Essi identificano 214 neurotossici che influenzano lo sviluppo neurale nei bambini e negli adolescenti

30 10 2014

Los investigadores han identificado 214 neurotóxicos tienen consecuencias negativi di mia en el desarrollo de cerebrale niños y adolescentes, anche dalla fase prenatale. Philippe Grandjean, Professore dei Scuola medica de Harvard (Stati Uniti), a proposito di un “epidemia silenziosa”, che rappresenta una spesa annua di 9.300 milioni di euro in Europa dalla perdita di capacità intellettuale a causa di mercurio, di cui 4.500 milioni di euro in Spagna.

B·Dibattito, un'iniziativa Biocat e lavoro sociale “La Caixa”, raccolte degli ultimi giorni 16 e 17 in ottobre i migliori esperti in epidemiologia e neuroscienze presso CosmoCaixa a discutere di tecniche di neuroimaging nell'analizzare gli effetti dei fattori ambientali sullo sviluppo del cervello, dalla fase prenatale attraverso l'adolescenza.

“Vogliamo sapere se questi effetti ambientali, come l'inquinamento atmosferico, alimenti o sostanze chimiche, Essi hanno un effetto sullo sviluppo del cervello e comportamento dei bambini e degli adolescenti”, riassume Jordi Sunyer, leader scientifico di questa B·Dibattito e co-direttore del centro di ricerca in epidemiologia ambientale (CREAL), Centro di ricerca ISGlobal.

Elementi ambientali influenzano il quoziente Intellettivo dei bambini. Anche se la variazione può essere piccola, livello di popolazione si muove la distribuzione di questa capacità cognitiva, che interessa gruppi di endpoint. Mentre il numero di bambini con difficoltà di apprendimento può aumentare fino a un 50%, bambini dotati sarebbe un 57%.

Gli esperti hanno convenuto sulla necessità di includere le tecniche di neuroimaging per studi di grande popolazione per capire i modelli normali di sviluppo neurale e funzionante. “Neuroscienziati da diverse discipline necessario identificare la correlazione tra i fattori di sviluppo neurologico e ambientali”, dice circa i vantaggi di neuroimaging Jordi Júlvez, Coordinatore scientifico di questo B·Discussione e ricerca di CREAL.

 

 

Creal.cat [en línea] Barcellona (ESP): creal.cat, 30 de octubre de 2014 [Ref. 17 Ottobre di 2014] Disponibile su Internet: http://www.creal.cat/es_noticies/349/cientificos-identifican-214-neurotoxicos-que-afectan-al-desarrollo-neuronal-de-ninos-y-adolescentes



Nuova scoperta nella regolazione di malattie autoimmuni

27 10 2014

Una molecola naturale ritarda l'insorgenza della malattia e inverte la progressione della malattia

 

Microfotografia di una MS-lesione demielinizzante. Immagine da Creative Commons

La funzione principale del sistema immunitario è quello di proteggere contro le infezioni e malattie. Per ragioni sconosciute il nostro sistema immunitario attacca le cellule sane, tessuti e organi in un processo chiamato autoimmunità, che può provocare malattie come la sclerosi multipla, Tipo 1 Diabete, lupus o artrite reumatoide. Non ci sono attualmente cure esistenti per queste malattie.

Ora, in un nuovo studio dai ricercatori dell'ospedale Brigham e femminile, può essere un potenziale trattamento all'orizzonte. I ricercatori hanno trovato che NAD , una molecola naturale trovata nelle cellule viventi, piante e alimenti, protegge contro le malattie autoimmuni, alterando la risposta immunitaria e trasformando "distruttive" cellule in cellule "protettive". La molecola è anche in grado di invertire la progressione della malattia ripristinando il tessuto danneggiato, causato dal processo di autoimmunità.

"Il nostro studio è il primo a mostrare che NAD può ottimizzare la risposta immunitaria e ripristinare l'integrità del tessuto attraverso l'attivazione di cellule staminali,"ha dichiarato Abdallah ElKhal, Istruttore di HMS in chirurgia presso la Brigham femminile divisione di chirurgia del trapianto e laboratorio di ricerca intervento chirurgico di trapianto e autore senior dello studio. "Questi risultati sono molto novello e possono servire per lo sviluppo di approcci terapeutici".

Lo studio è pubblicato online ottobre 7, 2014, in Comunicazioni di natura.

Gli scienziati hanno effettuato studi preclinici con encefalomielite autoimmune sperimentale, un modello preclinico per sclerosi multipla umana. Essi hanno mostrato che NAD può bloccare l'infiammazione acuta o cronica regolando le cellule immunitarie come, chiamato cellule T CD4 , differenziare. Topi ricevendo le cellule T CD4 insieme a NAD presente ha avuto un inizio in ritardo significativo della malattia, così come una forma meno grave, dimostrando quindi proprietà protettive della molecola.

"Questa è una molecola universale che potenzialmente può trattare non solo le malattie autoimmuni, ma altre condizioni acute o croniche come allergia, malattia polmonare ostruttiva cronica, sepsi e immunodeficienza,"ha dichiarato Stefan G. Tullio, Professore di HMS della chirurgia, Ospedale Brigham e donna capo della chirurgia del trapianto di, direttore di ricerca di chirurgia di trapianto e piombo autore dello studio.

Inoltre, i ricercatori hanno dimostrato che NAD può ripristinare l'integrità del tessuto che possa beneficiare i pazienti che hanno avanzato il danno tissutale causato da malattie autoimmuni. In termini di passaggi successivi, ElKhal osserva che il laboratorio sta attualmente testando percorsi aggiuntivi e il potenziale clinico del NAD .

