Aderenza al trattamento

28 08 2014

Sia nelle malattie curabili e curabile che è essenziale che il trattamento è correttamente diretto dal medico e che le sue istruzioni siano soddisfatte dai pazienti. Se la diagnosi è corretta e il trattamento è riuscito, si ottengono benefici attesi. A tal fine, regolarità sull'assunzione del farmaco richiesto. Questo è uno dei tanti fattori coinvolti nel vasto concetto chiamato "aderenza".

Per analizzare l'aderenza al trattamento (aderenza terapeutica) si deve prendere in considerazione non solo l'intervento del paziente (principale beneficiario), ma anche l'adempimento di tutti i processi finalizzati all'efficienza nel trattamento delle malattie, specialmente quelli che sono cronica. Non non c'è nessun accordo sulla definizione dell'aderenza termine. Alcuni autori dicono che è equivalente all'osservanza. Altri, D'altro canto, Essi sostengono che l'applicazione è parte dell'aderenza. La verità è che l'aderenza al trattamento è un processo dinamico, derivanti da accordi tra medico e paziente per raggiungere il benessere. Chi lo definisce come "il grado in cui il comportamento di una persona - assunzione del farmaco, seguire una dieta e stile di vita cambia - esecuzione corrisponde alle raccomandazioni del fornitore di assistenza sanitaria". In questo modo i pazienti sono salute professionisti partner attivo nella propria cura.

Nei trattamenti cronici si stima che la misura dell'obbligazione globale oscilla tra il 50% e 75%. Per un buoni risultati terapeutici sono considerato accettabili gradi superiori per il 80%, ad eccezione dei farmaci antiretrovirali che necessitano di un grado superiore per il 95%. Una scarsa aderenza includono non prendendo la dose corretta, mancata osservanza degli intervalli tra le dosi, dimenticare una dose o interrompere il trattamento fino.

In questo processo complesso e dinamico, fornitori di sanità (capire i fornitori di sanità) Compiamo un ruolo di grande responsabilità e fondamentali. Non solo i medici come individui in grado di comunicare bene ed educare i nostri pazienti, ma anche il sistema di salute e le sue istituzioni, richiesto di fornire un costante e regolare di farmaci di alta qualità. Nel processo di adesione ed efficienti trattamenti non misura l'assenza di farmaci, sostituzione di cui non esiste alcuna "somiglianza", le suddivisioni e diminuisce nella dose di raggiungere fino a quando la prossima visita, o lasciare la libera volontà del paziente di decidere cosa fare. Anomalie come quelle aumentare il costo di salute e andare contro l'efficacia del sistema sanitario. Malattie croniche come l'ipertensione arteriosa, diabete, Ipotiroidismo, Epilessia, Morbo di Parkinson, sclerosi multipla, Morbo di Alzheimer, Oltre alla infettive e reumatiche in generale, essi richiedono una fornitura permanente di farmaci e trattamenti sono incontrati regolarmente. I pazienti hanno bisogno di sostegno, non che li biasimo quando il trattamento fallisce dovuto alla mancanza di aderenza.

Come esprime il PAHO: "Aumentando l'efficacia degli interventi in aderenza può avere maggiore impatto sulla salute della popolazione rispetto a qualsiasi miglioramento di specifici trattamenti medici".

 

Da Rocio Santibáñez Vasquez

 

Eluniverso.com [en línea] Quito (ECU): eluniverso.com, 28 de agosto de 2014 [Ref. 29 nel luglio del 2014] Disponibile su Internet: http://www.eluniverso.com/ parere/2014/07/29/nota/3291951/adherencia-tratamiento?src = menu



Approvato il nuovo modello di materie fondamentali che modifica il sistema di addestramento specialistico salute

25 08 2014

Il Consiglio dei ministri di venerdì ha approvato il decreto reale sul nuovo modello di materie fondamentali che modifica l'attuale sistema sanitario specializzato formazione e incorporando notizie importanti. Studenti di medicina, Contrariamente a questo nuovo modello, Essi hanno avvertito che non cesserà nei loro crediti e preparando nuove azioni per settembre

 

Il Consiglio dei ministri ha approvato venerdì scorso, sulla proposta del Ministero della salute, Servizi sociali e l'uguaglianza (MSSSI), il regio decreto che regola le materie fondamentali dell'educazione sanitaria, così come il rispet e formazione specifica, con gli obiettivi di promuovere l'evoluzione del sistema educativo e strutture educative di adattarsi ai nuovi programmi di formazione. È una misura che modernizza la preparazione degli operatori sanitari, così imparano ad affrontare i problemi di salute in modo completo dalle prime fasi della loro formazione specialistica.

I soggetti di nucleo, Secondo il Ministero della salute in un comunicato stampa, consente le competenze comuni alle diverse specialità in scienze sanitarie attraverso un periodo di formazione uniforme. In questo modo, formazione di residenza è strutturato in due cicli consecutivi, una spina dorsale, dove ha acquisito la conoscenza comune per la specialità del tronco stesso, e altre specifiche dove ha acquisito la conoscenza di ogni specialità. Entrambi i cicli integrerà la formazione completa delle specialità in Scienze della salute.

