Vaccino contro il cancro al seno Mostra la promessa nel piccolo test clinico

29 12 2014

Un vaccino del cancro al seno sviluppato presso Washington University School of Medicine in St. Louis è sicuro nei pazienti con cancro della mammella metastatico, i risultati di una sperimentazione clinica precoce indicano. Prova preliminare suggerisce anche che il vaccino innescato il sistema immunitario del paziente per attaccare le cellule tumorali e ha contribuito a rallentare la progressione del cancro.

 

ROBERT BOSTON
Progettato dai ricercatori della Washington University School of Medicine in St un vaccino del cancro al seno. Louis è sicuro nei pazienti con cancro della mammella metastatico. Prove preliminari del piccolo trial clinici, guidato da William Gillanders, MD, Inoltre suggerisce che il vaccino ha contribuito a rallentare la progressione del cancro.

Lo studio compare Dec. 1 nella ricerca clinica sul cancro.

Il nuovo vaccino induce il sistema immunitario a casa in su una proteina chiamata mammaglobin-A, trovato quasi esclusivamente nel tessuto mammario. Ruolo della proteina nel tessuto sano è poco chiaro, ma i tumori al seno si esprimono a livelli anormalmente elevati, precedenti ricerche hanno dimostrato.

"Riuscire a mammaglobin di destinazione è eccitante perché si esprime sostanzialmente in fino a 80 per cento dei tumori al seno, ma non a livelli significativi in altri tessuti,"disse il chirurgo di cancro al seno e autore senior William E. Gillanders, MD, professore di chirurgia. "In teoria, Questo significa che noi potremmo trattare un gran numero di pazienti con cancro al seno con potenzialmente meno effetti collaterali.

"È anche emozionante vedere questo work in progress da identificare l'importanza della mammaglobin-A, per progettare un agente terapeutico, costruendola e dando ai pazienti, tutti da ricercatori presso l'Università di Washington,", ha aggiunto.

Il vaccino innesca un tipo di globulo bianco, parte del sistema immunitario adattativo del corpo, per cercare e distruggere le cellule con la proteina mammaglobin-A. Nella più piccola proporzione di pazienti con cancro al seno cui tumori non producono mammaglobin-A, Questo vaccino non sarebbe efficace.

Nel nuovo studio, 14 pazienti con carcinoma mammario metastatico che espresso mammaglobin-A sono stati vaccinati. La fase di 1 Trial è stato progettato principalmente per valutare la sicurezza del vaccino. Secondo gli autori, i pazienti hanno mostrato pochi effetti collaterali, segnalazione otto eventi classificati come lieve o moderata, inclusi eruzione cutanea, tenerezza al sito di vaccinazione e sintomi influenzali lievi. Si sono verificati effetti collaterali gravi o mortali.

Anche se il trial è stato progettato per testare la sicurezza del vaccino, prove preliminari indicato che il vaccino ha rallentato la progressione del cancro, anche in pazienti che tendono ad avere meno potente sistema immunitario a causa della loro malattia avanzata e l'esposizione alla chemioterapia.

"Nonostante il sistema immunitario indebolito in questi pazienti, abbiamo osservare una risposta biologica al vaccino mentre analizzando le cellule immunitarie nei loro campioni di sangue,"ha detto Gillanders, chi tratta i pazienti a Siteman Cancer Center Barnes-Jewish Hospital e University di Washington. "Questo è molto incoraggiante. Abbiamo anche visto prove preliminari di risultato migliorato, con modestamente più lunga sopravvivenza libera da progressione. "

Della 14 pazienti che hanno ricevuto il vaccino, circa la metà ha mostrato nessuna progressione del loro cancro un anno dopo aver ricevuto il vaccino. In un simile gruppo di controllo 12 pazienti che non sono stati vaccinati, circa un quinto ha mostrato nessuna progressione del cancro presso il follow-up di un anno. Nonostante le dimensioni ridotte del campione, Questa differenza è statisticamente significativa.

Sulla base dei risultati di questo studio, Gillanders e i suoi colleghi stanno progettando un grande trial clinico per testare il vaccino in pazienti con cancro al seno recentemente diagnosticato, Chi, in teoria, dovrebbe avere un sistema immunitario più robusto rispetto ai pazienti che hanno subito la terapia del cancro vasto.