"Poiché questa è una molecola naturale trovata in tutte le cellule viventi, tra cui il nostro corpo, Ci auguriamo che sarà ben tollerato dai pazienti,"ha detto ElKhal. "Così, Ci auguriamo che il suo potenziale come un potente agente terapeutico per il trattamento delle malattie autoimmuni faciliterà l'utilizzo in futuri studi clinici".

Il laboratorio di ricerca di chirurgia del trapianto e Dr. Lavoro di ElKhal è sostenuto dal National Institutes of Health e la Fondazione di Carlos Slim.

 

 

Da MARJORIE MONTEMAYOR - QUELLENBERG

 

Hms.harvard.edu [en línea] Cambridge, MA (STATI HMS.Harvard.edu): hms.harvard.edu, 27 de octubre de 2014 [Ref. 14 Ottobre di 2014] Disponibile su Internet: http://HMS.Harvard.edu/News/New-Discovery-regulating-autoimmune-diseases



Nueva Técnica Endoscópica de Cirugía en fetale Espina Bífida

23 10 2014

Vall d' ’ opera di Hebron prenatally colpite feti di spina bifida, con una nuova tecnica endoscopica che permette di ridurre la prematurità e le successive conseguenze della malattia

 

Chirurghi pediatrici ed ostetrici che fanno parte del programma di chirurgia fetale dell'ospedale Vall D'hebron, e con la collaborazione dell'unità di Spina Bifida, tre anni fa che operano correttamente diagnosticato di feti di mielomeningocele o spina bifida, una malattia congenita che colpisce il sistema nervoso centrale e che causa la paralisi degli arti inferiori, con difficoltà o impossibilità a camminare, così come l'incontinenza della vescica o dell'intestino, di lesione progressiva del tessuto neurale esposto al liquido amniotico durante la gravidanza. Il trattamento standard per questi interventi, un'elevata complessità, è la chirurgia fetale aperta. È necessario aprire il grembo della madre a metà della gravidanza, come se fosse un cesareo, esporre sul retro del feto per operare e correggere chirurgicamente il difetto. Poi, È necessario chiudere l'utero.

Da un anno fa, un team multidisciplinare dell'ospedale con specialisti in chirurgia fetale, ostetricia, Neurochirurgia, Ortopedia, anestesia, Radiologia, Neonatologia, riabilitazione, Urologia, infermieristica, ecc., esegue questi interventi via fetoscopica; una tecnica mini-invasiva (chirurgia a cielo aperto non) che consiste di entrare il grembo della madre di due piccoli fori (senza aprirlo) per raggiungere la zona lombare del feto e operare la malformazione. Una volta rilasciato in assenza di midollo osseo fetale, Esso è protetto con qualche patch biocompatibile che sostituire gli strati che mancano. Quindi l'area del difetto si chiude con un bioadesivi sigillante che protegge il midollo spinale a contatto con il liquido amniotico. Come cresce il feto, la pelle da solo sostituendo l'adesivo e coprendo la patch. Quando il bambino è nato, il difetto, che è stata protetta., Può essere chiuso e coperto con pelle. Questa tecnica innovativa per sigillare il difetto nel feto è stata concepita e sviluppata dalBioengenieria gruppo, Chirurgia ortopedia e pediatrico di Vall d' Hebrón Research InstituteDopo anni di sperimentazione con ambulatorio in modelli animali.

 

La combinazione di queste due tecniche d'avanguardia -operare di fetoscopia feto e proteggere il midollo spinale inserendo una speciale patch che chiuderà il difetto approfittando della guarigione fetale - ha dato buoni risultati 9 casi in cui c'è stato finora, Dal 6 di loro sono nati a termine (riduzione della prematurità), ridotte complicanze nella madre, così come le conseguenze per il feto. Questo intervento prenatale impedisce ulteriore deterioramento dei nervi e loro funzione, per ottenere il miglioramento della marcia e, anche, Sembra migliorare la malformazione di Chiari II, Idrocefalo e, Pertanto, il rischio di declino mentale.

Due centri nel mondo sono questi interventi via fetoscopica; ma l'ospedale Vall d'Hebron University è l'unico che sta sviluppando una tecnica sperimentale (fetoscopia e speciali patch sul difetto nel midollo osseo feto) Esso permette di operare prima i pazienti, nella settimana 20 gestazione, e con risultati preliminari positivi.

Il passo successivo è quello di validare questi risultati in altri pazienti e loro attraverso uno studio comparativo prospettico in contrasto con i risultati ottenuti con la chirurgia fetale aperta, insieme con il completo Children Hospital di Cincinnati, per standardizzare la tecnica.

È un ulteriore passo nel consolidamento della chirurgia fetale del programma ospedale, Grazie all'implementazione di nuove tecniche, collaborazione con progetti di ricerca e l'esperienza dei suoi professionisti.

 

 

Spina bifida è la seconda causa di disabilità nei bambini

Mielomeningocele meglio conosciuta come spina bifidaÈ una malformazione congenita molto complessa che interessano la chiusura della colonna vertebrale, tutti i loro nervi e il midollo spinale che, essere in contatto con il liquido amniotico durante la gravidanza, Hai aggiunto deterioramento, peggioramento del livello di paralisi. Anche oggi, Esso rappresenta la seconda causa di disabilità fisica nell'infanzia e le conseguenze più frequenti sono: nel campo motore (guai a piedi), addestramento della toletta (non controllo sfinteri di urine e feci) e il cervello, Idrocefalo e malformazione di Chiari II (accumulo di liquido cerebrospinale nel cervello e herniation del cervelletto). In Spagna questa malformazione colpisce per 1 di ogni 1.000 nati vivi.