Questo nuovo modello educativo si propone agli operatori sanitari “residenti”, attraverso le competenze acquisite nel periodo di formazione del nucleo, Imparare ad affrontare i problemi di salute in modo globale e con un approccio interdisciplinare e multidisciplinare che migliora la qualità della cura dei pazienti fin dall'inizio della sua formazione specializzata.

D'altro canto, rappresenta le materie fondamentali, Secondo il MSSSI un catalogo più flessibile di specialità in Scienze della salute, che in molti casi che si è configurato come compartimenti stagni isolato reciprocamente, conseguente a un eccessivo typecasting professionisti.

“Le modificazioni che incorpora non solo il progetto di formazione specializzati salute mantengono l'eccellenza del sistema di residenza, ma per migliorarlo, correzione rilevata deviazioni. Inoltre, il nuovo modello di materie fondamentali ci porta ai modelli dell'ambiente di formazione specializzati salute paesi già sviluppati”, indica l'amministrazione sanitaria.

Specialità mediche, chirurgico e multidisciplinare, sono strutturati in 5 gruppi o tronchi: medico, chirurgica, diagnosi clinica e laboratorio, imaging diagnostico e psichiatria. Specialità che hanno competenze comuni nei suoi programmi di formazione sono state raggruppate in ciascuno di essi, che verranno acquisita in unità accreditato per un periodo non inferiore a due anni.

La scelta del tronco quadrato e insegnamento del nucleo sarà superare l'esame di ammissione nazionale una volta che convoca annualmente il Ministero della salute, Servizi sociali e l'uguaglianza, Secondo l'ordine ottenuto dal candidato. Una volta passata la valutazione del periodo di nucleo, residenti eleggono specialità e insegnamento tra le offerte, Secondo l'ordine ottenuto nell'esame di entrata.

 

Rispet

Operatori sanitari che forniscono o hanno fornito servizi nel sistema sanitario arriva un nuovo titolo di specialista in un'altra specialità del tronco stesso. In questo caso, i candidati devono essere fuori solo il corrispondente programma di formazione speciali, esentato dal primo ciclo spina dorsale. Questo deve avere almeno cinque anni di esperienza professionale.

Questa capacità di rispettivamente sarà un elemento motivante di professional, al momento che permetterà una maggiore adattamento delle risorse umane alle specialità più richiesti, poiché offrono rispet è di riferirsi alle specialità deficitarie.

Per evitare di rompere l'equilibrio che deve esistere tra posti vacanti offerti dalla procedura ordinaria e procedura di rispet, i limiti sono stabiliti affinché non può superare il contingente di posti per rispet alla 2% del totale. Anche, dotato di ogni comunità autonoma non può superare della 10% di offerto dalla Comunità corrispondente totale.

 

Nuove specialità

Modifica la mappa attuale di specialità in salute attraverso la scienza della creazione, cambiamento di nome e di fusione di alcuni titoli di specialista.

Gli emendamenti che sono incorporati in questa mappa sono della massima importanza per il sistema sanitario, hanno implicazioni scientifiche, organizzativo e sociale, nella misura in cui, con queste modifiche, è destinato a dare una risposta adeguata alle esigenze del sistema sanitario, le esigenze del progresso scientifico e tecnologico e alla popolazione in generale che sempre più richiede una più efficiente assistenza sanitaria di migliore qualità.

-Vengono create due nuove specialità: la specialità medica di “Psichiatria del bambino e l'adolescente” e la specialità multidisciplinare di “Genetica clinica”.

-Specialità corrente viene modificato da “Farmacia ospedaliera” che succede a essere chiamato “Farmacia dell'ospedale e assistenza primaria”.

-Integrare l'attuali titoli di specialista in “Analisi clinica” e “Biochimica Clinica” in un unico titolo con il nome di “Analisi clinica e biochimica clinica”.

 

Aree di formazione specifica

Formazione nelle aree della formazione specifica: allargamento o approfondire la conoscenza che gli specialisti sono già, Abilitazione di alcuni professionisti di approfondire quelle sfaccettature che esige il progresso scientifico nella zona di una o più specialità in Scienze della salute. Questa formazione deve essere programmata e si terrà, anche, dal sistema di residenza.

Le aree di infettive malattia-specifica formazione vengono create attraverso il regio decreto, Epatologia avanzata, Neonatologia,e incidente ed emergenza.

 

Psperimentazione sul campo di accesso

Essa unifica e aggiornato il regolamento delle prove per l'accesso agli spazi di formazione sanitaria specializzata, che ha subito modifiche parziali. Si evidenzia l'aggiunta alle misure di progetto di azioni positive da adottare nella corrispondente prova di accesso per persone con disabilità (riserva una quota di posti nella 7%),

Intende che lo stato, facendo uso dei poteri concessi all'articolo 149,1. XVI della Costituzione nell'ambito del coordinamento generale della salute, garantendo specializzata salute formazione offerta posti per rispondere alle esigenze di una serie di parametri di pianificazione di sistema di salute.

 

Studenti “essi continueranno con le loro richieste”

Per parte sua, il Consiglio di stato degli studenti di medicina (CEEM) in una dichiarazione rilasciata dopo la decisione del Consiglio dei ministri, ritiene che l'adozione del regio decreto “non è la fine della strada”, e garantire che non si fermerà nelle loro richieste e che continuerà a difendere la sua posizione per quanto riguarda le materie fondamentali.