"Se diamo il vaccino ai pazienti all'inizio del trattamento, il sistema immunitario non deve essere compromessa come in pazienti con malattia metastatica,"Gillanders detto. "Abbiamo inoltre sarà in grado di fare monitoraggio immunitario più informativo che abbiamo fatto in questa prova preliminare. Ora che abbiamo buone evidenze che il vaccino è sicuro, pensiamo che si verifica in pazienti recentemente diagnosticati ci darà un'idea migliore dell'efficacia della terapia".

 

 

Questo lavoro è stato supportato dal programma di ricerca cancro al seno (BCRP) del dipartimento della difesa dal Congresso diretto programmi di ricerca medica (DOD/CDMRP), concedere il numero W81XWH-61-0677; Gateway per la ricerca sul cancro, P-06-016; La Fondazione per Barnes-Jewish Hospital; il National Cancer Institute (NCI) degli istituti nazionali di salute (NIH), CA009621 T32; la concessione del sostegno NCI Cancer Center, CA91842 P30; e George e Diana Holway.

Tiriveedhi V, Tucker N, Herndon J, L li, Sturmoski M, Ellis M, Cacciuttolo, Naughton M, Lockhart AC, Gao F, Fleming T, Goedegebuure P, Joana T, Gillanders abbiamo. Sicurezza e prove preliminari di efficacia biologica di un vaccino a DNA mammaglobin-A in pazienti con carcinoma mammario metastatico stabile. Ricerca sul cancro clinica. Dec. 1, 2014.

Washington University School of Medicines 2,100 impiegati e medici volontari Facoltà sono anche il personale medico del Barnes-ebraico e St. Louis bambini ospedali. La scuola di medicina è uno dei leader nella ricerca medica, istituzioni didattiche e di paziente-cura della nazione, attualmente classificato sesto nella nazione da Stati Uniti. Notizie & Rapporto del mondo. Attraverso le sue affiliazioni con Barnes-Jewish e St. Ospedali di Louis bambini, la scuola di medicina è legata alla BJC HealthCare.

 

Dallo stretto di Julia Evangelou

 

 

News.wustl.edu [en línea] St Louis, MO (STATI News.WUSTL.eduA): news.wustl.edu, 29 de diciembre de 2014 [Ref. 01 nel dicembre del 2014] Disponibile su Internet: http://news.wustl.edu/news/Pages/27732.aspx



ICO di El logra una curación del 90% en el cáncer de prostata de alto riesgo

25 12 2014

Uno studio in oncologia e radioterapia Mostra i risultati dalla combinazione di radioterapia esterna, uso dell'ormone e brachiterapia in questi tumori

 

Curare il cancro alla prostata ad alto rischio è della 91% all'età di cinque e il 89% all'età di sette con una combinazione innovativa di trattamenti. Così ha concluso uno studio dell'Istituto catalano di oncologia, che è stato pubblicato sulla rivista di radioterapia e oncologia. il lavoro, raccolta di monitoraggio circa 400 malati di cancro, Questa mattina è stato a La Viladiu Pau Auditorium dell'Istituto catalano di oncologia, a Hospitalet de Llobregat, e con la partecipazione di:-Candela Street, Direttore generale della ICO. - Josep Ramon Germà, Assistente al direttore di conoscenza e di ricerca. - Ferrán Guedea, Capo del reparto di radioterapia oncologica dell'ICO L ’ Hospitalet. - Anna Boladeras, Assistente medico e referente della prostata di radioterapia oncologica del servizio ICO ’ Hospitalet. - Cristina Gutiérrez, coordinatore sanitario dell'unità brachiterapia del servizio di radioterapia oncologica dell'ICO L ’ Hospitalet.

 

Un tumore comune

Cancro alla prostata è il più frequente negli uomini in Catalogna. Alcuni sono date 5.000 nuovi casi ogni anno, sopra il colon e del retto (circa 4.000 casi) e del polmone (3.500). È un cancro molto età-associate. L'invecchiamento della popolazione rende la sua incidenza aumenta ogni anno. Secondo le proiezioni del piano direttore di oncologia, durante l'anno 2020 ciascuno sarà prodotta 6.000 nuovi casi all'anno. nonostante l'elevata incidenza, È un tumore di lenta evoluzione nella maggioranza dei casi, con una sopravvivenza della 84% a cinque anni, anche secondo i dati del piano direttore dell'oncologia. Tuttavia, in una piccola percentuale di casi, il tumore è più aggressivo e può compromettere la sopravvivenza dei pazienti.

