari IDIBELL.

El investigador Ángel Carracedo

Il ricercatore Ángel Carracedo

Attualmente solo un 50% i farmaci di prima linea sono efficace e gli effetti avversi dei farmaci sono la quarta causa di morte negli Stati Uniti e l'ottavo in Europa. Secondo Angel Carracedo "due individui non rispondono proprio come una droga o la salute condizioni o", molto meno, in condizioni di malattia. Uno dei fattori che determinano questa risposta è genetica".

 

Conoscere la genetica del paziente potrebbe consentire di dare solo i farmaci appropriati e risparmiare gli effetti collaterali di questi farmaci che non sarebbe efficace. Infatti, come ha spiegato Carracedo, il FDA e l'EMEA (le agenzie, regolatori dei farmaci negli Stati Uniti e in Europa rispettivamente) hanno già fatto diverse raccomandazioni sul foglio tecnico di varie droghe, soprattutto la chemioterapia, in modo tale che l'analisi genetica prima la tua ricetta è necessaria. Tuttavia Carracedo ha avvertito che "non tutti i medici questa informazione li raggiunge e non sempre utilizzato correttamente".

 

"Noi dobbiamo continuare a lavorare," ha detto Carracedo "nella validazione di nuovi marcatori biologici che hanno un rapporto costo-efficacia Assumable e trovare il modo di implementare la farmacogenetica in modo più efficiente nella pratica clinica".

 

 

Idibell.cat [en línea] Barcellona (ESP):IDIBELL.catt, 25 Aprile di 2013 [Ref. 20 Marzo di 2013] Disponibile su Internet:http://www.IDIBELL.cat/Modul/noticies/es/534/ngel-carracedosolo-50-de-los-farmacos-de-Primera-linea-son-eficaces



Essi sviluppano una molecola con potenziali applicazioni nel trattamento della malattia di Parkinson

22 04 2013

Uno studio condotto da Consejo Superior de Investigaciones Científicas (CSIC) Ha sviluppato una molecola che diminuisce la neuroinfiammazione e la morte di un neurone, y modula la neuroplasticidad en la sustancia negra del cerebro, zona colpita en la enfermedad de Parkinson.

Foto: WIKIMEDIA COMMONS

Foto: WIKIMEDIA COMMONS

 

“È un potenziale nuovo farmaco per il morbo di Parkinson. Ha un innovativo meccanismo di azione che potrebbe cambiare il corso della perdita di un neurone connesso con questa malattia”, noto ricercatore all'Istituto di chimica medica Ana Martinez CSIC.

Il composto S14, che è già stato brevettato e concesso in licenza, È stato testato con successo sui topi e, in un paio di anni, Potrebbe entrare in una fase di sperimentazione cliniche umana, come spiegato dal CSIC

Secondo lo studio, che sono stati presentati alla XI Conferenza internazionale sul morbo di Alzheimer e di Parkinson a Firenze (Italia), la S14 è in grado di indurre la formazione di nuovi neuroni dopaminergici nei topi danneggiati da 6-hydroxydopamine, la neurotossina più impiegato nello sviluppo di modelli sperimentali di morbo di Parkinson in roditori.

Oggi il trattamento di questa malattia è palliativo e tende a sostituire l'azione dei neurotrasmettitori perdute attraverso la somministrazione di l-dopa e altri agenti, con l'obiettivo di aumentare il livello di dopamina e i suoi effetti.

I ricercatori sottolineano che il principale problema relativo a questo trattamento è che l'uso prolungato di l-dopa produce movimenti anomali, involontari nei pazienti, Cosa peggiore qualità della vita.

La licenza di sfruttamento è stata acquisita da Araclon Biotech, azienda Grifols; Mentre lo sviluppo preclinico del nuovo farmaco è stato parzialmente finanziato da un progetto INNPACTO programma di partenariato pubblico-privato.

