L'annullamento di rumore

30 06 2014

Giochi audio possono migliorare l'udito in ambienti rumorosi

La capacità di sentire il discorso morbido in un ambiente rumoroso è difficile per molti e quasi impossibile per la 48 milioni di persone negli Stati Uniti vivono con perdita dell'udito. Ricercatori della Harvard Medical School Massachusetts occhio e orecchio hanno programmato un nuovo tipo di gioco che addestrati sia topi ed esseri umani per migliorare la loro capacità di discriminare suoni morbidi in sfondi rumorosi. I risultati sono stati pubblicati in PNAS.

 

Image: iStock

Immagine: iStock

Nell'esperimento, gli esseri umani adulti e topi con un udito normale sono stati addestrati in un rudimentale "audiogame." Ispirato dal comportamento di foraggiamento sensoriale, il gioco richiesto i soggetti a discriminare le modifiche il volume aumentava di tono ha presentato con un moderato livello di rumore di fondo. I risultati suggeriscono nuove opzioni terapeutiche per i pazienti che ricevono poco beneficio dalle strategie di riabilitazione sensoriale convenzionale.

"Come gioco di bambini ' calda e fredda,' il nostro gioco fornito istantanea feedback uditivo che ha permesso i nostri umani e soggetti di topo a casa in sulla posizione di un bersaglio nascosto,"ha detto l'autore senior Daniel Polley, HMS assistant professor di otologia e laryngology e direttore di massa occhio e di orecchio Amelia Peabody Unità di plasticità neurale della Eaton-Peabody laboratori. "Nel corso di formazione, entrambe le specie imparato strategie di ricerca adattiva che ha permesso loro di più efficientemente convertire rumoroso, segnali audio dinamici in utili informazioni per trovare la destinazione.

"Con nostra sorpresa, soggetti umani che imparato questo semplice gioco nel corso di 30 minuti di allenamento quotidiano per un mese ha esibito un miglioramento generalizzato nella loro capacità di capire il discorso in condizioni di sfondo rumoroso,"Polley ha detto."Miglioramenti paragonabili nell'elaborazione di discorso in alti livelli di rumore di fondo non sono stati osservati per soggetti di controllo che ha sentito i suoni del gioco, ma in realtà non giocare il gioco."

I ricercatori hanno registrato l'attività elettrica dei neuroni nelle regioni uditivi della corteccia cerebrale del mouse per avere qualche comprensione di come la formazione potrebbe hanno rafforzato la capacità del cervello di separare il segnale dal rumore. Hanno trovato che la formazione sostanzialmente modificate il modo il cervello con codifica suono. In topi addestrati, molti neuroni divennero estremamente sensibili ai suoni deboli che ha segnalato la posizione del bersaglio nel gioco. Questi neuroni visualizzati anche maggiore resistenza al rumore, mantenendo la capacità di codificare i suoni deboli anche in condizioni di rumore di fondo elevato.

Daniel Polley in the Amelia Peabody Neural Plasticity Unit of the Eaton-Peabody Laboratories. Image: Eric Antoniou/Mass Eye and Ear

Daniel Polley nell'unità di plasticità neurale Amelia Peabody dei laboratori Eaton-Peabody. Immagine: Orecchio e occhio Eric Antoniou/massa

"Ancora una volta, modifiche di questo genere non sono state osservate nei topi di controllo che guardava, e ascoltate, alle loro controparti il gioco. Partecipazione attiva nella formazione è stato richiesto; ascolto passivo non era abbastanza,"Polley ha detto.

Questi risultati illustrano l'utilità degli esercizi di allenamento cerebrale che sono ispirati dalla ricerca neuroscientifica attenta, ha aggiunto.

"Quando combinato con dispositivi convenzionali quali apparecchi acustici o impianti cocleari, audio giochi del tipo che descriviamo qui possono essere in grado di fornire i non udenti con una migliorata capacità di riconnettersi al mondo uditivo,"Polley ha detto.

"Di particolare interesse è la constatazione che cervello formazione vocale migliorata l'elaborazione in background rumoroso — un ambiente di ascolto dove apparecchi acustici convenzionali offrono benefici limitati,"ha detto Jonathon Whitton, autore di piombo su carta. Un ricercatore presso l'unità di plasticità neurale Amelia Peabody, Whitton è affiliato con il programma nel discorso udito Bioscience e tecnologia, Harvard-MIT divisione di salute Scienze e tecnologia.

Questo lavoro è stato supportato da istituti nazionali di salute sovvenzioni R01 DC009836 e P30 DC5029 e da una sovvenzione dalla massa occhio e orecchio polimerizzazione Kids Fund.

Adattato da una massa occhio e orecchio Comunicato stampa.

 

Da MARY LEACH

 

Hms.harvard.edu [en línea] Cambridge, MA (STATI HMS.Harvard.edu): hms.harvard.edu, 30 de junio de 2014 [Ref. 18 nel giugno del 2014] Disponibile su Internet:http://HMS.Harvard.edu/news/Canceling-Noise-6-18-14



Misurazioni di pediatria non sempre necessarie

26 06 2014

Cinque comuni misure o procedure all'interno di pediatria sono sufficientemente accurate o utili per la pratica clinica quindi il motto popolare 'i knowlegde è nel numero' [in olandese: Meten è weten] non sempre si applica. Questo è stato rivelato da una ricerca condotta da UMCG dottorando Jolita Bekhof, Chi lavora come pediatra in cliniche Isala Zwolle. Prove supplementari non comportano meno ansia o sintomi in pazienti. In pediatria in particolare, così è importante esaminare criticamente le misure supplementari o test perché la maggior parte dei bambini nell'ovest sono sani. Bekhof sarà assegnato un PhD da Università di Groningen su 18 Giugno.

