BENEFICI DELL'INNOVAZIONE TECNOLOGICA IN SANITÀ

30 12 2013

Uno studio condotto in otto paesi, ha rilevati che il 70 % degli intervistati sarebbero stati confortevole utilizzando sensori di WC, sensori in bottiglie di medicina o salute inghiottito monitor per raccogliere informazioni sanitarie personali.

 

L'indagine, svolte dall'agenzia di ricerche di mercato Penn Schoen Berland e sponsorizzato da Intel, Ha anche mostrato che la maggioranza delle persone crede che l'innovazione tecnologica rappresenta la soluzione più valida per curare malattie mortali, ancora di più per aumentare il numero di medici o aumentare il budget di ricerca.

Anche, intervistati ha dichiarati di essere a suo agio con l'idea di formare parte di recensioni remoti tramite teleconferenza. Infatti, il 72 % Ha detto di sostenere l'idea di collegare in remoto con il medico attraverso tecnologie di comunicazione e si sentono più confortevole usando tecnologia da casa nel proprio corpo invece di andare dal medico.

Più della metà degli intervistati (57 %) ritiene che, alla fine, ospedali diventerà obsoleti e la maggior parte della 80 % Ha detto che condividono informazioni in forma anonima per ridurre i costi sanitari e migliorare i servizi e trattamenti.

Intel Si dice che lo studio rivela che la maggior parte delle persone desidera servizi sanitari personalizzati, basato sul loro comportamento e biologia, che fornisce la possibilità di ottenere assistenza sanitaria in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento.

 

 

Cioal.com [en línea] Doral, FL (STATI UNITI D'AMERICA): cioal.com, 30 de diciembre de 2013 [Ref. 11 nel dicembre del 2013] Disponibile su Internet: http://2013/12/11/Beneficios-de-la-innovacion-tecnologica-en-la-Salud/ www.cioal.com/



Alla fine della clinica?

26 12 2013

Le meraviglie della tecnologia medica, la presenza di avvocati tra medici e pazienti al fine di dirimere le controversie, l'arroganza di assicurazione sanitaria, informazioni, a volte la disinformazione, offerto in “Medica Internet” e il peso delle aziende farmaceutiche sono, oggi, fattori onnipresente e onnisciente in medicina. La somma di questi fattori ha degradato la figura del medico, il lavoro intimo della medicina - il rapporto medico-paziente- e ridotta alla clinica al minimo. Danno nell'esercizio clinico deriva dagli elementi suddetti, e di attaccamento sempre più scarsa e l'interesse di insegnanti e programmi accademici in favore della clinica.

Tecnologia medica è molto redditizio dal punto di vista finanziario e glamour; Avvocati in cerca di guadagni economici succose per i malati; assicurazione legare le mani dei medici, e soffocare e trarre in inganno i pazienti; “Medica Internet” confuso, spaventa e semina diffidenza e farmaceutico sedurre alcuni medici, e, da allora spendono molto in pubblicità sono farmaci più costosi, Oltre alla offerta di prodotti non sempre buono come dicono. Si può fare ben poco contro quel duro e complesso clinica Web.

La parola clinica viene dalla greca kline, - letto. Vecchi insegnanti insegnati medicina ai piedi del letto. Questi insegnanti ripetono all'infinito, “i migliori insegnanti sono malati”. I malati sono insostituibili guide. Ascoltarli, toccarli e chiedere che il necessario tende ad essere sufficienti per individuare la diagnostica. Accanto ai malati c'è buona medicina; accanto al letto è conosciuto che cosa accade alla persona. La pratica clinica, Anteprima, tocco, Osservare, Esso tende a scomparire, proprio perché sono cambiate le priorità medicale. L'intrusione dei fattori indicati al primo comma ha sostituito il fondamentale rapporto medico-paziente da sempre più indispensabili studi di laboratorio e armadio, sempre più abbagliante e accurata.