“Visti i buoni risultati ottenuti nei topi, sono iniziati i lavori di sviluppo preclinico, al fine di richiedere l'autorizzazione per, in un paio di anni, inizia la fase clinica in esseri umani”, Aggiunge il ricercatore.

Malattia di Parkinson è una malattia neurodegenerativa in cui dopaminergico neuroni sono progressivamente perduti e la causa che lo produce è sconosciuta per ora.

Gli effetti di malattia uno in ogni mille persone in tutto il mondo ed è la seconda più frequentano nella malattia neurodegenerativa anziani, superata solo da morbo di Alzheimer.  In Spagna, Secondo i dati della società spagnola di neurologia, Ci sono alcuni 150.000 affetti da questa malattia.

I sintomi principali sono disturbi del movimento, come un tremore a riposo, rigidità muscolare e lentezza dei movimenti.  Anche altri sintomi come la perdita cognitiva associata, disturbi del sonno e depressione, tra gli altri.

 

Europapress.es [en línea] Madrid (ESP): europapress.es, 22 de abril de 2013 [Ref. 10 Aprile di 2013] Disponibile su Internet:http://www.europapress.es/Salud/noticia-desarrolla-molecula-aplicaciones-potenciales-tratamiento-Parkinson-20130410110546.html



Primi risultati del progetto aiuto per trattare il morbo di Parkinson

18 04 2013

Telefónica, il Consorzio di salute di Garraf e l'Universitat Politecnica de Catalunya · Barcellona Tech (UPC) Abbiamo presentato, nell'ambito della giornata internazionale della malattia di Parkinson, i primi risultati del progetto aiuto. L'obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita di chi soffre di Parkinson attraverso un sistema di monitoraggio e farmaco a distanza in tempo reale. La prima fase del progetto si è concluso con un pilota su sette pazienti, Sei di loro in Spagna.

 

Una persona se coloca el sensor pegado a su cuerpo.

Qualcuno ha messo il sensore collegato al tuo corpo.

Il sistema controlla i sintomi dei pazienti in tempo reale e dato il farmaco necessario secondo i sintomi

 

Il sistema di aiuto è costituito da un piccolo sensore portatile, Cattura i movimenti del paziente, e una pompa sottocutanea, che gestisce il farmaco per il controllo della malattia. Il sensore rileva il peggioramento del paziente e informa il sistema che, tramite telefono cellulare, Dà pompa droga istruzioni per aumentare la dose e trattare i sintomi. Quando il paziente migliora, la dose di farmaco somministrato dalla pompa ritorna normale.

 

Così il paziente riceve sempre la dose necessaria in tempo reale per trattare i sintomi correlati alla malattia. Le informazioni del sensore e le reazioni del paziente prima del farmaco vengono inviati ad un centro di assistenza, anche facenti parte del sistema. Poiché questo centro di assistenza, i medici possono controllare i dispositivi tramite Internet e osservare l'evoluzione dei pazienti che li usano, come interagire con il paziente e di intervenire nei casi dove è necessario.

 

Attualmente non esiste alcun trattamento per questi pazienti che risolvere i sintomi solo quando si verificano. Di solito, è prescritto a pazienti un modello fisso di farmaco. Questo non è sufficiente a controllare i sintomi in certi momenti e, D'altro canto, è eccessiva in altri, modo che i pazienti possono sperimentare gli effetti negativi. Con questo progetto, Funziona in modo dinamico e in tempo reale a seconda dei sintomi che notevolmente migliora la qualità della vita del paziente.

 

Questo progetto è il risultato del lavoro di un consorzio europeo, guidato da Telefonica e partecipato da istituzioni e aziende tedesche (HSG-IMIT e Neusta), Israeliti (Nevet ho Peh-Med), Italiano (Telecom Italia e l'Università di Palermo) e spagnolo, come sono Telefónica I d , il centro di ricerca tecnologica per la vita autonoma e dipendenza (TCDC) l'UPC e il Foundation Hospital Comarcal Sant Antoni Abat de Vilanova i la Geltrú (Barcellona).