Il trattamento classico di myelomeningocele è la chiusura postnatale (poco dopo la nascita) difetto, ma il problema è che il danno è fatto perché i nervi sono stato danneggiato e non più il lavoro. Per questo motivo, un trattamento prenatale fatta (prima della nascita, È quando il feto nel grembo della madre), diagnosi preventiva di ecografia e risonanza magnetica, composto da difetto stretta, collegare il cavo di modo che non sia in contatto con il liquido amniotico e non attraversare. Anche per evitare la fuoriuscita di liquido cerebrospinale, che peggiora le malformazioni cerebrali.

 

 

L'importanza della diagnosi e del trattamento prenatale

La diagnosi di questa patologia viene eseguita utilizzando ultrasuoni e solitamente è fatto nell'ecografia della settimana 20, che è lo screening morfologico. Prima di un così grave come questa alterazione, fino ad ora solo noi possiamo offrire il servizio postnatale o l'interruzione della gestazione. D'altro canto, Ora possiamo offrire un trattamento prenatale. Va da sé, Tuttavia, che attualmente il trattamento prenatale notevolmente migliorare la prognosi di questi casi, ma non ottenere ancora una cura per la 100%. Questo fa che questi bambini devono essere seguiti nell'unità della Spina Bifida; un multidisciplinare e senza unità di limite di età per fare il monitoraggio paziente completa e riabilitazione che mira sia al miglioramento della marcia, come il controllo degli sfinteri. Questa unità funziona da fa 30 anni ed è concettualmente il solo statewide.

 

 

 

 

 

Vhebron.NET [en línea] Barcellona (ESP): vhebron.NET, 23 de octubre de 2014 [Ref. 08 Ottobre di 2014] Disponibile su Internet: http://www.vhebron.net/es/actualidades/-/asset_publisher/gCy8/content/vall-d-hebron-opera-prenatalment-els-fetus-afectats-d-espina-bifida-amb-una-nova-tecnica-endoscopica-que-permet-reduir-la-prematuritat-i-les-sequeles-/10165;jsessionid = 49EA8D7340D7B482293379CF9BBDD3F0?redirect=http://www.vhebron.net/es/actualidades;jsessionid=49EA8D7340D7B482293379CF9BBDD3F0?p_p_id=101_INSTANCE_gCy8&p_p_lifecycle=0&p_p_state=normal&p_p_mode=view&p_p_col_id=column-2&p_p_col_pos=1&p_p_col_count=2



IEEE predice tecnologia al Top per 2022

20 10 2014

Apprendimento automatico, biologia computazionale, Bioinformatica, La nanotecnologia e l'Internet delle cose sono IEEE completo su lista delle migliori tecnologie per 2022.

Curioso di quello che sarà il paesaggio di tecnologia in 2022? Il Institute of Electrical and Electronics Engineers (IEEE), che rappresenta più di 400,000 ingegneri, ha elaborato una relazione che guarda al futuro e predice che le tecnologie calde di 2022 sarà.

 

Infatti, nove tecnologi guidati da IEEE Computer Society Presidente Dejan Milojicic ha trascorso gran parte di quest'anno, riflettendo su questa domanda. I risultati si possono trovare in IEEE CS 2022 Relazione, che guarda 23 future tecnologie che potrebbero cambiare il mondo da 2022. La relazione può essere trovato qui.

 

“Queste tecnologie, legato in ciò che chiamiamo intelligenza senza soluzione di continuità, presentare una visione del futuro,” ha detto Milojicic di IEEE, in una dichiarazione. “La tecnologia è l'attivatore. Veramente ciò che l'umanità si prende fuori di esso dipende dalla società umana.”

 

Il seguenti hanno contribuito a sezioni del report: Mohammed AlQuraishi, Harvard Medical School; Angela Burgess, IEEE Computer Society; David Forsyth, Cornell University; Hiroyasu Iwata, Università di Waseda; Rick McGeer, Comunicazione e Design Group, SAP America; e John Walz, ritirato da Lucent / AT&T.

 

IEEE ha detto che l'intento della relazione è quello di prevedere le future tecnologie dirompenti, aiutare i ricercatori a comprendere l'impatto futuro delle varie tecnologie e aiutare i laici capire dove la tecnologia è in continua evoluzione.

 

Alcune delle previsioni che includono multipolari consentirà agli utenti di ricaricare i loro smartphone solo una volta al mese. Il Internet delle cose permetterà alle persone di vestirsi in abiti che monitorano tutte le loro attività. Nanotecnologia permetterà di vite da salvare mediante telecamere digeribile e macchine realizzate da particelle 50,000 piccoli come un capello umano volte. E con la crescita esponenziale di dati Big ci saranno crescenti preoccupazioni sul bilanciamento di convenienza e privacy.

 

La relazione inoltre riconosce l'importanza della computazione quantistica e indica che la memoria universale sostituzioni per DRAM provoca uno spostamento tettonico nel software e architetture. Inoltre, 3Stampa D creerà una rivoluzione nella fabbricazione, con molte opportunità per produrre disegni che sarebbe stato proibitivi, lo studio ha mostrato.

 

Secondo la relazione, apprendimento automatico giocherà un ruolo sempre più importante nella vita delle persone–Se sono classifica i risultati della ricerca, raccomandare prodotti o la costruzione di modelli migliori dell'ambiente. E Robotica medica porterà a nuove innovazioni salvavita, dalla consegna autonomo dell'ospedale fornisce alla telemedicina e protesi avanzate.