Trenta o più anni sono passati da quel Franz Ingelfinger, Redattore del “New England Journal of Medicine”, una delle più prestigiose riviste mediche, Egli ha avvertito che se gli avvocati sono interposta tra medici e pazienti, medicina, e soprattutto il rapporto tra pazienti e medici, subirebbe gravi conseguenze. Poco dopo, Thomas Szasz, Professore emerito all'Università di Siracusa, e uno dei promotori del termine “medicalizzazione della vita”, Ha criticato l'influenza della medicina moderna nella società. Szasz, ammirevole iconoclasta, schietti; sua posizione è rotonda: “Teocrazia è regola di Dio, la democrazia è la regola della maggioranza e la farmacracia regola di medici e medicina”. Sia Ingelfinger e Szasz ha dato il bianco. Il farmacracia, tecnocrazia medica, e il abogacracia - lingua ha limiti-, sono fattori che minacciano l'esercizio clinico. Il problema è immenso ed è improbabile che questa tendenza si è invertita.

Tecnologia medica, avvocati, “Medica Internet”, aziende farmaceutiche e assicurazione medicale, Essi costituiscono un fronte Impossibile superare. Ognuno di loro, separatamente, è sufficiente spingere la clinica; loro somma è mortale. Quei flagelli, Disinteresse dei programmi in diretta dalla clinica, e il contatto sempre più piccole tra giovani medici e pazienti sono il certificato di morte clinica.

La crescente insoddisfazione dei pazienti viene, soprattutto, mancanza di ascolto al medico, vale a dire, dalla sua aderenza nerboruto di clinica. Quando si parla di pazienti e malattie, Non ci dovrebbero essere molte differenze tra le manovre dei vecchi medici, ha colpito l'orecchio sul retro dei pazienti ad ascoltare a loro e quindi a determinare l'origine del male, con il bianco della carta clinica contemporanea, cui obbligo primario dovrebbe essere ascoltare la narrazione che il paziente farà il vostro torto. Stetoscopi moderni sono meglio che realizzato Teófilo Laennec (1761-1826), Chi, prima di inventare lo stetoscopio, colpire l'orecchio al corpo del malato.

Non c'è nessun perché arrendersi per l'assalto che soffre la clinica. Non c'è nessun motivo essere ingannato: così come il vecchio tempo rimane simile al nuovo tempo, il malato, ieri, sono molto simile a oggi. Tutti vogliono sentire loro. Tutti pensare e sapere che la guarigione comincia sono attraverso le parole, le sue parole. Le parole che costruiscono la letteratura della malattia e costituiscono i semi della clinica. Se i medici non sono in grado di reinventare l'ascolto, posteriore e di lavoro accanto al letto, la clinica, e il rapporto tra medici e pazienti, essi continueranno a deteriorarsi.

(Medico)

 

DI: ARNOLDO KRAUS

Elsiglodetorreon.com.MX [en línea] Mexico DF (MEX): elsiglodetorreon.com.MX, 26 de diciembre de 2013 [Ref. 15 nel dicembre del 2013] Disponibile su Internet: http://www.elsiglodetorreon.com.mx/ noticia/943340.fin-de-la-clinica.html



Psiconnect: piattaforma di comunicazione in psichiatria

23 12 2013

Il progetto, denominato Psiconnect, Prometeo ha guadagnato una delle borse di studio della quinta edizione del programma

 

Isabel de la Torre Díez

Isabel della torre dieci

 

La psichiatria è una specialità nella quale le ICT non sono ancora molto presente, Pur avendo un grande potenziale di applicazione. Per questo motivo, lo studente dell'Università di Valladolid Diego Velasco Morejon ha sviluppato un piattaforma software di cui lo scopo è la comunicazione tra personale medico, operatori sanitari e pazienti con problemi psichiatrici. Il progetto, denominato Psiconnect, Prometeo presso l'Università di Valladolid ha ottenuto una delle borse di studio della quinta edizione del programma, cui obiettivo è quello di proteggere i risultati dei progetti e dei prototipi innovativi sviluppati dagli studenti dell'Istituto di istruzione.

 

Lavoro del tutor, il professore del dipartimento di segnale teoria e comunicazioni e ingegneria telematica Isabel della torre dieci, spiegato in parole raccolti da DiCYT che oggi "molte persone hanno depressioni come problemi psichiatrici o problemi di schizofrenia", e tuttavia psichiatria "è una specialità dove ci sono pochissime piattaforme sociali".

 

Da qui l'idea di sviluppare Psiconnect, una piattaforma online "per la comunicazione tra psichiatri, operatori sanitari e pazienti in diretta, "distanza e condivisione di tutti i tipi di informazioni e risorse relative alla psichiatria". "Sta fornendo un servizio di comunicazione in un settore come quello della psichiatria, dove una piattaforma di questo tipo è molto necessaria. È anche uno strumento che, utilizzati in un'organizzazione, Può essere molto utile sia per il paziente e personale medico e con una grande proiezione del futuro", assicura.