 

La prima fase del progetto è già stata completata con un pilota su sette pazienti, Sei di loro in Spagna. Le esperienze pilota in Spagna è iniziata nel novembre del 2012 e si è conclusa nel marzo del 2013. In quattro dei sei pazienti sono apprezzati vantaggi significativi. Due di loro, costretto a utilizzare le iniezioni di “salvataggio”, hanno visto come è stato ridotto il numero di questi e gli altri due hanno aumentato considerevolmente il tempo senza sintomi. Il ricercatore da UPC è Joan Cabestany, Direttore del TCDC.

 

Upc.edu [en línea] Barcellona (ESP):UPC.eduu, 18 de abril de 2013 [Ref. 11 Aprile di 2013] Disponibile su Internet: http://www.UPC.edu/saladepremsa/saladepremsa/al-dia/MES-noticies/se-presentan-los-primeros-resultados-del-Proyecto-Help-para-tratar-El-Parkinson



Sanità digitale potrebbe risolvere la carenza di cure primarie, Analista di Frost dice

15 04 2013

Se tecnologie sanitarie digitale prende tenere il modo che molti credono che lo faranno, gli Stati Uniti. Potresti non avere più preoccuparsi per una pressatura carenza di medici di assistenza primaria, progettato dall'associazione delle università mediche americane per raggiungere 65,800 medici di 2025.

"Ci sono un sacco di modi per fornire cure primarie,"spiega Greg Caressi, vice presidente senior per la sanità e scienze della vita presso la ditta di analisi di mercato Frost & Sullivan. Una funzione fondamentale delle cure primarie è a schermo per determinare se un paziente ha bisogno di vedere uno specialista. I fornitori di tecnologia e midlevel remoti sono più che sufficienti per la valutazione e test, Egli dice.

Caressi notato che Vinod Khosla, co-fondatore di Sun Microsystems, predetto l'anno scorso che la tecnologia alla fine potrebbe sostituire 80 per cento dei medici. Organizzazioni di cura responsabile e altri pagamenti riforme – così come cambiando le preferenze dei consumatori – stanno per forza le organizzazioni sanitarie di rivalutare come recapitano cura nei prossimi anni dozzina o giù di lì, secondo Caressi.

Caressi condiviso queste idee al gelo & Sullivan XVIII borsa annua esecutivo su dispositivi medici il mese scorso e ha parlato a MobiHealthNews questa settimana.

"Alcuni aspetti business davvero bisogno di cambiare radicalmente,"Caressi dice. "Se gli ospedali stanno per sopravvivere, si sta andando ad avere sfruttare la telemedicina".

E produttori di dispositivi medici stanno per avere attenzione, ha aggiunto. Parecchie aziende del dispositivo sono contemplando solo le modifiche incrementali in consegna di cura, dice Caressi.

"Il mondo è cambiato e ha cambiato il modo persone ottenere informazioni,"egli continua. C'è una forte opportunità per fornitori di assistenza sanitaria raggiungere i giovani adulti e gli altri in salute generalmente buona, che non potrebbe preoccuparsi vedendo un medico particolare come possono ottenere assistenza quando ne hanno bisogno.

Questo è simile al modello di Kaiser Permanente, dove i pazienti sono legati a una clinica, piuttosto che un medico di assistenza primaria singola, Note Caressi.

Questo concetto può sembrare in conflitto con la casa medica centrata sul paziente, che sottolinea la cura coordinamento assicurandosi che i pazienti hanno una "casa" per tutte le esigenze della loro assistenza sanitaria, nella forma di un medico di assistenza primaria. "Questo è quasi incompatibile con che,"Caressi dice, ma lui chiede una domanda importante: "È il medico di assistenza primaria il mozzo o cure primarie il mozzo?”

Nella sua visione, cure primarie, non il medico, è la messa a fuoco, e l'individuo più importante nell'intera equazione è il paziente.