 

 

Nel frattempo, con consumo energetico aumentando insieme il mondo ’ popolazione s, auto elettriche, LED, reti intelligenti, città intelligenti, silicio scuro, nuova tecnologia della batteria, e nuovi modi di raffreddamento dei data center sono alcune aree dove sono attesi progressi nella sostenibilità. Silicon photonics affronterà la larghezza di banda, sfide di latenza e di energia, e gli sviluppi a tutti i livelli dello stack di rete continuerà a guidare la ricerca e l'economia di Internet, la relazione ha detto. E nella zona delle reti definite da software, OpenFlow e SDN farà le reti più sicure, trasparente, flessibile e funzionale.

 

Il movimento Open proprietà intellettuale, secondo la relazione, tutto ciò influenzerà dalla pubblicazione accademica e modelli educativi al software, standard, e linguaggi di programmazione. Corsi aperti massicciamente Online (MOOC) minacciano anche di cambiare il ruolo della facoltà, studenti, e assistenti di insegnamento istituzioni più abbracciano le nuove piattaforme di apprendimento.

 

Il 2022 Rapporto riguarda la sicurezza, questioni trasversali, Aprire il movimento di proprietà intellettuale., sostenibilità, corsi aperti massicciamente online, informatica quantistica, dispositivo e nanotecnologie, 3D circuiti integrati, multipolari, fotonica, memoria universale, networking e interconnettività, reti definite da software, calcolo ad alte prestazioni, cloud computing, l'Internet delle cose, interfacce naturali utente, 3Stampa D, analitica e dati big, apprendimento automatico e sistemi intelligenti, computer vision e pattern di riconoscimento, Scienze della vita, bioinformatica e biologia computazionale, e robotica per cure mediche.

 

La relazione ’ s autori includono Hasan Alkhatib del SSN Services LLC; Paolo Faraboschi di HP Labs, Spagna; Eita Frachtenberg di Facebook; Hironori Kasahara della Waseda University; Danny Lange di Microsoft; Phil Laplante della Pennsylvania State University; Arif mercante di Google; Dejan Milojicic di HP Labs, Palo Alto, e Karsten Schwan di Georgia Tech.

Darryl k. Taft

 

EWeek.com [en línea] Foster City, CA (STATI UNITI D'AMERICA): eWeek.com, 20 Ottobre di 2014 [Ref. 02 de septiembre de 2014] Disponibile su Internet: http://www.eWeek.com/Innovation/IEEE-predicts-Top-Technologies-for-2022.html



È possibile una diagnosi di Test della sindrome dell'intestino irritabile?

16 10 2014

Un team di ricercatori dalla Vall d' Hebrón Research Institute (VHIR), diretto da Dra. María Vicario e Dr. Javier Santos, Ha scoperto che i pazienti con sindrome dell'intestino irritabile (SII) e diarrea sono più attività immunitaria nel vostro intestino tenue rispetto alle persone senza la malattia. I risultati dello studio sono stati pubblicati recentemente sulla rivista Intestino e in primo piano in Giudizi di natura, Gastroenterologia ed epatologia.

 

Da sinistra a destra: Bruno Rodino, Seville César, Vicario Maria, Javier Santos, Ana Gonzalez, Eloisa tranne

“Sorprendentemente, Abbiamo trovato che i pazienti con questa malattia hanno più cellule produttrici di anticorpi nel digiuno che le persone sane”, spiega il Dra. Vicario. La maggior parte di questi anticorpi è immunoglobuline del tipo lgG, Essi sono più efficaci di altri tipi di anticorpi, e si verificano quando un antigene stimola le cellule produttrici.

 

Per rilevare la presenza di anticorpi nell'intestino, i ricercatori hanno condotto un'analisi di espressione genica ha rivelato alterazioni a livello molecolare e cellulare che non era stata descritta in precedenza e che sono associati con la gravità della sintomatologia. “Abbiamo scoperto che i pazienti più attivi hanno le difese del tuo intestino, soffrono di sintomi più”, evidenzia il Dra. Vicario. I sintomi principali dell'IBS sono dolore o fastidio nella parte inferiore dell'addome e modifiche nella forma o nella frequenza dei movimenti intestinali.

 

Oggi, la diagnosi di IBS è stabilita solo da criteri clinici e dopo esclusione di altre malattie. Ci sono non affidabile e quindi biomarcatori, Dr. Santos insiste sul fatto che “i risultati di questo studio apre le porte alla progettazione di un test che può diagnosticare la malattia, attraverso la rilevazione di attività immune nell'intestino dei pazienti”. Elevata attività immunitaria viene rilevata nel digiuno dei pazienti, e non nel sangue, por lo que se trata de un fenómeno local que explica porqué los análisis rutinarios de los pacientes suelen salir absolutamente normales.

 

Vhir.org [en línea] Barcellona (ESP): vhir.org, 16 de octubre de 2014 [Ref. 01 Ottobre di 2014] Disponibile su Internet: http://www.vhir.org/ salapremsa/mitjans/mitjans_detall.asp?any=2014&num=199&MV1 = 5&MV2 = 1&Lingua = è&titol=Las+personas+con+s%EDndrome+del+



Studio del cervello ADHD trova più lento sviluppo di connessioni chiave

13 10 2014

Lento a maturare, rapido per distrarre: Studio del cervello ADHD trova più lento sviluppo di connessioni chiave.

Reti del cervello per la gestione interna & attività esterne maturano più lentamente in ADHD.

Una sbirciatina dentro il cervello di più di 750 bambini e ragazzi rivela una differenza fondamentale nell'architettura del cervello tra quelli con disordine di iperattività di deficit di attenzione e quelli senza.

 

La nuova ricerca può aiutare a portare allo sviluppo di un ‘ neuromarker’ — un modo per utilizzare brain imaging per migliorare la diagnosi e il trattamento dell'ADHD.