 

Cancro alla prostata ad alto rischio

I pazienti con cancro alla prostata ad alto rischio possono subire diverse alternative. In alcuni casi sono sottoposti a chirurgia, per rimuovere la prostata, ma questo può portare a effetti collaterali (disfunzioni urinarie e sessuali). In altri, il trattamento consiste dell'amministrazione ogni giorno per otto settimane (40 sessioni) radiazione esterna del fascio o l'applicazione della brachiterapia. trattamento con brachiterapia prevede il posizionamento di una sorgente radioattiva - in questo caso di iodio-125- all'interno o in prossimità del tumore; la radiazione che emette distrugge le cellule maligne. Questo intervento dovrebbe essere fatto più volte durante il trattamento. nel caso di ICO, dall'anno 2002 ha iniziato ad applicare una combinazione innovativa di radiazione esterna del fascio e brachytherapy, associato a un trattamento ormonale. In questo modo, sedute di terapia di radiazioni esterne sono ridotte e un unico intervento in sala operatoria fatta effettuare la brachiterapia.

 

Follow-up di circa 400 pazienti

Lo studio presentato ha illustrato i risultati di sopravvivenza di 377 pazienti ad alto rischio di cancro alla prostata sottoposti a questo trattamento pioniere combinazione. La carta conclude che la cura (vale a dire, controllo biochimico) cinque anni è della 91% e, all'età di sette, della 89%. Anche, È stato osservato che gli effetti collaterali sono minimi. questo pone i centri ICO con una maggiore cura in Europa il cancro alla prostata ad alto rischio.

 

 

Ico.gencat.cat [en línea] Barcellona (ESP):ICO.Gencat.catt, 25 de diciembre de 2014 [Ref. 16 nel dicembre del 2014] Disponibile su Internet: http://ico.gencat.cat/es/detall/noticia/Nova-Noticia-01243



Essi sviluppano un "casco" che proiettava immagini cerebrali ad alta definizione portatile

22 12 2014

GE gli scienziati stanno lavorando sviluppo di un portatile "casco" che proiettato il cervello ad alta risoluzione immagini e aiuto medici vedere nostro cervello a livello cellulare. Il dispositivo palmare faciliterà lo studio di attività motoria cerebrale, Poiché i pazienti possono muoversi durante la prova.

"Se avete fatto, Questo sforzo rappresenterebbe un monumentale progresso nella tecnologia di imaging che aumenterebbe significativamente la nostra comprensione delle funzioni del cervello, entrambi in condizioni sane e malattia", dice Simona neroni, Direttore di diagnostica globale e tecnologie mediche di GE Global Research (GRC).

Questo progetto fa parte della Iniziativa del cervello lanciato dal Presidente Obama nell'aprile del 2013. La gamma di obiettivi dallo sviluppo di nuovi modi di osservare il cervello e studiare le loro funzioni da scoprire, trattamento e la prevenzione di malattie e disturbi cerebrali come il morbo di Alzheimer, Autismo e contusioni.

Lo scorso settembre, il National Institutes of Health Research Center (NIH) ha affermato che un gruppo di business, Università, fondazioni e agenzie federali degli Stati Uniti assegnati 46 milioni di dollari "ha rivoluzionato la comprensione del cervello umano".

Secondo il quotidiano New York Times, il gruppo è formato da GE, Google, la Fondazione di Simmons, l'agenzia di progetti di ricerca difesa avanzata (DARPA) e l'agenzia alimentare e farmaceutica (FDA).

"Il cervello umano è la più complessa struttura biologica che è conosciuta nell'universo", dice Francis S. Collins, Direttore degli istituti nazionali di salute. "Finora, Noi abbiamo appena scalfito la superficie del cervello per imparare come funziona o smette di funzionare quando si sono presentati disturbi e malattie".

 

Verrà utilizzato il "casco" Scanner PET rilevatori di nuova generazione chiamato "moltiplicatori foto silicio", che sostituiranno i rivelatori chiamati "alla rinfusa" (Misurato le proprietà fisiche e chimiche) dipendenti in scanner PET. Nuovi rivelatori permetterà di scienziati per la fabbricazione di uno scanner leggero, ad alta risoluzione e sensibilità elevata per essere messo a capo del soggetto della persona sotto studio.