Anche se non ha detto questo nel suo discorso il mese scorso, Caressi racconta MobiHealthNews che electronic health records e l'interoperabilità dei dati sanitari sottendono questo concetto perché i medici hanno bisogno di informazioni precise per prendere decisioni informate. Avendo una completa anamnesi del paziente, Medical record, dati da dispositivi di monitoraggio remoti e supporto alle decisioni cliniche rende più facile e più sicuro per la cura per i pazienti, Egli spiega.

Caressi dice ai medici di tutti i livelli è necessario praticare nella misura delle loro licenze, i medici per i compiti più difficili di risparmio. Egli dice che gli ospedali hanno dato lip service a questa idea, «ma potevano fare di più». Questo include beefing up servizi di telemedicina e affidamento più su call center gestito da infermieri per allargare l'accesso per la cura e gestire grandi pannelli di pazienti.

"Se si desidera maggiore touch a basso costo, è necessario sfruttare la tecnologia,"Caressi dice.

 

mobihealthnews.com [en línea] Mebane, NC (STATI mobihealthnews.commobihealthnews.com, 15 de abril de 2013 [Ref. 04 Aprile di 2013] Disponibile su Internet:http://mobihealthnews.com/21454/Digital-Health-could-solve-Primary-Care-shortage-Frost-Analyst-Says/



Un neuronavegation virtuale per la ricerca sul cervello

11 04 2013

Dynamics del cervello, un spin-off dell'Università di Malaga, Ha sviluppato un sistema di neuronavigazione che consente una ricostruzione tridimensionale del cervello. Lo strumento sarà facilitare la ricerca e l'insegnamento sul cervello e contribuire a rendere meno invasive operazioni al cervello, più efficiente e sicura per il paziente, Secondo i responsabili del progetto.

 

L'azienda Dynamics del cervello, un spin-off l'Università di Malaga, specializzata in neuroscienze e ICT, Ha sviluppato un sistema di neuronavigazione che consente una ricostruzione tridimensionale del cervello. Il progetto è stato finanziato dalla società tecnologica dell'Andalusia (CTA).

Secondo Antonio Garcia Linares, Direttore di esso spin-off, il nuovo strumento sarà facilitare la ricerca e l'insegnamento sul cervello e aiuta anche che l'intervento chirurgico al cervello è meno invasivo e più sicuro, Dal momento che esso permetterà i chirurghi 'entrare' cervello del paziente e vedere quali sono le vie chirurgiche più adatte per danneggiare il meno possibile.

"Il chirurgo può pianificare l'intervento anche all'interno della stessa sala operatoria. Utilizzando questo strumento, Si può vedere se sei sulla strada giusta in termini di approccio che ha pianificato", in evidenza.

Inoltre, il nuovo sistema di neuronavigazione ha come valore aggiunto integrazione con il database di conoscenza, anche sviluppato dalla società, Esso riunisce e dialoga più importanti dati circa il cervello da fonti bibliografiche, connessioni tractograficas (Tratti neurali), Studi funzionali, Modelli alfa, ecc., e li interpreta secondo i criteri della evidence-based neuroscienze, spiega il direttivo.

 

Flusso di dati

Questo flusso di dati permetterà di consultazioni, confronto con i casi precedenti, ottenere la diagnosi e l'analisi dell'evoluzione di una malattia, tra le altre opzioni.

Garcia indica che le applicazioni del sistema nel campo dell'insegnamento, gli studenti possono avere un cervello con una capacità di informazione e conoscenza aggiuntiva che non esisteva prima di. Nella ricerca, il neuronavegation è uno strumento fondamentale che integra tutti gli articoli che sono stati pubblicati finora su questo argomento.

Questo progetto ha contato con la collaborazione del gruppo di intelligenza computazionale presso l'Università di Malaga, così come l'ospedale regionale Universitario Carlos Haya di Málaga, e Università e Politecnico di ospedale la Fe de Valencia.