Bambini e adolescenti con ADHD, un nuovo studio trova, ritardo di altri della stessa età in quanto rapidamente i loro cervelli formano connessioni all'interno, e tra, reti di cervello chiave.

Il risultato: connessioni tra una rete del cervello che controlla il pensiero diretto internamente di meno-mature (come sognare ad occhi aperti) e reti che consentono una persona di concentrarsi sui compiti diretto esternamente. Tale ritardo nello sviluppo di connessione può aiutare a spiegare perché le persone con ADHD diventano facilmente distratte o fatica a rimanere concentrato.

Che cosa è più, le nuove scoperte, e i metodi utilizzati per renderli, un giorno potrebbe permettere ai medici di utilizzare scansioni del cervello per diagnosticare l'ADHD — e tenere traccia di quanto bene qualcuno risponde al trattamento. Questo tipo di neuroimaging "biomarker" ancora non esiste per l'ADHD, o qualsiasi condizione psichiatrica per quella materia.

Le nuove scoperte vengono da una squadra nella University of Michigan Medical Schools Dipartimento di psichiatria. Hanno usato tecniche di calcolo altamente avanzate per analizzare una grande piscina di dettagliate scansioni cerebrali che erano condivise pubblicamente per gli scienziati studiare. I risultati sono pubblicati nella Proceedings of the National Academy of Sciences.

Autore principale Chandra Sripada, M.D., PH.D.., e colleghi hanno visto le scansioni del cervello di 275 bambini e adolescenti con ADHD, e 481others senza di essa, utilizzando metodi "connectomic" in grado di mappare l'interconnettività tra reti nel cervello.

Le scansioni, fatto usando la formazione immagine a risonanza magnetica del funzione (fMRI) scanner, Visualizza attività cerebrale durante lo stato di riposo. Questo permette ai ricercatori di vedere come un certo numero di diverse reti del cervello, ognuna specializzata per determinati tipi di funzioni, "parlavano" all'interno e tra loro.

I ricercatori hanno trovato ritardi nello sviluppo della connessione all'interno del network focalizzato internamente, chiamata la rete in modalità predefinita o DMN, e nello sviluppo delle connessioni tra DMN e due reti che elaborare attività orientata esternamente, spesso chiamato il compito positivo reti, o TPNs. Si potrebbe anche vedere che i ritardi nello sviluppo di connessione con le due reti relative alle attività — le reti di attenzione frontoparietal e ventrale –erano situati principalmente in due aree specifiche del cervello.

 

Le nuove scoperte in mesh bene con quello che altri ricercatori hanno trovato esaminando la struttura fisica del cervello delle persone con e senza ADHD in altri modi.

Tale ricerca ha già mostrato alterazioni nelle regioni entro DMN e TPNs. Così, le nuove scoperte costruire su quella comprensione e aggiungere ad esso.

I risultati sono anche rilevanti per pensare il corso longitudinale dell'ADHD dall'infanzia all'età adulta. Per esempio, alcuni bambini e ragazzi "crescono" del disturbo, mentre per altri il disturbo persiste per tutta l'età adulta. Gli studi futuri di maturazione cerebrale di rete in ADHD potrebbero far luce nella base neurale per questa differenza.

"Noi e gli altri siamo interessati a comprendere i meccanismi neurali della ADHD nella speranza che possiamo contribuire a meglio diagnosi e trattamento,"dice Lidia, un assistente professore e psichiatra che detiene un incarico congiunto nella Dipartimento di filosofia di U-M ed è un membro della U-M Centro medicina computazionale e bioinformatica. "Ma senza il database di immagini fMRI, e lo spirito di collaborazione che ha permesso loro di essere condivisi e, ci non avrebbe mai raggiunto questo punto."

Lidia spiega che nell'ultimo decennio, funzionale formazione immagine medica ha rivelato che il cervello umano è funzionalmente organizzato in reti di connettività su larga scala. Queste reti, e le connessioni tra di loro, maturare durante la prima infanzia fino all'età adulta giovane. "È particolarmente degno di nota che le reti che abbiamo trovati per avere in ritardo di maturazione in ADHD sono legate a comportamenti molto sono i sintomi di ADHD,"egli dice.

Studiando la vasta gamma di connessioni nel cervello, un campo denominato connectomics, richiede agli scienziati di poter analizzare attraverso non solo la comunicazione uno a uno tra due regioni specifiche del cervello, ma i modelli di comunicazione tra migliaia di nodi all'interno del cervello. Ciò richiede maggiore potenza di elaborazione e accesso a enormi quantità di dati – che rende la condivisione aperta di immagini fMRI così importante.

"I risultati di questo studio regolato la fase per la fase successiva di questa ricerca, che è quello di esaminare i singoli componenti delle reti che hanno il ritardo maturativo,"egli dice. "Questo studio fornisce una comprensione grossolana, e ora vogliamo esaminare questo fenomeno in modo più preciso che potrebbe condurci a un vero indicatore biologico, o neuromarker, per ADHD."

Lidia osserva inoltre che connectomics potrebbe essere usato per esaminare altri disordini con radici nella connettività del cervello – tra cui l'autismo, che ha suggerito alcune prove deriva dall'eccessiva maturazione di alcune reti di cervello, e schizofrenia, che possono sorgere da connessioni anormali. Pool più dati fMRI da persone con queste condizioni, e depressione, ansia, disturbo bipolare e più potrebbe stimolare studi connectomics in quei campi.