 

La piattaforma, disponibile sia per fisso dispositivi come mobile, Esso mira a fornire, infine, gli utenti "comodità ed efficacia", che permette la consultazione della seconda opinione medicale, la soluzione di distanza dei dubbi tra operatori sanitari e tra pazienti, e anche la diagnosi e il trattamento di distanza.

 

"La piattaforma consente che entrambi fanno terapie on-line come un diretto follow-up di pazienti con problemi psichiatrici. Tra i servizi offerti sono notizie, dove il personale medico può condividere pubblicazioni; una sezione risorse, che libri o articoli possono condividere in versione online e fisica, una serie di forum di discussione, Messaggistica, chat e videochiamata, per produrre terapie on-line è possibile attraverso la piattaforma in qualsiasi dispositivo fisso o mobile", accurata.

Come ha sottolineato il tutor, basato su questo lavoro che lo studente ha effettuato la piattaforma, Diego Velasco Morejon, È attualmente nel Regno Unito lavorando in un progetto di sviluppo software, in particolare nel campo delle applicazioni mobili.

 

Protezione dei risultati

 

Un totale di 11 iniziative sviluppate dagli studenti sono state protette da proprietà intellettuale o brevetto nella quinta edizione del programma fellowship Prometeo presso l'Università di Valladolid, cui scopo è la protezione di progetti innovativi sviluppati da studenti dell'Università. Del totale di 11 progetti selezionati, Sei (tre di Università di Valladolid, due di Segovia e Palencia Campus campus) essi corrispondono al software e sono stati iscritti nel registro della proprietà intellettuale.; mentre cinque (quattro università di Valladolid e uno dei campus di Palencia) Essi sono protetti da brevetto opere.

 

Ognuna delle sovvenzioni Prometeo è dotato di 500 euros (nel caso del software) e 1.000 euros (nEURso di brevetti). Oltre alla protezione delle opere, gli studenti ricevono una formazione specifica nel campo della proprietà industriale e intellettuale. Programma di borse di studio di Prometeo è parte del progetto di trasferimento di conoscenza Università (T-CUE), finanziato dalla Junta de Castilla y León nel quadro della strategia dell'Università-azienda 2008-2013, e coordinato dalla Fondazione Università e istruzione superiore in Castilla y León (Fuescyl).

 

 

Salamanca24horas.com [en línea] Salamanca (ESP): salamanca24horas.com, 23 de diciembre de 2013 [Ref. 15 nel dicembre del 2013] Disponibile su Internet: http://local/100220-una-Plataforma-para-Comunicar-a-Medicos-cuidadores-y-pacientes-con-Problemas-psiquiatricos www.salamanca24horas.com/



Pediatria: Biomarcadores pronóstico en niños en estado crítico

19 12 2013

Uno studio effettuato in terapia intensiva pediatrica ospedale Gregorio Marañón e la HUCA collega il livello dei biomarcatori diversi con il rischio di mortalità.

 

Ottenere una rapida e accurata diagnosi è essenziale nei casi in cui un bambino entra in un ospedale con una grave malattia. Ricercatori della Università di Oviedo, Ospedale Universitario centrale de Asturias (HUCA) e il Ricerca salute Gregorio Marañón a Madrid Essi hanno avanzato nel processo di validazione nella pratica clinica di alcuni biomarcatori che avvertono di un aumentato rischio di mortalità nei bambini ammessi in terapia intensiva. Test condotti a più di 250 Pazienti pediatrici ricoverati in condizioni critiche hanno permesso di dimostrare che i livelli di ciascuna di questi quattro marcatori consentono di stabilire la migliore prognosi e rischio di mortalità da questi piccoli pazienti.

 

La prestigiosa rivista Critica di cura appena pubblicato le conclusioni dello studio sviluppato nel corso di un anno e mezzo in terapia intensiva pediatrica di entrambi gli ospedali e coordinato dal professore del dipartimento di medicina dell'Università di Oviedo, Re corsino. Il lavoro è stato sviluppato con il supporto della Fundación Ernesto Sanchez Villares ed Enterprise Thermofisher-Brahms.