Il progetto Dynamics del cervello è parte dell'intorno 50 iniziative nel settore della biotecnologia finanziata fino ad oggi dalla società tecnologica dell'Andalusia, Egli considera questo settore come uno dei suoi sette aree strategiche.

 

 

Agenciasinc.es [en línea] Madrid (ESP): agenciasinc.es, 11 de abril de 2013 [Ref. 05 Aprile di 2013] Disponibile su Internet:http://www.agenciasinc.es/Noticias/Un-neuronavegador-virtual-para-la-investigacion-del-cerebro



Il 11% di errori derivanti dal record clinico digitale nuoc il paziente

8 04 2013

La m-salute sono tra le principali novità tecnologiche del mondo

 

Javier Barbado. Madrid

Il 11 per cento degli errori della tecnologia dell'informazione di salute (Health Information Technology o colpito, nella sua espressione inglese) È associato con danni ai malati (e è ha record di quattro decessi correlati con il loro uso sbagliato), Secondo un articolo scientifico che cita noi Agenzia di valutazione FDA (Food and Drug Administration) di cui è fare eco, allo stesso tempo, l'Istituto di medicina e il Instituto ECRI dello stesso paese, nel caso di quest'ultimo attraverso la relazione di nuove tendenze in materia di salute tecnologia pubblicati nel primo trimestre di ogni anno e ha avuto accesso Medical writing.

 

In questo documento, il registro elettronico dei dati appare al primo posto nella classifica dei dieci elementi tecnologici più noti nel campo della salute. È seguita dalla telemedicina o m-salute, la comprensione di tutti questi dispositivi a sostegno della pratica medica in lontananza come il smartphone e il Tablet. Compaiono anche come nuova chirurgia bariatrica e lo screening del cancro del polmone mediante tomografia computerizzata a basso dosaggio, come hanno sottolineato fonti della società spagnola di Elettromedicina e ingegneria Electromedica (IEEE), che evidenziano anche l'inclusione nella "Top 10 Suite Watch List "- come si chiama la lista dell'Istituto - tecnologie già inclusi nelle precedenti edizioni, caso di allarmi o di gestione dei record mediche elettronica, aspetti che continuano ad occupare un posto importante nella gestione delle organizzazioni di salute.

Per quanto riguarda il colpo, il rapporto dell'ECRI ricorda i risultati del documento che l'entità pubblica ogni anno troppo (di solito nel mese di dicembre) e che analizza, in effetti, gli errori più frequenti nel campo della sicurezza del paziente (“Analisi PSO Deep Dive”). In questo modo, il corpo americano - che ha di 250 i lavoratori a tempo pieno e gode di grande prestigio nella comunità scientifica internazionale - riassunte in cinque principali eventi avversi correlati al registro elettronico dei dati sanitari (in ordine di frequenza): inadeguata trasferimento tra questo tipo di sistemi operativi di tecnologia; immissione dei dati di input o errati; Errori nella configurazione del sistema; recupero dati difettoso e incidente nella funzionalità della software.

Questi cinque errori di gestione e lo scambio di informazioni sanitarie rappresentano il 64 per cento di tutti gli incidenti rilevati nell'analisi (211 falle di sicurezza). Il più recente documento dell'ECRI rivela anche che, Nonostante la difficoltà di misurare accuratamente, l'applicazione del colpo riduce gli effetti negativi dei farmaci e l'iatrogena, ma poi considera se la rapida proliferazione di questa tecnologia medica e calcolo conduce a "nuove opportunità" per gli errori.