I medici sono appassionati di misurazioni per diversi motivi: Essi possono ridurre il fattore di incertezza in una diagnosi e si può rassicurare il paziente – o anche il medico. Inoltre, medici sono addestrati nel principio di 'misurare è sapere' e quindi hanno una fiducia quasi cieca in cifre. Tuttavia, ogni misurazione potrebbe danneggiare il paziente, soprattutto se è invasivo. Ulteriormente, ogni misura costi denaro e false risultati positivi sono possibili anche. Se non c'è molta probabilità di una particolare malattia, essendo presente, la ricerca precedente ha già rivelato che prove supplementari non rendere il paziente meno ansioso o ridurre i sintomi.

Nella sua tesi, Bekhof testato l'affidabilità e l'utilità di cinque comuni misure o procedure utilizzate in pediatria: misurazione del glucosio nelle urine nei pannolini dei neonati con l'aiuto di strisce reattive, il valore diagnostico dei sintomi clinici (compreso glicosuria) Quando alla ricerca di infezioni gravi nei bambini prematuri, l'equilibrio fluido nei neonati malati, la valutazione del grado di mancanza di respiro nei bambini, e l'uso di test virali con Bronchiolite.

La sua ricerca ha rivelato che solo il test del glucosio con strisce reattive era affidabile; altre misure o procedure erano insufficientemente preciso o girato fuori per essere sufficientemente utile nella pratica clinica. Bekhof così giunto alla conclusione che il motto 'misurare è sapere' sicuramente non è sempre applicabile. Bekhof: ' Questo punto di partenza si applica solo a condizione che si sa cosa stanno misurando, come, perché e chi.' La sua ricerca ha rivelato inoltre che potrebbe essere utile riesaminare molti delle misurazioni sistematiche. Secondo Bekhof, Questo vale certamente per pediatria: ' In pediatria in particolare, è importante esaminare criticamente le misure supplementari o test perché la maggior parte dei bambini nell'ovest sono sano.'

Nella pratica clinica a Zwolle, il principio è pratica basata sull'evidenza. Tale principio crea un atteggiamento autocritico e indagatore, gettando le basi per la tesi di Bekhof: ' Se non riusciamo a trovare una risposta soddisfacente a una domanda nella letteratura disponibile, Abbiamo spesso formulare una proposta di ricerca. Abbiamo quindi esaminare se si possa risolvere questa proposta con uno studio all'interno della nostra pratica. Gli argomenti esaminati nella mia tesi sono sorte da tali discussioni e studi risultante.'

 

Curriculum vitae

Jolita Bekhof (Leeuwarden, 1971) Studiò medicina presso l'Università di Groningen e addestrato come un pediatra presso il UMCG. Ha condotto la sua ricerca presso il Amalia Kindercentrum delle cliniche Isala Zwolle. La sua tesi è intitolata 'Demistificazione delle misurazioni comunemente usate in pediatria'. Lei rimarrà funzionante come un pediatra presso le cliniche Isala dopo aver ricevuto il suo dottorato di ricerca.

 

 

 

Rug.nl [en línea] Groningen (NED): rug.nl, 26 de junio de 2014 [Ref. 13 nel giugno del 2014] Disponibile su Internet:http://www.rug.nl/News-and-Events/News/archief2014/nieuwsberichten/metingen-kindergeneeskunde-niet-altijd-nodig



EyeMusic SSD: I non vedenti 'sente' colori e forme?

23 06 2014

Cosa succede se si "sentivano" colori? O forme?Queste caratteristiche sono normalmente percepite visivamente, ma utilizzando dispositivi di sostituzione sensoriale (SSD) Essi ora può essere trasportati al cervello non invadente attraverso altri sensi.

Prof. Amir Amedi: innovating solutions for the blind and visually impaired, at the Hebrew University of Jerusalem (Photo: Hebrew University)

Prof. Amir Amedi: soluzioni innovative per i non vedenti e ipovedenti, presso l'Università ebraica di Gerusalemme (Foto: Università ebraica)

Presso il centro per la percezione umana e cognizione, guidato dal Prof. Amir Amedi della Edmond e Lily Safra Center for Brain Sciences e il Istituto per la ricerca medica Israele-Canada presso l'Università ebraica di Gerusalemme Facoltà di medicina, i non vedenti e ipovedenti vengono offerti strumenti, via formazione con SSD, per ricevere informazioni visive ambientale e interagire con esso in modi altrimenti inimmaginabili. Il lavoro del Prof. Amedi e i suoi colleghi è brevettato da Yissum, Società di trasferimento di tecnologia dell'Università ebraica.

SSD sono non-invasiva ausili sensoriali che forniscono informazioni visive per i non vedenti tramite i sensi esistenti. Per esempio, utilizzando un SSD visual-uditive in una regolazione clinica o tutti i giorni, gli utenti di indossano una microcamera collegata ad un computer piccolo (o telefono intelligente) e cuffie stereo. Le immagini vengono convertite in "paesaggi sonori,"usando un algoritmo di prevedibile, permettendo all'utente di ascoltare e quindi interpretare le informazioni visive provenienti dalla fotocamera.

Con il SSD EyeMusic (disponibile gratuitamente presso l'Apple App store presso http://tinyurl.com/oe8d4p4), si sentono piacevoli note musicali per trasmettere le informazioni sui colori, forme e posizione degli oggetti nel mondo.

Usando questa apparecchiatura SSD e un programma di formazione unico, i non vedenti sono in grado di raggiungere vari complesso. abilità legata Visual. In recenti articoli Neuroscienza e neurologia restaurativa e Relazioni scientifiche, gli utenti non vedenti e vedenti bendato dell'EyeMusic sono stati indicati correttamente percepire e interagire con gli oggetti, come riconoscere le diverse forme e colori o raggiungere per una bevanda. (Una dimostrazione dal vivo può essere visto presso http://youtu.be/r6bz1pOEJWg).