GE rende questo casco in partenariato con la West Virginia University, l'Università di Washington e l'Università di California-Davis. Si utilizzerà la tecnologia di emissione di positroni tomografia (PET) per penetrare a livello di singole cellule ed individuare le proteine misfolded e altri segni di disturbi cerebrali. «Molti tipi di importanti neuroni e cellule gliali non sono ricercabili attraverso le attuali tecniche di imaging a causa della sua bassissima concentrazione», spiega Danilo. "Questo dispositivo potrebbe aiutarci a comprendere l'organizzazione e il funzionamento dei circuiti e reti del cervello".

A differenza dei raggi x e MRI attrezzature, E ' servito a esplorare organi fisici e dell'osso di strutture, Dispositivi PET stanno studiando le funzioni corporee. Viene iniettato nel paziente un tracciante molecolare che si attacca ai tessuti sotto studio. Medici possono tenere traccia di isotopi radioattivi di queste sostanze e misurare la sua distribuzione nel corpo. "Con questo metodo è possibile individuare le cellule tumorali nella moltiplicazione", spiega Ravindra Majeshwar, responsabile del laboratorio di risonanza magnetica funzionale di GRC. Infatti, Attualmente la PET è principalmente utilizzato per osservare la proliferazione del cancro e osservare la risposta al trattamento medico.

GE scienziati hanno sviluppato nuovi tipi di traccianti specifici per studiare neuroinfiammazione causata da contusione, così come proteine di placche amiloidi e tau, eventualmente associato al morbo di Alzheimer.

Loro intenzione è quella di sfruttare l'hardware e il software sensibile eccellente del casco per ridurre la quantità di fodere richieste per l'imaging. Simona ha detto che questi "microdose ridurrà l'esposizione alle radiazioni del paziente alla percentuale equivalente di un volo da costa a Costa, e ancora producono immagini di alta qualità".

Majeshwar dice che questa nuova tecnologia può aiutare gli scienziati a dare un 'salto' nella sua osservazione del cervello. "È ancora molto poco di ciò che sappiamo del cervello e immagini attraverso il PET resta vago e indefinito", spiega. "Tuttavia, Questa tecnologia potrebbe migliorare notevolmente i nostri poteri di osservazione del cervello".

 

 

 

Gereportslatinoamerica.com [en línea] Fairfield, CT (STATI UNITI D'AMERICA): gereportslatinoamerica.com, 23 de diciembre de 2014 [Ref. 11 nel dicembre del 2014] Disponibile su Internet: http://post/104927371569/Los-cientificos-de-GE-desarrollan-un-casco www.gereportslatinoamerica.com/



Globuli bianchi "scansione" il flusso sanguigno per causare danni cardiovascolari

18 12 2014

Uno studio pubblicato nel Scienza e condotto da ricercatori presso il CNIC scoprono che i neutrofili attivamente analizzare sangue all'interno dei vasi in cerca di piastrine attivate.

Lo studio dimostra che molti tipi di incidenti cardiovascolari, come ictus o shock settico, sono causate dall'azione dei globuli bianchi che sono attivati da questo meccanismo.

Lo studio ha importanti implicazioni per la comprensione, e cercare di, incidenti cardiovascolari molto ampi in natura.

 

I ricercatori IASB hanno scoperto che un sottotipo dei principali agenti difensivi dell'agenzia, leucociti o globuli bianchi, Effettua una procedura di "scansione" all'interno dei vasi sanguigni che innesca più tipi di incidenti cardiovascolari, compresi alcuni comuni come corsa, come pubblicato oggi nella Gazzetta Scienza.

Se si dovesse chiedere a un medico che predire la probabilità che subiscono un incidente cardiovascolare, ad esempio, un ictus o un infarto miocardico, Questo risponderebbe che la risposta non è semplice perché non si sa esattamente come questi incidenti sono iniziati. Dirà anche che ci sono alcuni indicatori che, Tuttavia, Essi sono altamente predittivi. Uno di questi marcatori è il livello di un tipo specifico di globuli bianchi - neutrofili- nel sangue. L'altro, È la presenza di piastrine attivate in circolo, che sono responsabili della coagulazione e che sono state sviluppate anche noto come droga aspirina. La questione dal punto di vista biologico è se c'è un rapporto puramente casuale fra entrambi gli indicatori, o se davvero è che entrambi tipi delle cellule, i neutrofili e le piastrine, Essi cooperano per avviare un incidente vascolare.