Inoltre, Hanno ritenuto che il fatto che il governo decide di approvare un decreto reale che ha goduto di così poco consenso così complicato come queste date, dove è più difficile da organizzare correttamente, È molto poco positivo per migliorare il dialogo e la comunicazione.

Gli studenti di medicina che ricordi, nei giorni che si tennero a Lleida in ottobre di 2013, “Una volta che i loro reclami non sono stati ascoltati e dopo la conoscenza che il progetto di decreto reale era praticamente la finale, essi si sono posizionati contro i soggetti di nucleo”.

Inoltre, finora dell'anno, Essi indicano che “hanno intrapreso una campagna di sensibilizzazione e attestazione attivo, con la raccolta di più di 24.000 imprese attraverso la piattaforma di change.org contro le materie fondamentali e una manifestazione a Madrid e Barcellona con più di 9.000 studenti”.

Finalmente, hanno annunciato alcuni straordinari workshop a settembre a studiare nel miglior modo possibile le misure da prendere in faccia due anni di attuazione, Poiché le materie fondamentali è il tema che al giorno d'oggi la maggior parte preoccupata per gli studenti di medicina.

 

Medicosypacientes.com [en línea] Bilbao (ESP): medicosypacientes.com, 25 de agosto de 2014 [Ref. 28 nel luglio del 2014] Disponibile su Internet: http://www.medicosypacientes.com/ articles/troncalidad27714.html



Dispositivo aiuta a dormire meglio per le persone con la sindrome delle gambe senza riposo

21 08 2014

Un nuovo metodo non farmacologici per la sindrome agitata del piedino (SPI) Esso fornisce un sollievo fisico e permette di stare a letto.

 

El dispositivo para el síndrome de las piernas inquietas, Relaxis (Fotografía cortesía de Sensory Medical).

Il dispositivo per la sindrome delle gambe senza riposo, Relaxis (Foto per gentile concessione di sensore medica).

Il dispositivo Relaxis è basato su un tappetino di basso profilo che i pazienti inseriti sul sito del suo disagio durante un attacco notturno di SPI durante la notte, solitamente nel polpaccio o della coscia. Il paziente quindi attiva il pad, che è stato progettato per disconnettere automaticamente con una caratteristica rampa di decelerazione che completa il ciclo dopo circa 30 minuti. Il rilievo di vibrazione è essenzialmente una forma di contra-estimulacion che diminuisce gradualmente in intensità in modo che il paziente non si sveglia quando si ferma.

 

Relaxis Pad è stato progettato per essere utilizzato in pazienti affetti da RLS primario. Non è inteso per l'uso da parte di persone con disturbi della pelle come l'eczema, Psoriasi, cellulite, ferite che non guariscono, o coloro che soffrono di SPI secondaria. Il dispositivo non deve utilizzato in pazienti che sono stati diagnosticati con trombosi venosa profonda (DVT) in una qualsiasi delle loro gambe durante i sei mesi precedenti, a causa di un potenziale noto cadere o rompere un coagulo e causare un'embolia polmonare. Relaxis Pad è un prodotto di Sensore medica (San Clemente, CA, STATI UNITI D'AMERICA) ed è stato approvato dalla direzione della gestione della droga e dell'alimento degli Stati Uniti (FDA).

 

"Relaxis rappresenta la prima ricetta alternativa, non invasiva, senza farmaci, per migliorare la qualità del sonno in pazienti con la sindrome delle gambe senza riposo primaria, un problema importante di sanità che interessa milioni di persone ogni anno", ha detto Fred Burbank, MD, Direttore esecutivo del sensore medico e un paziente di SPI. "Finora, le uniche opzioni per i pazienti sono stati, soffrire, senza aiuto, "per la vita o affrontare i potenziali effetti collaterali delle terapie a lungo termine con farmaci".

 

La SPI, noto anche come malattia di Willis-Ekbom (PECORA) È una malattia neurologica caratterizzata da un irresistibile bisogno di muovere il corpo per fermare le sensazioni fastidiose o rari. Questa condizione colpisce più comunemente le gambe, ma può interessare le braccia, il torso, la testa, e persino i membri fantasma. Nei casi più gravi, SPI attacchi possono verificarsi più volte per notte, rendendo, che ripetutamente, il sogno è interrotto e inciderà sulle prestazioni durante il giorno. Muovere che la parte interessata del corpo modula le sensazioni, fornendo sollievo temporaneo.

 

Le sensazioni tendono ad iniziare o intensificare, In genere, durante la veglia tranquilla, Quando la persona è rilassata, Lee, studi o cerca di dormire. Tra le persone più colpite sono mezza età o più anziani, Poiché i sintomi tendono ad aumentare in frequenza e durata con l'età; È due volte più comune nelle donne. Per alleviare i sintomi della RLS, sono la terapia farmacologica spesso formulato, compresi agenti dopaminergici usati per trattare il morbo di Parkinson, farmaci anticonvulsivanti, la narcotici oppiacei, benzodiazepine e miorilassanti.