 

La possibilità di individuare i pazienti con aumentato rischio di morte nelle prime ore di entrata attraverso biomarcatori può essere utile per effettuare un monitoraggio completo e trattamento più intensivo che favorisce il recupero dello stesso. La ricerca ha trovato che la presenza di livelli elevati di alcuni indicatori in bambini in stato critico avvertimento circa un aumentato rischio di mortalità. I medici hanno concentrato la loro analisi su quattro biomarcatori: Procalcitonina, Pro-adrenomedullina, Pro-endotelina e proteina C - reattiva.

 

“Un esame del sangue effettuato nelle prime ore dopo l'ammissione in terapia intensiva pediatrica aiuta a prevedere la gravità di questi bambini.”

 

Più di un decennio fa quella squadra Corsino re lavora sull'analisi della Procalcitonina come marcatore per avvertire l'esistenza di un'infezione o infiammazione nel corpo. Ricercatori presso l'Università di Oviedo sono stati pionieri nell'uso di questa molecola come biomarker per rilevare problemi di infiammazione o infezione più facilmente.

 

Nel caso dei Pro-adrenodulina e Pro-endotelina, Entrambi danno il suono dell'allarme sull'esistenza di un problema all'interno di copertura dei vasi sanguigni. Per parte sua, il Proteina C - reattiva utilizzata come marcatore di infezione per anni in terapia intensiva pediatrica.

 

Il passo successivo nella ricerca è quello di analizzare l'impatto dell'evoluzione dei livelli di questi marcatori nel processo di miglioramento o peggioramento del paziente. I medici forniscono un insieme di punti di taglio sulla scala che li permettono di determinare la gravità di ogni caso, Che cosa è un supporto fondamentale per la gestione del paziente così da trasmettere le informazioni alle famiglie. Esperienza clinica in terapia intensiva pediatrica presso entrambi gli ospedali consente di tenere traccia dell'evoluzione dei pazienti e i livelli di ciascun indicatore. La stampa corrente, Esso deve essere confermato in studi futuri, È quando i livelli del marcatore diminuiscono che lo sviluppo sarà favorevole, Mentre se peggiorano previsioni di aumento.

 

Re C, García Hernández io, Una shell, Martinez-Camblor P, Botran M, Medina a, B Prieto, J Lopez-Herce. Pro-adrenomedullina, Pro-endotelina-1, Procalcitonina, Proteina C - reattiva e rischio di mortalità nei bambini gravemente malati: uno studio prospettico. Cura di CRIT. 2013 Ott 16;17(5):R240

 

 

Uniovi.es [en línea] Oviedo (ESP): uniovi.es, 19 de diciembre de 2013 [Ref. 12 nel dicembre del 2013] Disponibile su Internet: http://www.uniovi.es/comunicacion/Noticias/-/asset_publisher/33ICSSzZmx4V/Content/investigadores-de-la-Universidad-de-Oviedo-mejoran-El-diagnostico-en-Ninos-en-Estado-critico?reindirizzare = % 2Fcomunicacion % 2Fnoticias

 



Robo-sperma potrebbe essere il meccanismo di consegna di droga del futuro

16 12 2013

Costruire un motore piccolo abbastanza per spostare una singola cella può essere terribilmente difficile. Ecco perché i ricercatori in Germania hanno deciso di dirottare invece un mini-motore naturale: lo sperma.

Perché lo sperma, Chiedete? Come descritto in Nuovo scienziato,

 

“Le cellule dello sperma sono un'opzione attraente perché sono inoffensivi al corpo umano, non richiedono alimentazione esterna, e può nuotare attraverso liquidi viscosi.”

 

Ma lo sperma non intrinsecamente Vai dove vuoi andare. Così gli scienziati hanno utilizzato alcuni nano-ingegneria intelligente di arginare li.

Scienziati hanno messi delle cellule dello sperma del toro in una capsula Petri insieme ad una coppia dozzina nanotubi di ferro-titanio. I tubi si comportano come quelle tessute fingertraps — sperma possono nuotare in loro, ma essi stessi non possono ritornare fuori. Utilizzando magneti, gli scienziati quindi possono guidare i nuotatori in direzione della loro scelta. È come un robot telecomando dove lo sperma accendete i motori e i ricercatori forniscono la navigazione.