In collaborazione con gruppi dell'Università complutense, Dipartimento di immagini avanzato dei CNIC, e gruppi in Germania, Gli Stati Uniti e Giappone, il team dei Dr. Andres Hidalgo, ricercatore presso il dipartimento di aterosclerosi, Immagine ed epidemiologia dello IASB ha scoperto un sorprendente meccanismo che spiega come entrambi i tipi di cellule, i neutrofili e le piastrine, Essi cooperano per avviare incidenti cardiovascolari.

A scrutare questo fenomeno, i ricercatori del gruppo hanno guardato direttamente nei vasi sanguigni nei tessuti viventi con tecniche di microscopia avanzata, che permettono di vedere i neutrofili e le piastrine individuali durante il processo infiammatorio. La prima sorpresa che ha avuto è stato che i neutrofili che attaccano alla nave infiammata estendono una sorta di braccio o cella protrusione verso l'interno del vaso in cui si concentra una proteina altamente adesiva. La seconda osservazione inattesa è che alcune delle piastrine sangue combattuta alla proteina presente in questa protrusione. Sorprendentemente, solo le piastrine che sono state attivate (uno di questi marcatori predittivi di incidenti cardiovascolari) hanno aderito a questa struttura. L'ultima osservazione, Forse il più sorprendente, Questa proteina adesiva è anche in grado di inviare segnali per il neutrofilo per iniziare una risposta infiammatoria. Questa risposta è, alla fine, il responsabile del danno vascolare.

Per studiare come questo processo può essere alla base di incidenti vascolari di cui sopra, i ricercatori hanno indotto strokes, shock settico o danno polmonare acuto nei topi in cui la proteina adesiva era assente o aveva bloccato, e hanno trovato che in tutti loro il grado di danni ai tessuti colpiti (cervello, fegato o polmone) Esso è stato ridotto significativamente rispetto ad animali non trattati.

L'opera spiega antiche osservazioni cliniche, e ha implicazioni che possono essere immediati capire come provengono molti tipi di incidenti cardiovascolari più diffusi nella nostra società.

L'opera illustra anche come l'uso di tecniche all'avanguardia ci aiuta a scoprire l'eleganza dei processi biologici precedentemente sconosciuti, e che ora può essere manipolati per prevenire o curare malattie che altrimenti possono essere devastanti per la salute umana.

Sreeramkumar V, Adrover JM, Ballesteros mi, Cuartero MI, Rossaint J, Bilbao mi, Nacher M, C Pitaval, Ribatti mi, Fukui e, McEver RP, Filippi MD, Lizasoain mi, J. Ruiz-Cabello, Un Zarbock, MA e Hidalgo A Moro. Neutrofili scansione per piastrine attivate avviare l'infiammazione. Scienza, In corso di stampa 2014.

Accedi per il video

 

 

 Cnic.es [en línea] Madrid (ESP): CNic.es, 18 de diciembre de 2014 [Ref. 05 nel dicembre del 2014] Disponibile su Internet:https://www.CNIC.es/es/noticias/index.php?ID = 3923



Test antidroga sui capelli delle madri collega uso di droghe ricreative ai difetti di nascita

15 12 2014

Test antidroga su 517 madri in italiano città interna ospedali trovano che quasi 15% aveva preso droghe ricreative durante la gravidanza e che le madri di bambini con difetti congeniti del cervello erano significativamente più probabile di avere preso farmaci rispetto alle madri con neonati normali. Lo studio non trovato nessun link significativo tra uso di droghe psichedeliche e qualsiasi altro tipo di difetto di nascita.

 

Campioni di capelli dare una timeline di uso della sostanza (per gentile concessione Dott. ssa Anna David)

Lo studio è stato condotto da un team di UCL raccolta di dati di coordinamento ricercatori dagli ospedali in tutta Londra, Bristol e Birmingham e i risultati sono pubblicati nella Gazzetta PLOS ONE. Lo studio ha incluso 213 donne il cui bambino era un tipo di difetto di nascita con potenziali legami con uso di droghe ricreative, 143 donne il cui bambino aveva un difetto di nascita senza precedentemente segnalato il link al consumo di stupefacenti e 161 donne il cui bambino era normalmente costituita.