 

 

Hospimedica.es [en línea] Hollywood, FL (STATI HOSPIMedica.esA): hospimedica.es, 21 de agosto de 2014 [Ref. 08 nel luglio del 2014] Disponibile su Internet:

http://www.HOSPIMEDICA.es/ cuidados_de_pacientes/articles/294753426/dispositivo_ayuda_a_dormir_mejor_a_personas_con_sindrome_de_piernas_inquietas.html

 

 



Essi mostrano che una singola biopsia è insufficiente per determinare il trattamento del cancro del polmone

18 08 2014

Los resultados del estudio suponen ONU cambio en el desarrollo de fármacos inhibidores del gen llamado MET, Vinculado al cancro de pulmón de peor pronóstico.

Uno studio dell'Hospital del Mar, guidati da Edurne Arriola nel servizio di oncologia dell'ospedale del Mar e coordinatore dell'unità funzionale del cancro polmonare ha dimostrato che una singola biopsia è insufficiente per determinare con precisione questo gene e stabilire il trattamento più appropriato. Questi risultati rappresentano un cambio di strategia che è stata finora utilizzato per la progettazione di studi clinici con inibitori MET e un passo avanti nella conoscenza del cancro polmonare e la personalizzazione del trattamento.

 

Il lavoro è stato presentato al 50 ° Congresso della società americana di oncologia clinica (ASCO) con gli altri 12 studi di ricercatori dell'Hospital del Mar. L'incontro che si terrà a Chicago (Stati Uniti) fino al 3 Giugno è uno dei più importanti del mondo e ha incontrato più di 25.000 specialisti in oncologia.

 

A differenza della chemioterapia, che attacca le cellule tumorali, focus terapie mirate su geni specifici blocco legate allo sviluppo di tumori. Il gene MET è un gene coinvolto nella proliferazione e migrazione cellulare in una vasta gamma di tumori umani. Lo sviluppo di farmaci per bloccarlo, come inibitori della MET, È una delle terapie per fermare il processo cancerogeno.

 

Questa strategia personalizzata richiede una conoscenza molto precisa di tutte le mutazioni e le anomalie del tumore a livello molecolare.

In questo studio i ricercatori hanno analizzato 127 campioni di 120 pazienti affetti da cancro del polmone, maggior parte (90%) adenocarcinomi, con un'età media di 66 anni. I campioni provenivano da diverse parti del tumore e i ricercatori hanno analizzato l'espressione e l'amplificazione - la quantità di ripetizioni- Il gene MET, aspetti coinvolti nello sviluppo del tumore. I risultati hanno mostrato differenze in termini di caratterizzazione dell'attività del gene secondo l'origine della biopsia.

 

Questi dati implicano che la determinazione di MET, per progettare un'appropriata terapia necessaria, Può essere fuorviante se si basano sullo studio di una singola biopsia, che è quello che facciamo solitamente con il cancro polmonare. Abbiamo bisogno di altri strumenti che ci aiutano a predire lo stato incontrato in un tumore, marcatori sierici come, marcatori più specifici in tumori, o test di Imaging metabolico“, spiega Edurne Arriola.

 

Questa conclusione può avere un impatto immediato sulla progettazione degli studi clinici con farmaci volti a bloccare l'attività del MET, soprattutto nella scelta dei pazienti più appropriati per trarre beneficio dal trattamento.

 

Essi hanno recentemente fallito due prove con inibitori MET e questo potrebbe essere dato che gli studi di marcatore MET effettuati con una singola biopsia. Dovrebbero rivalutare i criteri di selezione dei pazienti per ricevere queste terapie“, ricercatore mira.

 

Inoltre, Questa ricerca potrebbe essere applicata a tumori situati in altre parti del corpo.

 

In altri tumori erano anche tumori gastrici o glioblastomi sono test MET e quindi inibitori, Anche se non abbiamo dati sull'eterogeneità di questo tumore, È molto probabile che i risultati saranno simili al cancro del polmone“, spiega il ricercatore.

 

È la sfida che attende ora i ricercatori “identificare un biomarcatore che ci permetterà di sapere quali pazienti beneficiano di un MET inibitori e che non sono, al fine di meglio definire e personalizzare i trattamenti, tenendo conto che una piccola biopsia non rappresenta la condizione generale del tumore“, conclude Edurne Arriola.

 

Cancro del polmone è il più frequente nel mondo, con circa 1.400.000 nuovi casi all'anno. In Spagna, rappresenta la 16,6% di tutti i tumori tra gli uomini e le 7,6% tra le donne. Tra il 80-90% dei tumori polmonari si verificano nei fumatori o in persone che hanno smesso di fumare recentemente. L'adenocarcinoma è un tipo di cancro al polmone che rappresenta circa il 40% dei tumori polmonari e spesso appaiono più tra le donne e individuare nelle zone più periferiche dei polmoni.

 

 

 

 

Parcdesalutmar.cat [en línea] Barcellona (ESP): parcdesalutmar.cat, 18 de agosto de 2014 [Ref. 02 nel giugno del 2014] Disponibile su Internet:http://www.Parcdesalutmar.cat/ es_noticies/view.php?ID = 385



Alcuni acidi grassi saturi possono presentare un rischio maggiore di diabete rispetto ad altri

14 08 2014

Il rapporto tra grassi saturi e tipo 2 diabete può essere più complessa di quanto si pensasse, secondo i risultati di un ampio studio internazionale pubblicato oggi sulla rivista Lancet diabete e endocrinologia. Lo studio ha trovato che gli acidi grassi saturi può essere associati con un rischio aumentato e diminuito di sviluppare la malattia, a seconda del tipo di acidi grassi presenti nel sangue.