 

Sperma per la fertilizzazione e farmaceutica

Lo studio era solo un proof of concept, dimostrando che i nuotatori potrebbero essere diretto in questo modo. Ma la tecnologia potrebbe un giorno offrire un'alternativa al in vitro fecondazione (per cui lo sperma fertilizza un uovo in una capsula Petri). Spermbots, in contrasto, potenzialmente può consentire a un medico indirizzare il processo di fecondazione intero all'interno del corpo (in vivo).

E le potenziali applicazioni vanno oltre la fecondazione. Ilcarta, pubblicato inMateriali avanzati, descrive un potenziale uso futuro di spermbots' per micromanipolazione, come forare itty bitty a tessuti all'interno del corpo, o fissando le cellule tumorali. Un'altra possibilità emozionante è mirata di farmaci. I nanotubi sono costituiti da una membrana superfine che poteva trasportare farmaci alle parti malate del corpo. I ricercatori affermano che i bot sono un miglioramento rispetto altre configurazioni di sperma-driven nanoparticella che finora si sono dimostrati inefficaci, o peggio, tossici.

Sperma: non solo per il bambino-fare piu '.

Vedere i bot in azione, qui di seguito:

Immagine anteprima YouTube

 

Credito dei:Magdanz et al. / Istituto di nanoscienze integrativa;Immagine di credito: Lightspring/Shutterstock.

 

 

 

Di adrei Draxler

 

Blogs.discovermagazine.com [en línea] Waukesha WI (STATI Blogs.discovermagazine.comscovermagazine.com, 16 de diciembre de 2013 [Ref. 12 nel dicembre del 2013] Disponibile su Internet:

http://Blogs.discovermagazine.com/d-Brief/2013/12/12/Robo-Sperm-could-be-the-Drug-Delivery-Mechanism-of-the-future/#.Uq305yjRcsy



MONITORIZACIÃ NON INVASIVA DE LA ESCLEROSIS MÚLTIPLE

12 12 2013

Lo studio della retina Visualizza evoluzione non invasiva forma della sclerosi multipla

Le malattie neurodegenerative sono croniche e non c'è ancora alcun trattamento efficace, in quello che è stato una preoccupazione crescente nella nostra società dell'invecchiamento. La mancanza di terapia aggiunge alla difficoltà di studiare l'effetto delle nuove droghe sul cervello, Poiché la morte del paziente non può essere una diagnosi e lo studio istopatologico completo.

La rivista Annals of Neurology pubblica un lavoro che dimostra che è possibile monitorare l'evoluzione della sclerosi multipla attraverso la retina. Dr. Íñigo Gabilondo è il primo firmatario del lavoro, e l'ultimo è il Dr. Pablo Villoslada, il gruppo di sclerosi multipla, Patogenesi e nuove terapie del programma IDIBAPS Neuroimmunology. Il lavoro è stato svolto in collaborazione con il servizio di neurologia e del servizio di oftalmologia di Hospital Clínic, che avete configurato il laboratorio visivo Via, finanziato dall'Instituto de Salud Carlos III.

 

L'occhio è una finestra al cervello, Poiché questo si estende alla retina attraverso il nervo ottico. Retina, essere parte del cervello, Inoltre è influenzato da malattie neurodegenerative come la sclerosi multipla, Morbo di Alzheimer o il morbo di Parkinson. Analisi di immagine di tecniche laser permette di raggiungere risoluzioni fino a 1.000 volte più piccoli 1 mm, più che sufficiente per analizzare quel poke nell'occhio per il nervo ottico e nervi che misurare un micron di diametro. Si lavora anche con tecniche di spettroscopia per imaging molecolare d'individuare le modifiche nella composizione dei neuroni prima che appaiano i cambiamenti morfologici.

Il lavoro pubblicato nel Annali di neurologia combina la tomografia ottica di coerenza e risonanza magnetica in 100 pazienti con sclerosi multipla, al momento dell'inserimento dello studio e un anno dopo. L'evoluzione dei dati ottenuti attraverso tecniche di imaging correlati alla progressione clinica dei pazienti per dimostrare che c'è una degenerazione dei nervi del senso visivo rappresentativo di ciò che accade all'interno del cervello. Inoltre, degenerazione degli assoni dei neuroni è stato indipendente dei germogli ha sofferto dai pazienti, malattia più evidente e la fase infiammatoria acuta ma non hanno tanta importanza sui loro progressi.