 

Volontari necessari per la ricerca:

Per sviluppare un tale neuromarker, Lidia ha intrapreso ricerche di follow-up. Uno studio è iscriversi i bambini di età compresa tra i 7 e 17 che hanno ADHD e un gruppo di confronto di quelli senza di essa; informazioni sono a http://umhealth.me/adhdchild. Un altro studio è iscriversi adulti di età compresa tra i 18 e 35 che hanno ADHD e un gruppo di confronto di quelli senza di essa; informazioni sono a http://umhealth.me/adhdadult. Di nota, scansioni fMRI non espongono una persona alle radiazioni. Chiunque sia interessato a questi studi via email Psych-Study@MED.umich.edu o chiamare (734) 232-0353; per lo studio dei bambini, genitori dovrebbero fare il contatto e il consenso per ricercare per conto dei loro figli.

Oltre a Lidia, gli autori dello studio sono specialisti di computer psichiatria Daniel Kessler e Mike Angstadt. Kessler, un laureato di U-M con una laurea in Neuroscienze e statistiche, ha contribuito a sviluppare i metodi connectomic chiave utilizzati nello studio e intende perseguire questa ricerca ulteriormente in un programma di laurea a partire dal 2015. La ricerca è stata finanziata da un Istituti nazionali di salute Grant (AA020297), una sovvenzione di pilota UMCCMB, e John Templeton Foundation. Ha usato fMRI scansioni dall'ADHD-200 e rimanete progetti.

Riferimento: www.pnas.org/cgi/DOI/10.1073/pnas.1407787111

 

Da ANN ARBOR

 

 

Uofmhealth.org [en línea] Ann Arbor, MI (STATI UNITI D'AMERICA): uofmhealth.org, 13 Ottobre di 2014 [Ref. 15 de septiembre de 2014] Disponibile su Internet: http://www.uofmhealth.org/News/Archive/201409/Slow-mature-Quick-distract-ADHD-Brain-Study-Finds-slower



Perche ' i vaccini vivi possono essere più efficaci per prevenire le infezioni da Salmonella

9 10 2014

Vaccini contro la Salmonella che utilizzano un live, ma indebolito, form of the bacteria are more effective than those that use only dead fragments because of the particular way in which they stimulate the immune system, according to research from the University of Cambridge published today.

 

I ricercatori finanziati BBSRC utilizzato una nuova tecnica che hanno sviluppato dove diverse popolazioni di batteri, ognuno dei quali è stato taggato individualmente con una sequenza unica di DNA, sono somministrati allo stesso host (in questo caso, un mouse). Questo permette ai ricercatori di monitorare come ogni popolazione batterica replica e si diffonde tra gli organi o viene ucciso dal sistema immunitario. Combinato con modellazione matematica, Questo fornisce un potente strumento per studiare le infezioni all'interno dell'host. I risultati sono stati pubblicati oggi sulla rivista PLOS Pathogens

 

"Abbiamo effettivamente 'codice a barre' i batteri così che possiamo vedere dove nel corpo vanno e come essi tariffa contro il sistema immunitario,"spiega il dottor Pietro Mastroeni dal dipartimento di medicina veterinaria dell'Università di Cambridge, che ha condotto lo studio. "Questo ci ha fornito alcune importanti intuizioni perché alcuni vaccini sono più efficaci di altri."

 

Il team di ricerca multidisciplinare guidato dal dottor Mastroeni utilizzate la nuova tecnica per esaminare l'efficacia dei vaccini contro l'infezione dal batterio Salmonella enterica, che provoca malattie compreso febbre tifoide, Non-tifidea setticemia e gastroenterite negli esseri umani e animali in tutto il mondo. Misure di corrente a controllo S. enterica delle infezioni sono limitate e l'emergere di ceppi multifarmacoresistenti ha ridotto l'utilità di molti antibiotici. La vaccinazione rimane il mezzo più fattibile per contrastare S. enterica delle infezioni.

 

Ci sono due principali classi di vaccino: vaccini vivi attenuati e vaccini non viventi. Vaccini vivi attenuati utilizzano una forma indebolita del virus o batteri per stimolare una risposta immunitaria – tuttavia, Ci sono alcune preoccupazioni che l'agente patogeno indebolito può diventare più virulento quando viene utilizzato in pazienti con sistema immunitario compromesso, per esempio le persone infettate da HIV, la malaria o TB. Vaccini non-viventi, D'altro canto, sono più sicuri come usano solitamente inattivi batteri o virus, o loro frammenti – ma questi vaccini sono spesso meno efficaci. Entrambi i vaccini funzionano stimolando il sistema immunitario di riconoscere un particolare batterio o virus e avviare la lotta indietro in caso di infezione futura.

 

Utilizzando la loro nuova tecnica, Dr Mastroeni e colleghi hanno mostrati che vivono Salmonella vaccini aumentano la capacità del sistema immunitario per impedire ai batteri di replicarsi e diffusione ad altri organi. Che possono anche impedire la diffusione dei batteri nel sangue, che causa una condizione nota come batteriemia, un grande killer di bambini in Africa.

 

Inoltre hanno trovato che la risposta anticorpale indotta da vaccini vivi aumenta la capacità delle cellule immunitarie, noto come fagociti per uccidere i batteri nelle fasi precoci dell'infezione, ma che un ulteriore tipo di cellula immunitaria, conosciuta come la cellula T – ancora una volta stimolata dal vaccino vivo – è successivamente necessario per il controllo e la liquidazione dei batteri dal sangue e tessuti. Il vaccino ucciso, mentre è in grado di aumentare la risposta del fagocita tramite la produzione di anticorpi, non stimolare la forma protettiva dell'immunità T-cellula ed era in grado di prevenire la successiva crescita batterica negli organi infetti o lo sviluppo di batteriemia, e non è riuscito a controllare la diffusione dei batteri nel corpo.