 

In questo contesto, il Presidente della Seeic, Licinio Jesus Manzanares, non esita a dichiarare per Medical writing sua convinzione che, almeno in Spagna, traboccante di tecnologie sanitarie anticipo ha colto alla sprovvista del settore, Poiché i professionisti assistenza spesso mancanza specifica formazione per approfittare di loro, e, D'altro canto, "tecnologi e tecnici non sono valutati per farlo, Quando la nostra preparazione ci mette nell'ideale per questa posizione". Licinius Manzanares sostiene perché la creazione di comitati multidisciplinare in cui quest'ultimo gioca un ruolo prominente, Dal, a suo parere, reti e agenzie di valutazione centrale e autonomica tecnologia "non sono né efficiente, né efficace perché", o non si consiglia, neanche essi sono manipolati dal punto di vista politico", ciò che costituisce "una barriera ad incorporare la tecnologia e per misurarla nel sistema sanitario nazionale".

Sale operatorie ibride e attrezzature

Il rapporto dell'ECRI include anche tra le dieci tendenze dei più influenti nella tecnologia di salute di cardiochirurgia mini-invasiva; l'immagine nell'area chirurgica; l'utilizzo ibrido di PET e il signor (risonanza magnetica e la tomografia ad emissione di positroni, cui elenco di inclusione di quest'anno è una novità); impianto di pacemaker; e la radiazione dosato secondo i parametri di sicurezza del paziente. Quanto riguarda la chirurgia mini-invasiva, fonti della IEEE - che, per anni, fatta la propria interpretazione dei risultati della classifica dell'entità degli Stati Uniti - hanno evidenziato che, negli ultimi anni, sono stati fatti grandi progressi in questo campo che hanno generato benefici significativi in molti aspetti, ad esempio la diminuzione nel tempo dell'ammissione paziente, recuperi più veloce e una riduzione complessiva dei costi. E includono "ibrido sale operatorie" perché "rappresentano lo strumento principale per effettuare questo tipo di interventi".

Essi sottolineano inoltre che il documento dell'ECRI ripensa problemi come quando e in che tipo di salute sono necessari centri evidenzia progressi tecnologici. E avverte di radiazioni in alcuni sovraesposizione delle procedure e la necessità di monitorare la dose prescritta di monitoraggio.

La stessa istituzione in Spagna

"In Spagna c'un corpo che svolge un ruolo simile all'Istituto ECRI, imparziale, asettico e realistico, tale misura, valutato, e, infine,, modificare l'attuale modello di valutazione della tecnologia sanitaria. Questo corpo deve svolgere, tra le altre misure, un'analisi del rapporto costo-efficacia del processo come un intero e un cambiamento di paradigma verso un'agenzia responsabile per questo tipo di analisi", Completò Licinius Manzanares.

 

 

redaccionmedica.com [en línea] Madrid (ESP): redaccionmedica.com, 08 Aprile di 2013 [Ref. 13 Marzo di 2013] Disponibile su Internet:http://www.redaccionmedica.com/secciones/tecnologia/El-11-de-errores-por-mal-uso-de-datos-de-Salud-electronicos-Dana-al-paciente-2009



Stampanti 3D: applicazioni in salute

4 04 2013

Il voce di ieri Abbiamo finito con una serie di domande relative al rapporto tra il mondo della salute e 3D stamparlo in realtà sta facendo un oggetto reale da una serie di sostanze e di un modello tridimensionale virtuale che contiene il codice di modello.

Parlare della possibilità di creare modelli in 3D dei pezzi di anatomia (qualcosa di semplice, dato che queste parti sono realizzate in resine e polimeri) ma possiamo fare le cose più complesse che oggi sono già una realtà.

Pochi mesi fa siamo stati eccezionali per Liam, un bambino nato in Sud Africa che era nato con la sindrome di Amniotico costrizione bande o Complesso di ADAM. È una sindrome congenita dove sono gravi malformazioni degli arti.

Liam è una notizia come hanno fatto per una protesi funzionale della mano progettata attraverso il software gratuito e realizzato con un sistema di stampa in 3D.

Tutto è cominciato durante l'anno 2011. Richard Van come dopo un incidente aveva perso alcune dita della sua mano e la sua assicurazione non copriva una protesi. Ivan Owen ha creato un modello di mano robotica per una convezione di appassionati di fantascienza.