Questo studio si applica queste tecniche alla sclerosi multipla, e presto analizzeremo altri disturbi come il morbo di Parkinson o disturbi del sonno REM, che sono un sintomo della più precoce di una malattia neurodegenerative nota. L'obiettivo è quello di monitorare la malattia in modo non invasivo dalle sue prime fasi, e così ottenere informazioni che consentano di prevedere la sua evoluzione in nuovi casi. Queste tecniche hanno un valore inestimabile per l'effetto dei nuovi approcci clinici cercando di fermare la progressione delle malattie neurodegenerative.

 

Il riferimento all'articolo:Gabilondo io, Martinez-Lapiscina HD, Martinez-Heras E, E Fraga-Pumar, Llufriu S, Ortiz S, Bullich S, Sepulveda M, C Falcon, Berenguer J, A. Saiz, Sanchez-Dalmau B, Villoslada P.Degenerazione assonale TRANS-sinaptica della via visiva nella sclerosi multiplaAnnali di neurologia. 2013 Ott 2. DOI: 10.1002/Ana.24030. [EPUB davanti alla stampa]Articolo inPubMed

 

Blog.hospitalclinic.org [en línea] Barcellona (ESP):Blog.hospitalclinic.orgg, 12 de diciembre de 2013 [Ref. 04 nel dicembre del 2013] Disponibile su Internet: http://Blog.hospitalclinic.org/es/2013/12/retina-esclerosi-multiple/



Progetto Retriever: Udienza aumentata realtà occhiali

9 12 2013

La consulenza spagnola di esso oggetti di qualità sta sviluppando il progetto Retriever, consistente della creazione di un prototipo di occhiali di realtà aumentata per persone con disabilità visiva completa e parziale, Inoltre avanzato la canna o il cane guida.

 

Il progetto di Retriever della consulenza tecnologica Oggetti di qualità, nel quadro del piano Avanza io d del Ministero dell'industria r & d, Essa mira allo sviluppo di un prototipo di udito occhiali intelligenti (dotato di sensori e tecnologia della realtà aumentata) per persone con ridotta o nessuna visibilità che completerebbe la canna o il cane guida che normalmente utilizzato nel vostro giorno per giorno, contribuendo a trasformare gli ostacoli in suoni tridimensionali che li guidano per evitarli e migliorare la loro integrazione.

 

Questi occhiali offrono alle persone con informazioni sonore di disabilità visiva (di toni e frequenze) ambiente stretto e le barriere che ostacolano la loro piena integrazione con lo stesso, come scale e gradini, porte e gli ostacoli e gli oggetti di tutti i tipi, con l'innovazione che incorporano anche un pulsante di arresto d'emergenza (24× 7) che può essere utilizzato facilmente in caso di essere disorientato o in pericolo.

 

Queste lenti intelligenti sono collegate a un smarphone con Android (presto sarà anche disponibile per iPhone) che integra i segnali emessi dai diversi sensori di prossimità e li traduce in indicazioni di orientamento e direzionalità (con navigazione GPS sul sistema uditivo di realtà aumentata), modo che l'utente accede al suoni itinerari guidati, percepibile da persone con visivamente attraverso cuffie e vibratori.

 

L'utente ha quindi informazioni per prevenire, per esempio, all'altezza della testa rami, evitare ostacoli come alberi e lampioni, camminando parallelamente ad una parete, ecc. e senza dover utilizzare la canna.

Il funzionamento del pulsante di arresto d'emergenza è anche semplice, Poiché basta premere per tre secondi per comunicare con il centro servizi (24× 7) Chiama al telefono per dare la necessaria assistenza o contattare i servizi di emergenza.

Ancora come prototipo, questi occhiali sono già stati testati con successo in diverse associazioni per non vedenti, come Fondazione Retina Spagna, Associazione di miopia Magna (Amires) o l'associazione Retina Asturias, e si prevede che inizierà a essere commercializzato nel maggio del 2014 ad un prezzo approssimativo di 199 EUR.

 

 

 

Digitalavmagazine.com [en línea] Madrid (ESP): digitalavmagazine.com, 09 nel dicembre del 2013 [Ref. 21 Novembre di 2013] Disponibile su Internet: http://www.digitalavmagazine.com/2013/11/21/Quality-Objects-desarrolla-en-el-Proyecto-Retriever-gafas-de-Realidad-aumentada-auditiva-para-personas-con-discapacidad-Visual/



Annegamento di bambini: Piscina, non so come nuotare e rilassarsi nella sorveglianza.