 

Dott. ssa Chris codardo, primo autore dello studio, dice: “Abbiamo usato una collaborazione tra scienza sperimentale e modellazione matematica per esaminare come vaccini aiutano l'infezione di controllo del sistema immunitario. Abbiamo trovato che, per le infezioni da Salmonella, la risposta immunitaria indotta da un vaccino ucciso inizialmente uccide una proporzione dei batteri invasori, ma i batteri sopravvissuti poi replicano malattia con conseguente. Il vaccino vivo appare superiore perché induce una risposta che sia uccide i batteri e trattiene la loro crescita, che conduce all'eliminazione dell'infezione.”

 

Aggiunge Dr Mastroeni: "C'è una grande spinta verso l'uso di vaccini non viventi, che sono più sicuri, particolarmente in persone con sistemi immunitari compromessi – e molte delle infezioni come la Salmonella sono più diffuse e pericolose in paesi maledetta da malattie come HIV, la malaria e la tubercolosi. Ma la nostra ricerca dimostra che i vaccini non viventi contro la Salmonella possono essere di uso limitato solo e non sono efficaci come i vaccini vivi. Pertanto ulteriori sforzi sono necessari per migliorare la formulazione e la consegna dei vaccini non viventi, se questi devono essere ampiamente e utilizzati efficacemente per combattere infezioni sistemiche batteriche. Infezioni da Salmonella abbiamo usato come modello, ma i nostri approcci di ricerca possono essere estesa a molti patogeni degli esseri umani e animali domestici".

 

La ricerca è stata condotta da Dr Mastroeni, Dott. ssa Coward e colleghi Dr Andrew Grant, Dr Oliver Restif, Dr Richard Dybowski e professore Duncan Maskell. Esso è stato finanziato dal Consiglio di ricerca di scienze biologiche e biotecnologie, che ha recentemente premiato Dr Mastroeni finanziamenti per estendere questa ricerca per lo studio di come funzionano gli antibiotici. La nuova ricerca ha lo scopo di ottimizzare i trattamenti e ridurre la comparsa di resistenza agli antibiotici.

 

Professor Melanie Welham, Direttore scientifico di BBSRC, ha detto: “Per proteggere la nostra salute e la salute degli animali che si affidano, come bestiame, sono necessari vaccini efficaci contro la malattia. Questa nuova tecnica fornisce intuizioni uniche che ci aiuterà a confrontare i vaccini prodotti in modi diversi per assicurare la malattia migliore strategie di prevenzione.”

 

Riferimento

Vigliacco, C et al.. Gli effetti della vaccinazione e immunità sulle dinamiche di infezione batterica In Vivo. PLOS Pathogens; 18 Sept 2014

 

 

Cam.ac.uk [en línea] Cambridge (REGNOCam.ac.ukcam.ac.uk, 09 Ottobre di 2014 [Ref. 18 de septiembre de 2014] Disponibile su Internet: http://www.cam.AC.uk/ research/news/why-live-vaccines-may-be-most-effective-for-preventing-salmonella-infections



Unico microbica "impronta" dell'individuo influisce drasticamente ambiente domestico

6 10 2014

Casa di una persona è il loro castello, ed essi popolarlo con i propri soggetti: milioni e milioni di batteri.

 

Un recente studio ha indagato la complessa interazione tra le comunità brulicante di microbi che sono unici per ogni persona e i batteri che si trovano nelle loro case. Per gentile concessione di Argonne National Laboratory

Uno studio pubblicato la scorsa settimana in Scienza fornisce un'analisi dettagliata dei microbi che vivono in case e appartamenti. Lo studio è stato condotto da ricercatori provenienti da Stati Uniti. Argonne National Laboratory dipartimento di energia e dell'Università di Chicago.

 

Risultati far luce sulla complessa interazione tra esseri umani e i microbi che vivono su e intorno a noi. Crescente evidenza suggerisce che questi microscopici, brulicante di comunità giocano un ruolo nel trattamento di malattia e di salute umano e trasmissione.

 

«Sappiamo che alcuni batteri possono rendere più facile per topi a mettere su peso, per esempio, e che gli altri influenza lo sviluppo del cervello nei topi giovani,"ha detto microbiologo Argonne Jack Gilbert, che ha condotto lo studio. "Vogliamo sapere da dove provengono questi batteri, e come le persone trascorrono più tempo e più al coperto, Abbiamo voluto tracciare i microbi che vivono nelle nostre case e la probabilità che essi si depositerà su di noi.

 

"Essi sono essenziali per farci capire la nostra salute nel XXI secolo,"ha detto.

 

Il progetto Home microbioma seguito sette famiglie, che comprendeva diciotto persone, tre cani e un gatto, nel corso di sei settimane. I partecipanti allo studio tamponate le mani, piedi e nasi quotidianamente per raccogliere un campione delle popolazioni microbiche vive in e su di essi. Essi inoltre campionate superfici in casa, comprese le maniglie delle porte, interruttori della luce, pavimenti e controsoffitti.

 

Poi i campioni è venuto a Argonne, dove i ricercatori hanno effettuato analisi DNA per caratterizzare le diverse specie di microbi in ciascun campione.

 

"Volevamo sapere quanto persone colpite la comunità microbica sulle superfici di una casa e su ogni altro,"Gilbert ha detto.

 

Hanno trovato che le persone colpite sostanzialmente la comunità microbiche in una casa — quando tre delle famiglie spostato, Ci sono voluti meno di un giorno per la nuova casa guardare, proprio come quello vecchio, microbiologicamente parlando.

 

Regolare contatto fisico tra persone contava anche — in una casa dove due dei tre occupanti erano in un rapporto con un altro, la coppia ha condiviso molti microbi più. Coppie di sposi e dei loro bambini anche condiviso la maggior parte della loro comunità microbica.