 

Un altro uso di EyeMusic, è stato dimostrato che altri movimenti veloci e precisi possono essere guidati dall'EyeMusic e l'apprendimento visuo-motorio.  In studi pubblicati in due prestigiose riviste scientifiche, Neurone e Biologia corrente, e ' stato dimostrato che i ciechi possono caratterizzare suono-trasmesso immagini in categorie oggetto complesso (quali volti, case e scene all'aperto, Oltre a oggetti di uso quotidiano) riuscì a localizzare persone ’ posizioni s, identificare le espressioni facciali e leggere lettere e parole. (Vedi canale di YouTube http://www.youtube.com/amiramedilab per dimostrazioni.)

Nonostante questi incoraggianti le manifestazioni comportamentali, SSD attualmente non vengono ampiamente utilizzati dalla popolazione cieca. Tuttavia, in una recente revisione pubblicata nel Neuroscienze & Biobehavioral recensioni, le ragioni che hanno impedito la loro adozione sono cambiate in meglio negli ultimi anni. Per esempio, nuovi progressi tecnologici consentono SSD essere molto più conveniente, molto più piccolo e più leggero, e possono funzionare utilizzando uno Smart phone standard. Inoltre, ambienti e nuovi metodi di allenamento computerizzato Spinta training e performance.

La ricerca della Hebrew University ha dimostrato che al contrario la concezione di lunga data della corteccia è divisa in zone separate di visione-elaborazione, aree uditive, ecc., nuove scoperte nell'ultimo decennio dimostrano che molte aree del cervello sono caratterizzati dal loro compito computazionale, e può essere attivato utilizzando sensi diverso da quello comunemente utilizzato per questa attività, anche per le persone che non sono stati mai esposti a “Originale” informazioni sensoriali a tutti (ad esempio una persona nato cieco che non ha mai visto un fotone di luce nella sua vita).

Durante l'elaborazione di "visual’ informazioni"veicolate attraverso SSD, è stato dimostrato dai ricercatori che congenitamente cieco chi ha imparato a leggere da touch utilizzando lo script Braille o attraverso le loro orecchie con sostituzione sensoriale dispositivi utilizzano le stesse aree nella corteccia visiva come quelli utilizzati dai lettori ipovedenti. Un recente esempio di questo approccio è stato appena pubblicato in Biologia corrente, mostrando che cieco soggetti “vedere” forme del corpo attraverso le orecchie utilizzando attrezzature SSD e formazione.

C'è un'intera rete delle regioni nel cervello umano dedicato all'elaborazione e percepire delle forme del corpo, a partire dalle zone di lavorazione visione nella corteccia, che porta alla "Extrastriate Body Area,"o EBA, e ulteriore connessione a più aree del cervello decifrando il movimento di persone nello spazio, loro sentimenti e intenti.

 

Nelle prove con i ciechi, si è constatato che loro EBA era funzionalmente collegato all'intera rete di elaborazione corpo trovato nei vedenti. Questo conferisce forza alla nuova teoria dei ricercatori del cervello come macchina attività sensoriali-indipendente, piuttosto che come un puro sensoriale (visione, audizione, tocco) macchina.

"Il cervello umano è più flessibile di quanto pensassimo,"dice il Prof. Amedi. "Questi risultati danno un sacco di speranza per il successo ricupero delle funzioni visive usando a buon mercato SSD non invasiva o altri approcci di restauro invasivo vista. Essi suggeriscono che nei ciechi, aree del cervello hanno il potenziale per essere risvegliato per l'elaborazione di attività e proprietà visive anche dopo anni o forse anche permanente cecità, Se le tecnologie appropriate e approcci formativi vengono utilizzati".

 

 

 

New.huji.ac.il [en línea] Jerusalem (ISR): New.huji.AC.il, 23 nel giugno del 2014 [Ref. 09 Marzo di 2014] Disponibile su Internet: http://New.huji.AC.il/en/article/19856

 



Vaccini combinati migliorare la sopravvivenza nel cancro pancreatico metastatico

19 06 2014

Combinando due vaccini anticancro specifici, piuttosto che amministrando uno come monoterapia, raddoppia la probabilità di sopravvivenza a 1 anno in pazienti con adenocarcinoma duttale pancreatico metastatico (PDAC), secondo i risultati di una fase II studio presentato gennaio 14, due giorni in anticipo della American Society of Clinical Oncology (ASCO) 2014 Simposio di tumori gastrointestinali.

Aggiungendo l'immunoterapia CRS-207 al Pancreas GVAX, piuttosto che dando solo GVAX, ha scatenato il miglioramento, più marcatamente in pazienti che hanno ricevuto almeno due dosi di GVAX e almeno una dose di CRS-207, e in coloro che avevano ricevuto due o più regimi di trattamento preliminare, ricercatori dello studio trovati nello studio randomizzato.

 

"Questa è la prima volta in uno studio randomizzato ha dimostrato che l'immunoterapia è efficace nel cancro del pancreas. Questo studio è solo un primo passo, e noi crediamo che saremo in grado di adottare questo approccio ulteriori,"ha detto l'autore studio sterco T. Le, MD, assistente professore di medicina presso la Johns Hopkins University di Sidney Kimmel Comprehensive Cancer Center a Baltimora, Maryland. "Vari farmaci chemioterapici sono usati, ma non sono disponibili opzioni di trattamento standard per secondo- o terapia di terza linea in questa impostazione. Siamo entusiasti di che questi pazienti possono avere presto un'alternativa alla chemioterapia che potrebbe venire con meno effetti collaterali."