77 (14.9%) delle donne che hanno accettato di prendere parte risultati positivi per almeno un tipo di droga ricreativa, dei quali 10 aveva preso più di un farmaco. 68 le donne sono risultati positivi per la cannabis, 18 per la cocaina, 1 per la ketamina e 1 per MDMA. Uso di droghe era più alto nei dintorni di concezione e ridotta col progredita della gravidanza, ma circa la metà delle donne che hanno fumato cannabis ha continuato a farlo durante il secondo trimestre.

Prove dell'uso di droga è stata trovata in una percentuale significativamente più alta di donne cui bambini sono nati con difetti di nascita del cervello (35%), rispetto alle donne di cui i bambini sono normalmente formati (13%). Difetti di nascita del cervello incluso anomalie cerebrali diverso da spina bifida, come cisti cerebrali e sottosviluppo del cervello. Questi possono avere gravi conseguenze e portare a condizioni di permanente come paralisi cerebrale.

"I nostri risultati suggeriscono un collegamento fra cervello difetti di nascita e uso di droghe psichedeliche in donne incinte,"Dott. ssa Anna David dell'UCL Institute per la salute delle donne, autore principale dello studio e consulente in medicina fetale all'UCLH. "Siamo stati in grado di identificare i legami significativi tra farmaci specifici e difetti di nascita del cervello. Pertanto scoraggerebbe le donne cercando di rimanere incinta e quelle in gravidanza precoce dal prendere qualsiasi droga ricreativa, compresa la cannabis. Poiché solo 20 delle madri nel nostro studio ha avuto bambini con difetti di nascita del cervello, un più grande studio di tali casi è ora necessario esaminare più da vicino i legami con l'uso di droghe specifiche."

Lo studio per indagare il legame tra il consumo di droga intorno al periodo del concepimento e il primo trimestre e una varietà di difetti alla nascita. Più piccoli studi hanno suggerito che l'uso di droga potrebbe essere un fattore di rischio primario per gastroschisi, un difetto nella pancia del bambino che deve essere riparato chirurgicamente alla nascita. Altri fattori di rischio noti per questa anomalia includono fumare e giovane età materna. Questo grande studio ha mostrato che la giovane età della madre anziché uso di droghe ricreative è stata identificata come il principale fattore di rischio per gastroschisi. Ma per i difetti del cervello, uso di droghe era un fattore di rischio primario dopo aver preso in considerazione età della madre e l'uso di tabacco e alcol. Ora sono necessari studi più grandi per indagare il legame tra i tipi di droga uso e difetti congeniti del cervello.

"Prove attuali che collegano l'uso di droghe ricreative con difetti alla nascita sono irregolare come esso si basa sulla auto-segnalazione che possono essere inaffidabili,"spiega il dottor David. "I nostri test anonimi capelli offre una misura oggettiva dell'uso di droghe ricreative e ha mostrato che è comune in gravidanza. I rischi di alcool e tabacco in gravidanza sono relativamente ben studiati, e speriamo che ricerca droga uso cattura adesso che abbiamo dimostrato la sua rilevanza per la salute e lo sviluppo di bambini."

I ricercatori hanno preso campioni di capelli da madri consenzienti, che poi sono stati testati per prove dell'uso di droghe ricreative. Il laboratorio che esegue il test antidroga non è stata data l'accesso ai dati clinici dei pazienti e tutti i risultati sono stati resi anonimi.

Quando qualcuno prende farmaci, tracce dal flusso sanguigno sono depositati nei capelli che cresce. I capelli crescono ad un tasso medio di un centimetro al mese, così un campione di 9cm di capelli dal cuoio capelluto darà una timeline approssimata del consumo di droga dal passato 9 mesi. I ricercatori hanno diviso campioni di capelli in tre sezioni di 3cm per ogni, in ordine alla droga ora utilizzare per i mesi prima e durante il concepimento, il primo trimestre e il secondo trimestre.