I risultati di aggiungere al crescente dibattito circa le conseguenze di salute di grasso, e potrebbe parzialmente spiegare evidenze da studi recenti che suggerisce alcuni alimenti ad alto contenuti di grassi saturi, come i prodotti lattiero-caseari, in realtà potrebbe abbassare il rischio di tipo 2 Diabete.

 

Grassi saturi in genere si trova negli alimenti con un'alta percentuale di grassi animali, come il burro, formaggio e carne rossa, e nei cibi fritti. Esso è costituito da catene di singole molecole di grasso (acidi grassi) che variano in lunghezza, a seconda di quanti atomi di carbonio che contengono. Questi acidi grassi saturi sono stato a lungo considerati dannosi per la salute, e le raccomandazioni correnti suggeriscono che essi dovrebbero compongono no più di 10 per cento delle calorie che mangiamo. Tuttavia, il ruolo dei grassi saturi in tipo 2 rischio di diabete non è chiaro.

 

I nostri risultati forniscono forte evidenza che l'individuo saturi acidi grassi non sono tutti uguali

-Nita Forouhi

 

Nello studio EPIC-interagire, che è stato finanziato principalmente dalla Commissione europea nell'ambito del suo quadro 6 programma, un team di ricercatori guidati dal Medical Research Council (MRC) Unità di epidemiologia dell'Università di Cambridge precisato per esaminare la relazione tra livelli ematici di nove diversi acidi di grassi saturi e il rischio di sviluppo di tipo 2 diabete nel corso della vita.

 

I ricercatori hanno esaminato 12,403 Chi ha sviluppato il tipo 2 diabete tra un gruppo di 340,234 adulti attraverso otto paesi europei. Utilizzando un sofisticato metodo di analisi del sangue ad alta velocità, sviluppato appositamente per il progetto di ricercatori MRC Human Nutrition Research, hanno determinato la percentuale di ognuno dei nove acidi grassi in campioni di sangue dai partecipanti allo studio e ciò legate con incidenza successiva del tipo 2 Diabete.

 

Hanno trovato che saturi acidi grassi con un numero pari di atomi di carbonio nella loro catena (14, 16 and 18 atomi di carbonio) sono stati associati con un rischio maggiore di tipo 2 Diabete, mentre gli acidi grassi saturi con unemero dispari (15 and 17) sono stati associati con un rischio inferiore.

 

Condurre scienziato Dr Nita Forouhi, dall'unità di epidemiologia MRC presso l'Università di Cambridge, ha detto: "I nostri risultati forniscono forte evidenza che l'individuo saturi acidi grassi non sono tutti uguali. La sfida che dobbiamo affrontare ora è lavorare fuori come i livelli di questi acidi grassi nel nostro sangue corrispondono ai diversi cibi che mangiamo.

 

"Questi acidi grassi saturi a catena dispari sono marcatori ben consolidate di mangiare grassi prodotti lattiero-caseari, che è coerente con i diversi studi recenti, tra cui il nostro, che hanno indicato un effetto protettivo contro il tipo 2 diabete da mangiare yogurt e altri prodotti lattiero-caseari. In contrasto, acidi grassi saturi a catena anche la situazione è più complessa. Oltre ad essere consumati nella dieta di grassi, Questi acidi grassi di anima può anche essere fatta all'interno del corpo attraverso un processo che viene stimolato con l'assunzione di carboidrati e alcool."

 

Gli autori concludono quindi che è troppo presto per fare eventuali raccomandazioni dietetiche diretti sulla base di questo lavoro.

 

Il professor David Lomas, Sedia della popolazione di MRC e sistemi medicina Board, aggiunto: "Tipo 2 diabete ha gravi conseguenze per la salute e costi sanitari, e i suoi numeri sono in aumento in tutte le regioni del mondo. Identificare nuovi modi di trattare non solo, ma impedire la condizione sono pertanto vitale. Questa ricerca derivanti da 26 istituti di ricerca in tutta Europa è un esempio del potere della collaborazione internazionale per generare più grandi e più attendibili studi. Combinando i dati di popolazione su larga scala con analisi di laboratorio avanzato, Questa ricerca ha consegnato una ragione convincente per guardare più da vicino il contributo dei singoli componenti dei grassi per la salute e la malattia."

 

 

 

Cam.ac.uk [en línea] Cambridge (REGNOCam.ac.ukcam.ac.uk, 14 de agosto de 2014 [Ref. 06 de agosto de 2014] Disponibile su Internet:http://www.cam.AC.uk/ research/news/some-saturated-fatty-acids-may-present-a-bigger-risk-to-diabetes-than-others



Curare l'artrite nei topi

11 08 2014

Con un nuovo prodotto terapeutico, i ricercatori sono riusciti a curare l'artrite nei topi, per la prima volta. Gli scienziati ora stanno progettando di testare l'efficacia del farmaco nell'uomo.