 

Cancro pancreatico avanzato ha una prognosi, ASCO ha detto in una dichiarazione scritta. I migliori segnalati sopravvivenza mediana di 11 mesi deriva dal trattamento di prima linea con il regime di chemioterapia FOLFIRINOX. Tuttavia, a causa dei suoi effetti collaterali, solo i pazienti più adatti qualificano per questo trattamento, e sopravvivenza segnalato con altri regimi chemioterapici è inferiore, secondo la dichiarazione. Per i pazienti in cui la malattia progredisce nonostante trattamento first-line, le gamme di sopravvivenza mediana da 4 to 6 mesi con la terapia di seconda linea, eA to 4 mesi con terapia di terza linea.

 

Il nuovo studio ha testato una strategia innovativa progettata per stimolare una risposta immunitaria contro le cellule tumorali del pancreas, potenzialmente migliorando i risultati di tali pazienti con un regime che sembra essere meglio tollerato rispetto a chemioterapia.

 

GVAX è composto da due linee di cellule di cancro del pancreas che sono irradiati in modo che secernono la proteina GM-CSF, che stimola il sistema immunitario. La droga è data per via intradermica dopo basse dosi di ciclofosfamide (CY), che inibisce le cellule T regolatorie, Le ha spiegata. CRS-207 è composto dal vivo-attenuato Listeria monocytogenes progettato per stimolare una risposta immunitaria contro la proteina mesothelin, che è presente a livelli elevati sulle cellule di cancro al pancreas, gli autori e l'ASCO ha scritto.

 

In modelli tumorali del mouse, i due tipi di vaccini si sono rivelati sinergici, e in una fase di studio del CRS-207, tre pazienti con PDAC che avevano ricevuto preventiva GVAX vissero ≥ 15 mesi, gli autori hanno osservati.

 

Lo studio di Le et al incluso 90 pazienti con PDAC metastatico, la forma più comune di cancro al pancreas, Chi sono stati assegnati in modo casuale 2:1 al trattamento con due dosi di CY/GVAX seguita da quattro dosi di CRS-207 (A braccio), tutte le tre settimane per un corso di 20 settimane di trattamento; o sei dosi del CY/GVAX ogni tre settimane (braccio B). Corsi potrebbero essere ripetute. L'endpoint primario era la sopravvivenza generale (OS), e gli endpoint secondari erano sicurezza e risposte immunitarie e cliniche. Quasi tutti i pazienti avevano ricevuto almeno un precedente ciclo di chemioterapia, e 51% di loro aveva ricevuto due o più precedenti regimi.

 

A un'analisi ad interim pianificata, con un follow-up mediano di 7.8 mesi, la OS mediana era 6.1 mesi per i due-vaccino terapia rispetto 3.9 mesi di terapia con GVAX (rapporto di rischio [HR] = 0.59, rango bifacciale log P = .03). Info su 24% dei pazienti nel braccio A erano ancora vivi dopo 1 anno, confrontato con 12% nel braccio B, Le ha detto.

 

Tra i pazienti che hanno ricevuto almeno tre dosi di vaccino (Info su 70% di tutti i pazienti), in braccio A coloro che hanno ricevuto due dosi di GVAX e almeno una dose di CRS-207 aveva una OS mediana di 9.7 mesi rispetto a 4.6 mesi per coloro che hanno preso tre o più dosi di CY/GVAX da solo (HR = 0.53, rango bifacciale log P = .03). Gli investigatori osservano stabilizzazione del CA19-9, un marker tumorale in PDAC, in 32% dei pazienti nel braccio A versus 13% dei pazienti nel braccio B.

 

Basato sul beneficio osservato a questa analisi ad interim, lo studio è stato interrotto e pazienti hanno potuti attraversare dal braccio B a braccio A.

 

Gli effetti collaterali del vaccino erano relativamente miti, risolto rapidamente, e non ha fatto peggiorare con ogni dose di trattamento (come è spesso il caso con la chemioterapia), ASCO ha scritto. Gli effetti collaterali incluse reazioni locali dopo GVAX, e febbri transitorie, rigori, e linfopenia dopo CRS-207, secondo gli autori.

 

"CY/GVAX seguita da CRS-207 spettacoli sopravvivenza estesa con tossicità gestibili in precedentemente trattati PDA metastatico e garantisce ulteriore studio,"gli autori hanno concluso.

 

La combinazione di GVAX/CRS-207 è essere visto anche in altri studi clinici. I ricercatori stanno per lanciare un grande studio di fase II che confronterà la combinazione del vaccino contro CRS-207 da solo versus chemioterapia come terapia di seconda linea o maggiore per il carcinoma pancreatico metastatico, secondo ASCO. Sono anche guardando combinando GVAX/CRS-207 con inibitori di checkpoint immuni quali ipilimumab e anti-PD-1/PD-L1. Uno studio test GVAX/ipilimumab come un trattamento di mantenimento per i pazienti in cui la malattia è diventato stabile su FOLFIRINOX ha recentemente aperto.

 

 

Le DT, Wang-Gillam A, Picozzi V Jr, et al.. Una fase 2, studio clinico randomizzato di immunoterapia GVAX Pancreas e CRS-207 contro GVAX solo in pazienti con adenocarcinoma pancreatico metastatico: Risultati aggiornati. Presentato al: il simposio di cancri gastrointestinali ASCO; Gennaio 16-18, 2014; San Francisco, California. Astratto 177.

 

Da Beth Fand Incollingo

 

Onclive.com [en línea] New Jersey (STATI UNITI D'AMERICA): onclive.com, 19 nel giugno del 2014 [Ref. 14 de enero de 2014] Disponibile su Internet: http://www.onclive.com/ conference-coverage/gcs-2014/Combined-Vaccines-Improve-Survival-in-Metastatic-Pancreatic-Cancer



Con la giusta riabilitazione, ratti paralizzati imparano ad impugnare nuovamente

16 06 2014

Dopo un grande colpo, abilità motorie a malapena a migliorare, anche con riabilitazione. Un esperimento condotto sui topi dimostra che un corso della terapia che combina la stimolazione della crescita di fibre nervose con farmaci e formazione motore può avere successo. La chiave, Tuttavia, è la sequenza corretta: Animali paralizzati solo fare un recupero quasi completo se la formazione è ritardata fino a quando dopo la crescita sono stati somministrati farmaci promuovendo.