5 12 2013

Nove di ogni dieci bambino annegamenti si verificano nelle piscine

 

 

 

 

 

 

Un recente studio esamina gli episodi di soffocamento serviti in 21 ospedali in Spagna durante l'estate del 2009 e 2010. Il 60% le vittime erano di età inferiore ai sei anni e più che il 70% non sapevano nuotare o galleggiante utilizzato quando essi erano annegamento. Inoltre, nelle persone di otto su dieci casi che erano nella sua cura ammesso un rilassamento nel monitoraggio.

 

Annegamenti sono la seconda causa di tutti i decessi in tutto il mondo per le lesioni involontarie in bambini uno a quattordici anni. Per questo motivo, un team di professionisti provenienti dal Ospedale Sant Joan de Deu, a Barcellona, Egli ha coordinato uno studio per conoscere la sua incidenza nei dipartimenti di emergenza pediatriche di 21 attraverso gli ospedali Spagna.

 

In questo modo, tra i mesi di giugno e settembre dell'anno 2009 e 2010 le scuole partecipanti hanno partecipato un totale di 53 bambini con sintomi di soffocamento. Il 64% essi erano figli di 6 anni, il 71,7% non sapeva nuotare e il 97% Al momento dell'incidente non aveva nessun galleggiante.

 

I risultati rivelano che in Sei in dieci casi, che il bambino era di balneazione in piscina e in otto su dieci persone che ha avuto nella sua carica avevano absented di se stessi un momento o avevano rilassato sorveglianza.

 

Il lavoro, pubblicato nella rivista Annali di pediatria, conclude che, a seguito di annegamento un 10% i bambini morirono o hanno sofferto le conseguenze. Il resto recuperato grazie alle manovre di rianimazione fatte dai parenti in-situ.

 

"Annegamento hanno una mortalità molto elevata ed è necessario prendere precauzioni aggiuntive e monitoraggio dei bambini nelle piscine, "soprattutto nel caso dei bambini di sei anni perché sono uno dei gruppi più a rischio", spiega a SINC Fernando Panzino, di servizio di emergenza dell'ospedale catalano e autore principale studio.

 

Panzino sottolinea "la necessità per la popolazione imparare le tecniche di aiuto perché l'applicazione precoce delle manovre di rianimazione è fondamentale per la prognosi e la sopravvivenza delle vittime".

 

Per quanto riguarda la prevenzione di tali situazioni, gli esperti certificano che hai un monitoraggio efficace Egli avrebbe potuto evitare il 90% di morti. Tuttavia, Anche se le lezioni di nuoto sono stati associati con un 88% riduzione del rischio tra uno e quattro anni, Questa strategia non dovrebbe sostituire la sorveglianza, la scherma corretta di piscine e sistemi di flottazione.

 

Rischio più elevato nei bambini e uomini

 

Secondo l'organizzazione mondiale della sanità (CHI), annegamento è definito come il processo in cui stava soffrendo difficoltà respiratorie, per immersione o per immersione in un liquido, con risultati che sono classificati come morte, nessuna morbosità e morbilità.

 

Il che stima che l'annegamento è la terza principale causa di morte da infortunio accidentale nel mondo e posa un 7% di tutti i decessi correlati a lesioni.

Infatti, Si stima che nel mondo ogni anno muoiono per annegamento 388 000 persone. Il rischio di annegamento è maggiore nei bambini, gli uomini e le persone con facile accesso all'acqua.

 

In Spagna, l'incidenza di annegamento è stimata in 1,5 da ciascun 100.000 abitanti, "anche se finora non c'erano nessun studi multicentrici di stato nella popolazione pediatrica", mira Panzino.

 

Per le autorità, qualsiasi strategia di prevenzione deve includere metodi di ingegneria per contribuire ad eliminare il pericolo; legislazione conformi alle misure preventive e di ridurre l'esposizione; pedagogia, diretto a persone e comunità, affinché siano più consapevoli del rischio e sa come reagire; e definizione delle priorità delle iniziative di sanità pubblica per studiare interventi preventivi.