 

Rheumatoid arthritis causes inflammation of multiple joints, such as the knee joint, as shown here. (Photo: istock.com / Raycat)

L'artrite reumatoide causa l'infiammazione delle articolazioni multiple, ad esempio l'articolazione del ginocchio, come indicato qui. (Foto: iStock.com / Raycat)

L'artrite reumatoide è una condizione che causa infiammazione dolorosa delle diverse articolazioni del corpo. La capsula articolare diventa gonfio, e la malattia può anche distruggere della cartilagine e dell'osso, come progredisce. L'artrite reumatoide colpisce 0.5% A 1% della popolazione mondiale. Fino a questo punto, medici hanno utilizzato vari farmaci per rallentare o arrestare la progressione della malattia. Ma ora, ETH Zurigo ricercatori hanno sviluppato una terapia che richiede il trattamento dell'artrite reumatoide in topi ad un nuovo livello: dopo aver ricevuto il farmaco, i ricercatori considerano gli animali per essere completamente guarito.

 

La droga è una sostanza attiva biotecnologicamente prodotta costituito da due componenti fusi. Un componente è l'interleuchina Messaggero immunitario del corpo 4 (IL-4); studi precedenti hanno mostrato che questo messaggero protegge i topi affetti da artrite reumatoide contro i danni della cartilagine e dell'osso. Gli scienziati ETH hanno accoppiato un anticorpo per IL-4 che, sulla base del principio di serratura a chiave, si associa a una forma di una proteina che si trova solo nel tessuto infiammato in alcune malattie (e nel tessuto tumorale).

 

Localizzata di farmaci

"A seguito di combinazione con l'anticorpo, IL-4 raggiunge il sito della malattia quando la molecola di fusione viene iniettata nel corpo,"dice il farmacista Teresa Hemmerle, Chi ha appena completato la sua tesi nel gruppo di Dario Neri, professore presso l'Istituto di scienze farmaceutiche. Insieme a Fabia bambola, anche un farmacista di PhD presso ETH, Lei è l'autore principale dello studio. "Ci permette di concentrare la sostanza attiva presso la sede della malattia. La concentrazione nel resto del corpo è minima, che riduce gli effetti collaterali,"lei dice.

 

I ricercatori hanno testato la nuova molecola di fusione, che si riferiscono a come un 'anticorpi armati', in un progetto CTI insieme il Philochem spin-off ETH. Hanno usato un modello di topo in cui gli animali hanno sviluppato gonfiato, infiammato le dita dei piedi e zampe entro pochi giorni. Tra le altre cose, i ricercatori hanno studiato la molecola di fusione in combinazione con desametasone, un farmaco anti-infiammatorio di cortisone-like che già è usato per trattare l'artrite reumatoide negli esseri umani. I ricercatori hanno iniziato trattamento ogni mouse, non appena hanno iniziato mostrando i segni della malattia nella forma delle estremità gonfie.

 

Sperimentazioni cliniche nel prossimo anno

Quando usate separatamente, la nuova molecola di fusione e desametasone è riuscito solo a rallentare la progressione della malattia negli animali colpiti. In contrasto, i segni tipici di artrite, come zampe e dita gonfie, è sparito completamente entro pochi giorni, quando entrambi i farmaci sono stati somministrati contemporaneamente. Concentrazioni di tutta una serie di messaggeri immuni nel sangue e nel tessuto infiammato, che vengono modificati nell'artrite reumatoide, restituiti ai loro livelli normali. "Nel nostro modello di topo, Questo trattamento combinato crea una cura a lungo termine,"dice Hemmerle, Chi, dal completato la sua tesi, ha lavorato presso Philochem, dove continua il progetto.

 

Sulla base dei risultati promettenti dal modello animale, Philochem sta attualmente preparando testare il nuovo farmaco in studi clinici su pazienti affetti da artrite reumatoide. Secondo i ricercatori, questi test inizierà il prossimo anno.

 

Riferimento di letteratura

Hemmerle T, Bambola F, Neri D: Consegna anticorpo-basata di IL4 alla neovasculature cure topi affetti da artrite. PNAS, pubblicazione online 4 Agosto 2014, DOI: 10.1073/PNAS.1402783111

 

 

 

Ethz.ch [en línea] Zurigo (SUI): ETHZ.ch, 11 de agosto de 2014 [Ref. 06 de agosto de 2014] Disponibile su Internet:https://www.ethz.ch/ en/news-and-events/eth-news/news/2014/08/curing-arthritis-in-mice.html



Farmaci antipsicotici legata alla leggera diminuzione nel volume del cervello

7 08 2014

Uno studio pubblicato su 2014, Julio 18 ha confermato un collegamento fra farmaco antipsicotico e un leggero, ma misurabili, diminuzione del volume cerebrale in pazienti con schizofrenia. Per la prima volta, i ricercatori sono stati in grado di esaminare se questa diminuzione è nociva per i sintomi e le funzioni cognitive di pazienti', e ha osservato che nel corso di un follow-up di nove anni, Questa diminuzione non sembra avere alcun effetto.