 

A constricted carotid artery – as pictured here above right – can lead to a stroke. (Photo: Zephyr / Science Photo Library)

Una ristretto dell'arteria carotica – come nella foto qui sopra diritto – può portare a un tratto. (Foto: Zefiro / Science Photo Library)

 

Solo se i tempi, dosaggio e tipo di riabilitazione sono giuste funzioni motorie di effettuare un recupero quasi completo dopo una grande corsa. Ratti che sono stati paralizzati giù un lato da un ictus quasi riuscirono a riconquistare le loro funzioni motorie completamente se sono stati dati la combinazione ideale di formazione riabilitativa e sostanze che aumentato la crescita delle fibre nervose. Studi anatomici hanno confermato l'importanza del programma di riabilitazione giusta: A seconda del progetto terapeutico, diversi modelli di nuove fibre nervose che hanno germogliato nel midollo spinale cervicale dalla parte sana del cervello e così favorire la ripresa funzionale a vari gradi erano apparenti. Lo studio condotto da un team interdisciplinare guidato dal Professor Martin Schwab del Brain Research Institute presso la Università di Zurigo e Centro di neuroscienze di ETH Zurigo è un'altra pietra miliare nella ricerca sulla riparazione delle lesioni del cervello e del midollo spinale.

 

"Questo nuovo approccio riabilitativo almeno innescato un sorprendente recupero della motricità nei ratti, che potrebbe diventare importante per il trattamento di pazienti di ictus in futuro,"dice il primo autore Anna Sophia Wahl. In questo momento, i pazienti hanno a che fare con funzione di motore spesso grave, problemi di linguaggio e visione, e la loro qualità di vita è spesso fortemente influenzato.

 

Nervi a crescere prima di consentire, poi treno

 

Da un lato, il trattamento dei ratti dopo un ictus coinvolge terapia immune specifica, dove il cosiddetto Nogo proteine sono bloccati con anticorpi. Queste proteine nel tessuto intorno le fibre nervose inibiscono la crescita di fibre nervose. Se sono ostruiti, fibre nervose cominciano a germogliare nuovamente nelle sezioni del cervello e del midollo spinale e del relè impulsi nervosi feriti. D'altro canto, gli animali di ictus, cui le zampe anteriori erano paralizzate, ha subito allenamento fisico – vale a dire, pellet di cibo commovente. Tutti i ratti anticorpo ricevuto trattamento prima di rilanciare la crescita di fibre nervose e – sia allo stesso tempo o solo in seguito – motore di formazione.

 

I risultati sono sorprendenti: Gli animali che ha iniziarono la loro formazione successivamente riacquistato un notevole 85 per cento del loro originale capacità motorie. Per i ratti che sono stati addestrati direttamente dopo la corsa in parallelo con gli anticorpi a sostegno della crescita, Tuttavia, era una storia diversa: A 15 per cento, loro prestazioni fisiche nella prova di aderenza è rimasto molto basso.

 

Meticolosa progettazione molto promettente

 

I ricercatori ritengono cronometrare un fattore cruciale per il successo della riabilitazione: Un'applicazione precoce di stimolatori di crescita – come gli anticorpi contro la proteina Nogo-A – innesca un aumento germinazione e crescita delle fibre nervose. La successiva formazione è essenziale per vagliare e stabilizzare i circuiti neurali chiavi per il recupero delle funzioni motore. Per esempio, un sistema automatico, analisi computerizzato dei dati anatomici da formazione immagine ha rivelato che le nuove fibre nel midollo spinale germogliato in un altro modello a seconda del corso di trattamento. Disattivando reversibilmente le nuove fibre nervose che crescono, i neurobiologi furono infine in grado di dimostrare per la prima volta che un gruppo di queste fibre è essenziale per il recupero della funzione motoria osservato: Fibre nervose che è cresciuto in midollo spinale dalla metà anteriore intatto del cervello – cambiando i lati – può ricollegare i circuiti spinali degli arti paralizzati i topi al cervello, consentendo agli animali di impugnare nuovamente.

 

"Il nostro studio rivela quanto una meticolosa progettazione terapeutica è importante per la riabilitazione di maggior successo possibile,"riassume studio testa Martin Schwab. "Il cervello ha un potenziale enorme per la riorganizzazione e il ristabilimento delle sue funzioni. Con le terapie giuste al momento giusto, Questo può essere aumentato in maniera mirata".

 

Immagine anteprima YouTube

 

 

Ethz.ch [en línea] Zürich (CH): ethz.ch, 16 de junio de 2014 [Ref. 13 nel giugno del 2014] Disponibile su Internet:

HTTPS://www.ethz.ch/en/News-and-Events/ETH-News/News/2014/06/with-the-right-Rehabilitation-Paralyzed-Rats-Learn-to-grip-again.html



Caracterización molecular de familias de cáncer de colon hereditario peccato causa genética identificada

12 06 2014

Durante las últimas décadas, un grande sforzo è stato fatto per chiarire i casi genetici delle cause di cancro colorettale familiare. Nonostante che, compresi i più recenti progressi tecnologici che hanno permesso di studiare il genoma ed esoma completo de de colpite famiglie membri, Non è ancora possibile spiegare gran parte de la predisposizione genetica al cancro del colon-retto.

Programma de cancro ereditario del ICO-IDIBELL linea de opera dirigendo la ricercatrice Laura Velasco valle è dedicata allo studio molecolare de famiglie de ad alto rischio che non è ancora noto genetica causa de questa predisposizione a sviluppare il retto e cancro de colon.