 

 

Riferimento bibliografico:

F. Panzino, EMANUELA. Limerick, (C). Luaces e J. Pou. "Annegamento immersione non intenzionale. Analisi delle circostanze e profilo epidemiologico delle vittime servito in 21 Servizi di emergenza spagnole". Annali di pediatria 2013;78(3):178-184.

 

Contatto:

F. Panzino ospedale Sant Joan de Déu University di Email di Barcellona: fpanzino@hsjdbcn.org

 

 

Hsjdbcn.org [en línea] Esplugues del Llobregat, BCN (ESP): hsjdbcn.org, 05 nel dicembre del 2013 [Ref. 08 nel luglio del 2013] Disponibile su Internet: http://www.hsjdbcn.org/collage/images/potter/tempFiles/potterTmpFile_uuid_2153417611/Estudio+ahogamientos.pdf

 



Perché i tumori diventano resistenti alla chemioterapia?

2 12 2013

I ricercatori IDIBELL descrivono il mutevole epigenetici che spiega la mancanza di risposta al farmaco nel cancro colorettale

 

Imagen al microscopio de un cáncer de colon

Immagine di un cancro al colon al microscopio

Molto comune nell'osservazione di oncologia è il fenomeno che un paziente con un tumore ottiene una droga e risponde molto bene, ma pochi mesi dopo il cancro riappare e ora è resistente alla chemioterapia data precedentemente. Che cosa è accaduto? Molti meccanismi contribuiscono a spiegare questo effetto chiamato "acquisito resistenza", Ma oggi il gruppo di Manel Esteller, Direttore del programma dell'epigenetica e biologia del cancro dell'Istituto di ricerca biomedica di Bellvitge, ICREA ricercatore e professore di genetica presso l'Università di Barcellona, descritto nella rivista ufficiale del centro nazionale della ricerca del cancro negli Stati Uniti, Il Journal of The National Cancer Institute, l'esistenza di differenze epigenetiche che spiega la mancanza di risposta del tumore che ritorna.

 

"Abbiamo studiato le cellule tumorali del colon che in principio erano sensibili al farmaco oxaliplatino e poi divennero insensibile al farmaco e abbiamo scoperto che i tumori resistenti hanno inattivato un gene (SRBC) nel suo DNA "ha spiegato Manel Esteller" perdita dell'attività si verifica in un gene che è presumibilmente coinvolti nella riparazione del materiale genetico. Pertanto queste cellule del tumore hanno riapparso quando ricevono il farmaco rapidamente riparato l'effetto di essa e non morire. Studiando i pazienti oltre duecento per tumore del colon controllare anche che l'inattivazione del gene è associata a peggiore sopravvivenza di queste persone malgrado il trattamento. Curiosamente, la perdita della funzione di questo gene potrebbe anche spiegare perché alcuni tumori del colon sono già entrando il farmaco resistenti, È quello che è conosciuto come "resistenza primaria" - conclude. Esteller.

 

La scoperta potrebbe avere importanti implicazioni per il trattamento personalizzato di cancro al colon. Se questi risultati si estendono ad altri studi clinici, la determinazione dello stato di attivazione del gene SRBC potrebbe essere utile per decidere se un paziente dovrebbe ricevere un tipo di droga o di altri. Allo stesso modo l'uso di un'altra famiglia di farmaci che restituiscono le attività al gene (Farmaci epigenetici) Potrebbe ripristinare l'originale sensibilità di droga, Oxaliplatino.

 

Finalmente, un percorso molto promettente si apre per esaminare se meccanismi simili stanno accadendo in altri tumori umani più di cancro al colon.

 

Il riferimento all'articolo

Inattivazione epigenetica del BRCA1 Interactor SRBC e resistenza all'oxaliplatino nel cancro colorettale. C Moutinho, Martínez-Cardus a, C Santos, V Navarro-Perez,Martínez-Balibrea E, E Brullet, Carmona FJ, Sartore-Bianchi a, Cassingena A, Siena S, Elez E, Quelli J, Salazar R, Abad A, Esteller M. Il Journal of the National Cancer Institute, PMID: 24273214, 2013.

 

 

Idibell.cat [en línea] Barcellona (ESP):IDIBELL.catt, 02 nel dicembre del 2013 [Ref. 28 Novembre di 2013] Disponibile su Internet: http://www.idibell.cat/Modul/Noticias/es/633/por-que-Los-tumores-se-vuelven-resistentes-a-la-Quimioterapia