Con l'età, nostro cervello naturalmente perde parte del loro volume – in altre parole, connessioni e le cellule cerebrali. Questo processo, conosciuto come atrofia, in genere inizia nei nostri anni trenta e prosegue in età avanzata. I ricercatori hanno conosciuto da tempo che i pazienti con schizofrenia perdono volume cerebrale ad un ritmo più veloce rispetto a soggetti sani, anche se la ragione perché non è chiaro.

 

“La perdita di volume cerebrale non sembra avere alcun effetto sulle persone, e i pazienti non devono interrompere loro farmaco sulla base di questa ricerca”

-Graham Murray

Ora, in uno studio pubblicato sulla rivista dell'accesso aperto PLOS ONE, un team di ricercatori del Università di Oulu, Finlandia, e l'Università di Cambridge ha individuato il tasso di diminuzione in individui sani ed in pazienti con schizofrenia. Hanno anche documentato dove nel cervello pazienti di schizofrenia hanno atrofia più, e hanno esaminato i legami tra atrofia e farmaci antipsicotici.

Confrontando scansioni cerebrali di 33 pazienti con schizofrenia con 71 soggetti di controllo per un periodo di 9 anni – dall'età 34 A 43 – i ricercatori sono riusciti a dimostrare che i pazienti di schizofrenia perso volume cerebrale ad un tasso di 0.7% ogni anno. I partecipanti di controllo perduto volume cerebrale ad un tasso di 0.5% l'anno.

Gli scienziati hanno ipotizzato in precedenza che farmaco antipsicotico utilizzato nel trattamento della schizofrenia può essere collegata a questa diminuzione di volume del cervello. Ricerca di oggi conferma questa associazione, dimostrando che il tasso di diminuzione volume era maggiore quando la dose del farmaco era superiore. However, i meccanismi dietro questo – e se fosse in realtà il farmaco che ha causato questa perdita maggiore di tessuto – non sono chiari. Alcuni ricercatori in precedenza hanno sostenuto che mentre i più vecchi farmaci antipsicotici potrebbero causare volume cerebrale diminuisce, nuovi farmaci antipsicotici possono proteggere Tuttaviaqueste diminuzioni. However, ricerca odierna suggerisce che entrambe le classi di farmaci antipsicotici sono associate con simili ribassi nel volume del cervello.

 

I ricercatori hanno esaminato anche se non c'era alcun legame tra il volume del cervello perduto e la gravità dei sintomi o la perdita della funzione cognitiva, ma non trovato alcun effetto.

 

Professor Juha Veijola dal dipartimento di psichiatria presso l'Università di Oulu, Finlandia dice: "Tutti noi perdere qualche tessuto cerebrale come si invecchia, ma le persone con schizofrenia perdono ad un ritmo più veloce. Abbiamo dimostrato che questa perdita sembra essere legata alla gente sta prendendo il farmaco antipsicotico. Ricerca come questo, dove i pazienti sono studiati per molti anni possono aiutare a sviluppare linee guida circa quando i clinici possono ridurre il dosaggio del farmaco antipsicotico nel trattamento a lungo termine delle persone con schizofrenia. "

 

"È importante sottolineare che la perdita di volume cerebrale non sembra avere alcun effetto sulle persone sopra il follow-up di nove anni che abbiamo condotto, e i pazienti non devono interrompere loro farmaco sulla base di questa ricerca, "aggiunge il dottor Graham Murray dall'Istituto di neuroscienze cliniche e comportamentali e la Dipartimento di psichiatria all'Università di Cambridge. "Una questione chiave nel futuro sarà quello di esaminare se non c'è alcun effetto di questa perdita di volume cerebrale più tardi nella vita. Abbiamo bisogno di ulteriori ricerche in grandi studi con più lungo follow-up per valutare il significato di questi cambiamenti del cervello".

 

La ricerca è stata sostenuta dall'Accademia di Finlandia, Medical Research Council, Sigrid Jusélius Foundation, e il cervello e comportamento Research Foundation.

 

 

 

Cam.ac.uk [en línea] Cambridge (REGNOCam.ac.ukcam.ac.uk, 07 de agosto de 2014 [Ref. 18 nel luglio del 2014] Disponibile su Internet: http://www.cam.AC.UK/Research/News/Antipsychotic-drugs-linked-to-slight-decrease-in-Brain-Volume



Primo mondo Atlante delle esigenze non soddisfatte di cure palliative

4 08 2014

Attualmente solo uno di ciascuno 10 persone che hanno bisogno di cure palliative, Questo è, cura per alleviare il dolore, i sintomi e lo stress causato da malattie gravi, ricevere questa attenzione. Bisogni non sono stati descritti per la prima volta nel Atlas di cura palliativa alla fine della vita (Atlante mondiale delle cure Palia-tivo alla fine della vita), pubblicato congiuntamente dall'organizzazione mondiale della sanità (CHI) e l'alleanza mondiale di Cure Palliative (WPCA).

L'obiettivo non è solo per alleviare il dolore e alleviare la sofferenza

L'obiettivo delle cure palliative non è solo alleviare il dolore, ma anche per alleviare la sofferenza fisica, pazienti di malattie psicosociali ed emotive gravi in una fase avanzata e l'aiuto alle famiglie di queste persone a prendersi cura dei loro cari.