 

Ucl.ac.uk [en línea] Londra (REGNOUCL.AC.ukucl.ac.uk, 15 nel dicembre del 2014 [Ref. 03 Novembre di 2014] Disponibile su Internet:http://www.UCL.AC.uk/ news/news-articles/1114/031114-drug-use-birth-defects



Indipendente di quoziente d'intelligenza di dislessia

11 12 2014

Formazione immagine di cervello studio suggerisce che le difficoltà di lettura sono le stesse indipendentemente dall'intelligenza generale - e che più bambini potrebbero beneficiare di sostegno nella scuola.

 

nuovo studio di formazione immagine di cervello suggerisce che le difficoltà di lettura sono le stesse indipendentemente dall'intelligenza globale. Foto: Patrick Gillooly

Info su 5 A 10 per cento dei bambini americani è diagnosticati come dislessico. Storicamente, l'etichetta è stata assegnata ai ragazzi che sono luminosi, anche verbalmente articolare, ma che lottano con lettura — in breve, cui alto IQs disadattamento loro punteggi bassi di lettura. D'altro canto, lettura di problemi nei bambini con bassa IQs tradizionalmente stato considerato un sottoprodotto delle loro limitazioni cognitive generali, non una lettura in particolare disturbo.

Ora, un nuovo studio di imaging cerebrale contesta questa comprensione della dislessia. "Abbiamo trovato che i bambini che sono poveri lettori abbiano la stessa difficoltà di cervello in elaborazione i suoni della lingua, se hanno un IQ di alta o bassa,"dice John D. E. Gabrieli, Grover Hermann professore MIT di Scienze della salute e tecnologia e neuroscienze Cognitive, che eseguite lo studio con Fumiko Hoeft e colleghi presso il Stanford University School of Medicine; Charles Hulme presso Università di York nel Regno Unito.; e Susan Whitfield-Gabrieli, anche presso MIT. "Difficoltà di lettura è indipendente da altre capacità cognitive".

Lo studio, che è imminente la Gazzetta Scienza psicologica, potrebbe cambiare come educatori diagnosticare dislessia, apertura di lettura sostegno a bambini che potrebbero trarre beneficio da esso.

 

Rime e risultati

I ricercatori hanno reclutati 131 bambini, Da 7 A 17 anni di età. Secondo un test di semplice lettura e una misura di IQ, ogni bambino è stato assegnato ad uno dei tre gruppi: lettori tipici con tipici IQs; poveri lettori con tipico IQs; e poveri lettori con IQs basso. Tutti sono stati mostrati coppie di parole e chiesto di giudicare se le parole rima. (Rime sono un modo efficace per sondare le prestazioni di lettura dislessici, dal momento che la dislessia è pensato per comportare difficoltà di collegamento scritto parole suoni.) Per alcune coppie, i ricercatori hanno usato parole che rimano ma non condividono le stesse lettere finali — come "esca" e "porta,"o"notte"e"morso"— così che rima non poteva essere dedotto semplicemente dall'ortografia. Usando la formazione immagine a risonanza magnetica funzionale (fMRI), i ricercatori hanno osservato l'attività in sei regioni del cervello nota per essere importante per la lettura.

I risultati? Attività neurale nei due gruppi di lettori poveri era indistinguibile. "I modelli di cervello non avrebbe potuto essere più simili, Se il bambino ha avuto un alto o basso IQ,"Gabrieli dice. Poveri lettori di tutti i livelli di IQ ha mostrato significativamente meno attività cerebrale nelle sei aree osservate rispetto ai tipici lettori, suggerendo che difficoltà di lettura è dovuto lo stesso meccanismo neurale sottostante, indipendentemente dalla capacità cognitiva generale.

 

Ammaraggio discriminazione diagnostica

I risultati potrebbero avere un impatto importante sia la diagnosi e l'istruzione per i ragazzi che hanno difficoltà a leggere. Attualmente, Gabrieli dice, molti sistemi di scuola pubblica ancora richiedono che un bambino hanno un punteggio Qi altrimenti normale per ricevere una diagnosi di dislessia — essenzialmente, che l'etichetta riservata ai bambini con una difficoltà di lettura"che non può essere spiegato da qualcos'altro,"egli dice. Ma il nuovo studio suggerisce che anche i bambini con punteggi bassi IQ potrebbero beneficiare di trattamento specifico per dislessia.