 

Al fine di identificare nuovi geni de cancro hereditario è stato sequenziato l'esoma completo, cioè codifica parte del genoma, uno de per il de cancro de de queste famiglie hanno interessato i membri. La famiglia studiata ha mostrato un'eredità apparentemente dominante di modello de, e i membri della famiglia con il cancro non avevano sviluppato i polipi del colon. Inaspettatamente, identificate mutazioni in un gene già conosciuto de predisposizione ai due punti cancro e poliposi del colon-retto che segue l'eredità di de un modello recessivo, Gene MUTYH.

Sulla base dei risultati ottenuti in questo studio, proposto un de processo di riorientamento famiglie de selezione per lo studio del de MUTYH che fornisce il de presenza un'eredità dominante di modello de a causa del rischio che tengono un singolo allele mutazioni, il de possibilità non ci sono polipi alla diagnosi del tempo, Oltre a de che esistono tumori con de tratti molecolari altre sindromi di cancro colorettale ereditario de come instabilità del microsatellite de.

D'altro canto, studi di supporto, de un'analisi specifica mutazione [KRAS c.34g>T (p.G12C)], de caratteristici tumori associati a MUTYH, prova de selezione de ammissibili le famiglie per lo studio del gene nella linea germinale.

Oltre al de di partecipazione del programma Cáncer Hereditario questo studio ha avuto i gruppi collaborazione de de de Università di Francoforte (Dr. Guido Plötz), de Universidad de Oviedo (DrDrXosé S. Ponte) e del Centro Nacional de analisi genomica (CNAG).

 

Un altro studio de di squadra del Valle per caratterizzare le famiglie con non genetici noti causare cancro colorettale ereditario, Esso ha condotto un approfondito studio de tratti molecolari de sviluppato tumori nel contesto del cancro colorettale ereditario non-poliposi senza alterazioni in geni de del DNA di riparazione, che esso potrebbe causare la sindrome di Lynch de.

Per fare questo, Sono state studiate le alterazioni genomiche, mutazioni nei geni rilevanti per colon de cancro come sono KRAS, BRAF, TP53 e PIK3CA, e il de di metilazione globale del livello de entrambi i tumori ereditari come sporadiche isole CpG. I risultati ottenuti indicano che questi tumori ereditari mostrano profili genomici molto simili ai tumori sporadici di profili de, sia suggestivo de alta instabilità cromosomica e basso livello metilazione de de isole CpG.

Tuttavia, Essi hanno identificato alcune caratteristiche specifiche, come guadagno del cromosoma del 2, il de perdita 10q o una bassa frequenza de mutazioni TP53, Potrebbe essere rilevante per il de gestione clinica questi pazienti o per de identificazione causando difetti nel germe linea de aggregazione de cancro in queste famiglie. Per questo progetto de programma cancro ereditario ha avuto la de collaborazione altri gruppi del IDIBELL-ICO (Unità de biomarcatori e suscettibilità e Laboratorio de Investigación traslazionale).

 

Elementi de riferimenti

Nuria Seguí, Matilde Navarro, Marta Pineda, Nicole Koger, Fernando Bellido, Sara González, Olga Campos, Silvia Iglesias, Rafael Valdés-Mas, Adriana López-Dóriga, Marta Gut, Ignacio Blanco, Conxi Lazzaro, Gabriel Capellá, Xosé S. Ponte, *Guido Plötz, *Laura Valle. Sequenziamento dell'esoma identifica MUTYH mutazioni in una famiglia con un fenotipo atipico e cancro del colon-retto. Intestino 2014 [EPUB davanti alla stampa]

 

Fernando Bellido, Marta Pineda, Rebeca Sanz-Pamplona, Matilde Navarro, Marga Nadal, Conxi Lazzaro, Ignacio Blanco, Victor Moreno, Gabriel Capellá, Laura Valle. Completa caratterizzazione molecolare di ereditari non-poliposi colorettali tumori con competenza di mismatch repair. Giornale europeo di cancro 2014 [EPUB davanti alla stampa]

 

 

 

Idibell.cat [en línea] Barcellona (ESP):IDIBELL.catt, 12 de junio de 2014 [Ref. 03 nel giugno del 2014] Disponibile su Internet:

http://www.idibell.cat/ modul/noticies/es/691/caracterizacion-molecular-de-familias-de-cancer-de-colon-hereditario-sin-causa-genetica-identificada



Alexander “Sasha” Shulgin, pioniere psichedelico, RIP

9 06 2014

 

 Alexander “Sasha” Shulgin, Maverick chimico, pioniere psichedelico, ed essere umano stimolante, Giugno è morto, 2 presso 88 anni di età. Sasha è meglio conosciuta per divulgare MDMA (Estasi) e l'introduzione nella comunità psicologica, e sintetizzando centinaia di nuove sostanze chimiche psicoattive che egli prima testato su se stesso. La sua ricerca scientifica è dettagliato in una potenza enorme di giornali e libri, tra cui i tomi seminali TIHKAL e PIHKAL, co-autore con sua moglie e ricerca partner Ann Shulgin.

Come disse una volta Sasha, ognuno merita “la licenza per esplorare la natura della propria anima.”

Sasha, ci mancherà, e il resto-ha assicurato la ricerca continuerà.

 

Da David Pescovitz

 

Alexander “Sasha” Shulgin, PH.d., è stato un farmacologo e chimico noto per la sua creazione di nuove sostanze chimiche psicoattive. Dopo aver prestato servizio nella Marina militare, ha conseguito il suo Ph.D.. in biochimica da Ughi. Berkeley in 1954. Nei tardi anni ' 50 e primi anni ' 60 ha fatto il lavoro di post-dottorato in psichiatria e farmacologia presso Ughi. San Francisco e ha lavorato brevemente come direttore di ricerca presso i laboratori BioRad prima di diventare un ricercatore senior chimico alla Dow Chemical Co.