Circa un terzo di coloro che hanno bisogno di cure palliative hanno il cancro. Il resto soffre di malattie degenerative che colpiscono il cuore, i polmoni, il fegato, i reni o il cervello, malattia o cronica o irreversibile poten-cialmente, come l'infezione da HIV e TBC.

Si stima che ogni anno più di 20 milioni di pazienti necessario fine palliativo di cura della vita, di cui circa uno 6% Essi sono bambini. Se si includono tutte le persone che potevano ricevere cure palliative in una fase precedente della loro malattia, la cifra corrispondente sarebbe almeno una 40 milioni di euro. Cure palliative e terminale spesso includono qualche tipo di supporto per le fami - famiglia del paziente, il che significa che la cura ha bisogno di moltiplicare per più di due.

 

80% le esigenze del mondo corrisponde ai paesi a basso e medio reddito

In 2011, alcuni pazienti 3 milioni, maggior parte di questi terminali, hanno ricevuto cure palliative. Anche se gran parte di questo tipo di assistenza viene fornita in paesi ad alto reddito, quasi il 80% le esigenze globali di assistenza palliativa corrisponde ai paesi a basso e medio reddito. Solo 20 paesi del mondo hanno integrato correttamente sistemi di cure palliative sanitaria1.

«Atlante illustrato che», la maggior parte, Bisogni di cura di terminale mondo sono correlati alle malattie non trasmissibili, come il cancro, malattia di cuore, Malattie polmonari e incidente cerebrovascolare», Ha detto la dott. ssa. Oleg Chestnov, Chi vice direttore generale per la salute mentale e delle malattie non trasmissibili. «Mentre noi rafforzare gli sforzi per ridurre l'onere delle malattie che causano attualmente più morti nel mondo», Noi dobbiamo alleviare le sofferenze di coloro che soffrono di malattie degenerative e non rispondono ai trattamenti curativi.»

 

Una componente essenziale di tutti i sistemi di assistenza sanitaria

Atlas esorta tutti i paesi per includere le cure palliative come componente essenziale di tutti i sistemi di assistenza sanitaria, in linea con gli sforzi per conseguire la copertura sanitaria universale, che significa affrontare problemi come:

  • la mancanza di politiche che riconoscono le cure palliative e la necessità di cura dei pazienti terminali e coloro che soffrono di malattie degenerative;
  • la mancanza di risorse per stabilire i servizi appropriati, tra le altre cose, per garantire l'accesso ai farmaci essenziali, soprattutto antidolorifici;
  • la mancanza di conoscenza dei professionisti della salute, volontari provenienti dalle Comunità e l'opinione pubblica circa i benefici delle cure palliative.

 

«I nostri sforzi per espandere le cure palliative dovrebbero concentrarsi su alleviare le sofferenze di persone con meno risorse e rendono possibile che queste saranno essere-neficien delle cure palliative», aggiunto David Praill, Co-Presidente di WPCA. «È necessario coraggio e creatività nel processo di apprendimento collettivo su come integrare le cure palliative nei sistemi di cura con poche risorse».

La settimana scorsa, Consiglio di amministrazione di chi ha esortato i paesi a rafforzare le cure palliative e di integrarla nei loro sistemi sanitari. Sono gli scienziati-che questo problema è esaminato la 67. º Assemblea mondiale della sanità che si terrà nel maggio del 2014.

L'importanza delle cure palliative è stato evidenziato nel piano del mondo ac-zione che per la prevenzione e il controllo delle malattie non trans-misibles 2013-2020 e l'ultimo che la lista di medicinali essenziali del modello, che comprende una sezione specifica sulle droghe per le cure palliative.

1 Germania, Australia, Austria, Belgio, Canada, Stati Uniti d'America, Francia, Irlanda, Islanda, Italia, Giappone, Norvegia, Polonia, Regione amministrativa di Hong Kong Special, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Romania, Singapore, Svezia, Svizzera e Uganda.

 

L'alleanza mondiale di Cure Palliative (WPCA) è una rete di azione globale, focalizzata esclusivamente sullo sviluppo del terminale cura e palliativo in tutto il mondo. È integrato da organizzazioni nazionali e regionali coinvolte in tale cura e organizzazioni affiliate che supportano questo tipo di assistenza. Il WPCA mantiene rapporti ufficiali con chi, e questa pubblicazione è il risultato di questo rapporto. L'Alleanza è la controparte internazionale di www.ehospice.com, un servizio internazionale di informazioni e notizie sulle cure palliative; anche, Organizza la giornata mondiale delle cure palliative. Per ulteriori informazioni sulla WPCA, vedere: www.thewpca.org.

 

Per ulteriori informazioni si prega di contattare con:

Portavoce e comunicazioni ufficiali Glenn Thomas, WHO Tel.: +41 22 791 3983Mobile: +41 79 509 0677Posta elettronica: thomasg@Who.int

Ricercatore senior Dr Stephen Connor, WPCA Tel.: + 1 703 980 8737Posta elettronica: sconnor@thewpca.org

 

 

Who.int [en línea] Geneva (SUI): wWho.int 04 de agosto de 2014 [Ref. 28 de enero de 2014] Disponibile su Internet: http://www.Who.int/ mediacentre/notizie/comunicati/2014/palliativo-cura-20140128/it /