Owen ha pubblicato un video su YouTube che mostra questo modello (un virale con più di 1 milione di visite accumulate)

La madre di Liam vide il progetto e messo in contatto con Van come e, tra i due, hanno sviluppato la mano di Liam.

Lo sviluppo di protesi è qualcosa di semplice e che potrebbe ridurre i costi di loro se sono state fatte da questa tecnica di stampa, ma alla fine sono modelli meccanici.

Che cosa accadrebbe se potremmo stampare tessuti? potrebbe essere una soluzione per creare pelle artificiale? Abbiamo potuto stampare celle? e codice genetico??... lasciate la vostra immaginazione Vola.

 

Pubblicato il 7 marzo, 2013di Jose F. Avila

Nuevastecsomamfyc.WordPress.com [en línea] Madrid (ESP): nuevastecsomamfyc.WordPress.com, 04 Aprile di 2013 [Ref. 08 Marzo di 2013] Disponibile su Internet: http://nuevastecsomamfyc.wordpress.com/2013/03/08/Impresoras-3D-Aplicaciones-en-Salud/



VALDERAS Dr: Quando quello che hai sono esiti di salute del paziente: un saggio di utopia?

1 04 2013

 

Valderas Jose M

Direttore del gruppo di ricerca nella politica di salute e servizi del dipartimento delle cure primarie, presso l'Università di Oxford.

 

 

Il servizio sanitario nazionale britannico (Servizio sanitario nazionale (NHS)) È impegnato in un'iniziativa unica al mondo nel campo dei risultati paziente-riferiti (paziente ha segnalato i risultati) noto come il programma di PROMS (da misure di risultato segnalato del paziente). Per la prima volta, la solita retorica circa l'importanza di queste misure ha dato via ad un ambizioso progetto cui visione a lungo termine è che estendere il loro impiego a tutti i settori dell'assistenza sanitaria ove possibile.

Da 2009, misure raccolte di risultati riferiti per tutti i pazienti e quattro procedure chirurgiche elettive finanziate dal SSN, che essi siano eseguite negli ospedali pubblici e privati. È attualmente in espansione di fase test pilota a procedure di rivascolarizzazione coronarica, cancro, malattia cronica nelle cure primarie e demenza. Il Regno Unito è posizionato in questo modo ancora una volta come punta di diamante e autentici idee in laboratorio di ricerca di salute servizi, quasi un decennio dopo l'implementazione del sistema di incentivazione di cure primarie conosciuto come la qualità e il quadro dei risultati.

 

Seguendo le orme del precedente programma, una delle caratteristiche chiave dell'iniziativa PROMS sta nel fatto che gli obiettivi sono focalizzati sull'uso di informazioni per favorire il miglioramento della qualità della cura nel suo complesso. Essa si basa pertanto su informazioni aggregate (da professionista, Centro e zona sanitaria), Ma anche se si stanno esplorando le applicazioni di tali informazioni come supporto di settori diversi come la valutazione delle tecnologie sanitarie e alla redazione dei contratti tra i gruppi di cure primarie e fornitori di servizi sanitari di secondo livello, Attualmente non esiste alcun piano per far avanzare l'uso clinico delle informazioni. E ancora si tratta di una limitazione che necessariamente deve essere visto dall'iniziativa del proprio professionista, per superare il divario tra una valutazione di indicatori e una pratica clinica in cui queste informazioni sono assente.

 

In questi problemi si attuazione è assolutamente fondamentale e nel termine di anni scarsi può sapere se è ha conosciuto estrarli massimi frutti di questa opportunità ed è prepara il terreno per la sua applicazione ad altri zone e paesi o se al contrario si impone un tempo più dura realtà di esso resistenza al cambiamento nella pratica clinica con sede alla scarsa applicazione delle loro migliori idee.

 

 

 

Per saperne di più:

 

http://www.ic.nhs.uk/proms

 

http://www.kingsfund.org.uk/publications/getting-most-out-proms