In 1960, Sasha provato mescalina per la prima volta. Egli lo sperimentate con sintetizzando sostanze chimiche con strutture simili alla mescalina come DOM. Dopo aver lasciato il Dow in 1966 diventare consulente indipendente, Sasha ha insegnato la sanità pubblica a Berkeley e San Francisco General Hospital. Anche se lui didn ’ t inventarla, Sasha sintetizzato MDMA in 1965; Tuttavia, Egli non ha ceInato in quel momento. In 1976, gli effetti di MDMA sono stati descritti a Sasha da un undergrad presso San Francisco State University. Sasha è stata ispirata a cucinare una partita di droga, che egli ha iniziato a testare su se stesso nel settembre dello stesso anno. Trovando il composto avere qualità vale la pena, in 1977 ha introdotto il materiale aLeo Zeff, uno psicologo di Oakland, che ha lavorato con sostanze psichedeliche nella sua pratica di terapia. Zeff introdotto centinaia di terapisti di MDMA e la parola si diffuse rapidamente di fuori della Comunità di terapeuta. Sasha ’ socio sAnn Shulginsedute di terapia psichedelica con MDMA ha anche condotto prima di esso è stato programmato in 1985.

Da quel momento, Sasha Shulgin sintetizzato e bioassayed (auto-testato) centinaia di sostanze chimiche psicoattive, registrando la sua opera in cinque libri e oltre duecento articoli. Egli era un fixure nella comunità psichedelica, Chi ha parlato a innumerevoli conferenze, concesso interviste frequenti, e instillato un senso del pensiero razionale scientifico nel mondo dell'auto-sperimentazione e psicoattive ingestione. Nell'aprile del 2010, Ann Shulgin e Sasha sono stati premiati per la loro vita di successi nel campo presso la scienza psichedelico alla conferenza del XXI secolo a San Jose, CA, dove un ritratto della coppia dipinto daAlex Greyè stato presentato per la prima volta.

Novembre 17, 2010, Sasha ha avuto un ictus. Suo recupero è andato bene, ma ha continuato ad affrontare una varietà di problemi di salute relativi all'età. Il 2 giugno, 2014, morì a casa a letto, circondato da amici e famiglia.

 

Immagine anteprima YouTube

 

Boingboing.net [en línea] San Francisco, CA (STATI BoingBoing.NETA): boingboing.net, 09 de junio de 2014 [Ref. 03 nel giugno del 2014] Disponibile su Internet: http://BoingBoing.NET/2014/06/03/Alexander-Sasha-Shulgin-p.html



Avanzamenti nel carcinoma della prostata: Enzalutamide

5 06 2014

Un nuovo farmaco riduce un 81% il rischio di progressione del cancro alla prostata metastatico

 

Un'internazionale studio di fase III, pubblicato in New England Journal of Medicine, che ha coinvolto il Ospedale Vall d' ’ Hebron e la Vall d' ’ Institut di Hebron d ’ oncologia (VHIO), dimostra che la somministrazione di un farmaco (enzalutamida) prima della chemioterapia in pazienti con cancro prostatico, riduce un 81% la progressione della malattia e, Pertanto, all'inizio del trattamento e migliora la sopravvivenza e la qualità della vita dei pazienti.

 

 

Un'internazionale studio di fase III, fatta al 1.717 pazienti con cancro prostatico castrare-resistente, Che illustra l'utilizzo della enzalutamide prima che la droga di chemioterapia riduce il rischio di morte da malattia e consente di ritardare la relativa progressione. In pazienti con cancro prostatico (castrazione-resistente) il tumore non risponde più ai trattamenti ormonali che cercano di ridurre gli ormoni maschili (androgeni) che si nutrono di cellule tumorali a crescere. Questo studio ha dimostrato che la somministrazione di enzalutamide prima della chemioterapia in pazienti con metastasi non presentando praticamente nessun sintomo, bloccando questi ormoni e consente di ritardare l'inizio della chemioterapia fino a 28 mesi.

 

Il trial, in cui hanno partecipato nell'ospedale universitario Vall d'Hebron e l'Istituto di oncologia Vall d'Hebron (VHIO), È stato dimostrato che i pazienti che ricevono enzalutamide riuscito a ridurre la progressione del cancro 81%, rispetto ai pazienti che ricevevano placebo. D'altro canto, È un trattamento con meno tossicità che coinvolgono praticamente senza effetti collaterali, ad eccezione di affaticamento e ipertensione arteriosa.

 

Finora, pazienti con cancro alla prostata metastatico che non hanno risposto al trattamento ormonale, non hanno alternative alla chemioterapia, ma i risultati dello studio che d'accordo con questo nuovo trattamento, pazienti che non hanno molti sintomi, Essi possono ritardare la chemioterapia fino al 28 mesi con una migliore qualità della vita.

 

Dr. Joan Carles, Testa del programma dei tumori urogenitali, CNS e sarcomi dell'ospedale Vall d'Hebrón e VOUCIUC, Egli spiega che "il trattamento con enzalutamide è facile da gestire, ha bassa tossicità e migliora la

sopravvivenza e qualità della vita dei pazienti con cancro prostatico. Questo è il secondo farmaco che dimostra che possiamo controllare la malattia, ritardare la relativa progressione". "Grazie agli studi

essa viene eseguita negli ultimi anni in questa linea, la sopravvivenza di questi pazienti è raddoppiato fino alla 35-40 mesi", Aggiunge Dr. Joan Carles.