 

All'interno di una famiglia, le mani erano il più probabili avere microbi simili, mentre hanno mostrato variazioni individuali più il naso.

 

L'aggiunta di animali domestici cambiato pure il trucco, Gilbert ha detto — hanno trovato più batteri di pianta e terreno in case con gatti o cani indoor-outdoor.

 

In almeno un caso, i ricercatori hanno monitorato un ceppo potenzialmente patogeno di batteri chiamati Enterobacter, che per la prima volta sulle mani di una persona, poi il bancone della cucina e le mani di un'altra persona.

 

"Questo non significa che il controsoffitto è stato sicuramente la modalità di trasmissione tra i due esseri umani, ma è certamente una pistola fumante,"Gilbert ha detto.

 

"Inoltre è abbastanza possibile che siamo regolarmente esposti ai batteri nocivi — vivono su di noi e nel nostro ambiente — ma solo provoca la malattia quando i nostri sistemi immunitari altrimenti sono interrotti."

 

Casa microbioma studi anche potenzialmente potrebbero servire come un attrezzo legale, Gilbert ha detto. Dato un campione non identificato da un pavimento in questo studio, Egli ha detto, "potremmo facilmente prevedere quale famiglia è venuto da".

 

La ricerca suggerisce anche che quando una persona (e loro microbi) lascia una casa, la comunità microbica si sposta notevolmente in pochi giorni.

"Si potrebbe teoricamente predire se una persona ha vissuto in questa posizione, e come recentemente, con buona precisione,"ha detto.

 

I ricercatori hanno usato di Argonne Magellan il cloud computing sistema per analizzare i dati; ulteriore supporto è venuto dall'Università di Chicago Research Computing Center.

 

Lo studio è stato finanziato dalla Alfred P. Sloan Foundation. Finanziamenti supplementari è arrivato anche dal National Institutes of Health, l'agenzia di protezione ambientale e la National Science Foundation.

 

Altri ricercatori Argonne sullo studio incluso biologo computazionale Argonne Peter Larsen, ricercatori post-dottorati Daniel Smith, Kim Handley e Nicole Scott, e gli appaltatori Sarah Owens e Jarrad Hampton-Marcell. Studenti laureati UChicago Sean Gibbons e Simon Lax ha contribuito al libro, così come collaboratori presso la Washington University in St. Louis e l'Università del Colorado a Boulder.

 

 

 

News.uchicago.edu [en línea] Chicago, IL (STATI News.uchicago.edu news.uchicago.edu, 06 Ottobre di 2014 [Ref. 02 de septiembre de 2014] Disponibile su Internet: http://News.uchicago.edu/article/2014/09/02/individuals-Microbial-Fingerprint-Affects-Home-Environment-Study-Finds



Impianto osseo in amputati femorale

2 10 2014

È commercializzato l'impianto realizzato presso l'ospedale de Mataró, che migliora le condizioni di vita degli amputati femorale.

Il dispositivo facilita che amputati hanno maggiore autonomia e possono rendere la vita lontano da casa, Poiché le protesi possono avere più tempo, ottengono meno stanchi quando camminano e non soffrono così tanto dolore.

Con il nuovo impianto, una persona che ha la gamba all'altezza del femore è amputata può andare molto più lontano in due minuti rispetto a prima -122,5 metri con impianto, 98,4 metri senza- e si può fare più velocemente. In particolare, Se la media di marzo di un paziente amputato senza l'impianto è di 49,2 metri al minuto, con questo dispositivo è possibile ottenere per il 61,3.

 

Più ore con protesi e meno dolore

Persone che trasportano l'impianto anche può portare la protesi per più, fino alla 13 horas: la media in amputati femorale è di 10 horas.orestante l'incremento nel tempo, il dolore è meno di quanto sarebbe se non. I pazienti inclusi nello studio per testare l'impianto femorale voto il dolore che sentivano di solito intorno al 3 Info su 10, un punteggio che con l'impianto è stato ridotto per la 0,4.

 

Buoni risultati

L'impianto ha raggiunto il marcatore CE, autorizzare la commercializzazione, a seguito di svolgimento di una sperimentazione clinica, ancora aperte, fatto al servizio di riabilitazione dell'ospedale de Mataró-che è che ha progettato l'impianto con la collaborazione del servizio di chirurgia vascolare e Traumatologia. Lo studio ha coinvolto circa trenta di pazienti della Ospedale de Mataró, della Ospedale La Fe de Valencia e della Ospedale nostra Signora della Candelaria de Tenerife, età compresa tra i 30 e il 87 anni. La fabbricazione dell'impianto che ha fatto la società Valenciana TEQUIR SL.

 

Trial clinici in due fasi

La prima fase della sperimentazione è stato il posizionamento del dispositivo, Esso viene impiantato nell'osso e permette di sostenere il peso della gamba amputata nell'accoppiamento della protesi. Il paziente, una volta determinato alta dopo due giorni, è 14 mesi di follow-up e ha partecipati a diverse sedute di riabilitazione.

In una seconda fase, Inizierà entro pochi mesi, posizionamento esterno sarà reso, senza reddito, un secondo dispositivo, inoltre progettato dal team di riabilitazione dell'ospedale de Mataró. L'obiettivo di questo secondo dispositivo è collegato direttamente alla protesi senza pizzo, che è ciò che provoca maggior disagio e piaghe in amputati.

 

 

Csdm.es [en línea] Mataró (ESP): CSDM.es, 02 Ottobre di 2014 [Ref. 10 nel luglio del 2014] Disponibile su Internet: http://www.CSDM.es/