 

Con più enfasi sul cancro maschio

 

Cancro alla prostata è il tumore più rilevante e che ha più impatto sull'uomo, Poiché interessa a 57 di ogni 100.000 uomini. Questo significa che ogni anno vengono diagnosticati in Spagna 25.000 nuovi casi. Usual in questo tipo di trattamento del cancro è costituito da chirurgia e radioterapia associata o non a terapia ormonale (trattamento ormonale).Tra un 20 e un 30% i pazienti con cancro alla prostata cadranno e finiranno per fare metastasi. In questa situazione e per più di 60 anni, terapia ormonale ha dimostrato che è il più efficace, ma dopo un periodo esteso questo trattamento, questi pazienti diventano resistenti alla terapia ormonale. Questo gruppo di pazienti (castrazione-resistente) avevano una sopravvivenza di 12 mesi prima della 2004, ma attualmente, Grazie allo sviluppo di nuovi farmaci più efficaci, si trova in 3-4 anni. Il servizio di oncologia medica dell'ospedale Vall d'Hebron Università ogni anno alcuni sono diagnosticati 200 nuovi casi di cancro alla prostata, 60 tra loro ci sono la castrazione-resistente. Questi pazienti hanno il supporto e il monitoraggio di un team multidisciplinare costituito da professionisti di urologia, Radioterapia oncologica e oncologia medica.

 

Le principali linee di ricerca che è attualmente in fase di sviluppo nella Vall d'Hebron Istituto di oncologia (VHIO) e nei centri di riferimento internazionale in questo campo, andare online per sviluppare farmaci che possono superare la resistenza ai trattamenti sviluppati da questo gruppo di pazienti e consentono di prolungare la loro qualità e aspettativa di vita.

 

Vhebron.NET [en línea] Barcellona (ESP): vhebron.NET, 05 de junio de 2014 [Ref. 01 nel giugno del 2014] Disponibile su Internet:

http://www.vhebron.NET/noticies-sala-de-Premsa/-/asset_publisher/u7V5/content/un-Nou-farmac-disminueix-un-81-El-RISC-de-progressio-del-Cancer-de-prostata-metastatic/10165?reindirizzare = http % 3A di % 2F % 2F www.vhebron.net/noticies-sala-de-premsa?p_p_id=101_INSTANCE_u7V5&p_p_lifecycle=0&p_p_state=normal&p_p_mode=view&p_p_col_id=column-2&p_p_col_pos=3&p_p_col_count=5



Fede tratta le allergie con vaccini più efficaci personalizzati

2 06 2014

Analisi di tecniche di biologia molecolare per facilitare lo sviluppo di vaccini personalizzati che hanno già beneficiato di 800 pazienti.

  • El Hospital Universitari ho Politècnic La Fe ha acogido ONU curso de “Diagnostica molecolare nel paziente polline”.
  • 1 di ogni 4 Gli spagnoli soffre di qualche tipo di allergia, Secondo la società spagnola di allergia e immunologia clinica.

 

Hospital Universitari ho Politècnic La Fe migliora la diagnosi delle allergie con nuove tecniche di biologia molecolare più efficienti che consentono l'elaborazione di vaccini su misura per il paziente.

Allergia alle analisi a livello molecolare è stato introdotto come una tecnica nell'ospedale universitario La Fe Politècnic i a 2009, Dopo i ricercatori dell'Istituto di ricerca La salute di Fe (Fede IIS) Essi testaran in pazienti con anafilassi alimentare e propone di estenderlo a allergie respiratorie.

Finora più di 800 i pazienti hanno beneficiato di questa nuova tecnica.

 

Combinare la classica pelle test per le allergie con l'analisi molecolare, senza dimenticare la storia clinica del paziente, Esso consente di determinare con maggiore precisione la causa della malattia allergica. “Prova per identificare l'agente eziologico della pelle, e biologia molecolare, Questa proteine esatta di agente che attivano la reazione allergica” ha spiegato il medico Hernández Fernández de Rojas.

Questa accuratezza diagnostica, Aggiunto il medico Ramón López Salgueiro, IIS La Fe al servizio della fede della ricerca di allergia, consente lo sviluppo di vaccini (in caso di allergie respiratorie) che riguardano in maniera particolare ogni consapevolezza del paziente, aumentare l'efficacia terapeutica e l'aderenza al trattamento.

“Ci sono studi che dimostrano che la diagnostica molecolare modifica la composizione dell'estratto di allergene selezionato per il vaccino contro le prove di pelle in un 55% dei pazienti”, mette in guardia il medico López Salgueiro, così insiste sull'efficacia della tecnica.

 

Allergia alle analisi a livello molecolare è costituito da un campione di sangue e molecola per molecola o usando i microarrays che può essere, dalla nanotecnologia, Ottiene per identificare fino a 112 allergeni potenziali componenti in una sola goccia di sangue.

Queste tecniche di biologia molecolare sono applicate per l'allergia anche in clinica dell'Università di Navarra e l'ospedale universitario Vall D'hebron di Barcellona.

 

 

Corso di diagnosi molecolare nel paziente Policlinico

L'ospedale ha ricevuto un corso di “Diagnostica molecolare nel paziente polline” diretto agli specialisti, focalizzato sul Salsolakali (caratteristica della spiaggia dunes pianta) e co-organizzato da Dr. Dolores Hernández Fernández de Rojas, Responsabile del gruppo accreditato della fede IIS in allergie e malattie respiratorie, e capo del servizio di Allergologia di Hospital La Fe.

Attualmente, uno di ogni quattro spagnoli soffre di qualche tipo di allergia, Secondo l'ultimo studio Allergia della Società spagnola di Allergologia e immunologia clinica(SEAIC).

 

 

Hospital-lafe.com [en línea] Valencia (ESP): hospital-lafe.com, 02 nel giugno del 2014 [Ref. 22 nel maggio del 2014] Disponibile su Internet: http://www.Hospital-LAFE.com/