Jack Fletcher, un professore di psicologia presso l'Università di Houston Texas Medical Center allegato, dice lo studio "aggiunge alla prova contro" la nozione che la difficoltà di lettura dovrebbe essere famosissimo a limitazioni generali intellettuale nei bambini con IQs inferiore rispetto alla media. "Lettura povero è povero lettura,"egli dice. "Discrepanza IQ non fa molta differenza."

Gabrieli, Chi dice che spera che i nuovi risultati incoraggerà gli educatori per offrire supporto di lettura a più studenti che lottano, sottolinea l'importanza di diagnosticare dislessia e altri disturbi comportamentali piuttosto prima che poi. "Ora, è fondamentalmente diagnosticare dislessia quando un bambino sembra infelice a scuola,"egli dice. "Forse potrebbe intervenire prima ottengono mai in questo modo."

 

 Emily Finn, Ufficio di notizie MIT

 

 

Newsoffice.mit.edu [en línea] Cambridge, MA (STATI UNITI D'AMERICA): newsoffice.mit.edu, 11 nel dicembre del 2014 [Ref. 23 de septiembre de 2011] Disponibile su Internet:http://newsoffice.mit.edu/2011/Dyslexia-IQ-0923



Thrombectomy meccanico nella fase acuta del colpo

8 12 2014

Il thrombectomy meccanico nella fase acuta del colpo può migliorare la prognosi e il recupero di alcuni pazienti

 

In un gruppo selezionato di pazienti, trattamenti di rivascolarizzazione mediante thrombectomy meccanico nella fase acuta del colpo potrebbero migliorare la prognosi funzionale ed il recupero clinico del paziente. Esta es una de las conclusiones del estudio esiti di una cohorte contemporanea di 536 pazienti consecutivi con ictus ischemico acuto trattati con terapia endovascolare, servizi di neurologia e Neuroradiologia della Hospital Universitario de Bellvitge, Ospedale Vall d'Hebron, Ospedale tedeschi Trias i Pujol e Hospital Clínic, e dove l'ospedale universitario di Bellvitge ha fornito il maggior numero di pazienti. Pere Cardona, M. Angeli di Miguel e Francisco Rubio la University Hospital de Bellvitge e del gruppo di malattie neurologiche e la Neurogenetica IDIBELL hanno partecipato allo studio.

 

Abbreviare il tempo in cui il paziente viene valutato e che viene eseguito il trattamento di riperfusione sono variabili associate con buoni risultati, e corroborare l'idea di "tempo è cervello". Il fatto di ottenere un'efficace e completa recanalization tramite un tipo di generazione stent retriever ha aumentato il tasso di successo di queste procedure. Variabili quali l'età superiore per il 80 anni, vertebrobasilar ictus o ipertensione arteriosa sono che sono state associate a una peggiore prognosi funzionale e una mortalità peggio, mentre l'esordio clinico severo neurologico fibrillazione atriale e clinici sono variabili sono stati associati con alcuni risultati migliori.

 

Gli obiettivi dello studio sono di valutare l'efficacia nel recupero neurologico e indipendenza funzionale di pazienti che sono stati trattati con riperfusione endovascolare in fase acuta di ictus. La procedura seguita è stato uno studio osservazionale prospettico multicentrico di pazienti in fase acuta di ictus con o senza trombolisi endovenosa dopo il trattamento Endovascular.

 

Di sonia Master Plan della malattia vascolare cerebrale è un'analisi dei trattamenti di registrazione repefusion, il dipartimento di salute. Abbiamo valutato i pazienti trattati con trattamenti repefusion e diverse variabili e sottogruppi sono stati analizzati per valutare l'indipendenza funzionale, El prognosi y la mortalidad en el tercer mes de recibirlos. Esta base de datos está auditada por el Departamento de Salud y la Agencia de Evaluación y Calidad Sanitarias de Cataluña.

 

al acceder Riepilogo

 

Idibell.cat [en línea] Barcellona (ESP):IDIBELL.catt, 08 de diciembre de 2014 [Ref. 02 nel dicembre del 2014] Disponibile su Internet:http://www.IDIBELL.cat/Modul/noticies/es/741/la-trombectomia-mecanica-en-la-fase-aguda-del-ictus-puede-mejorar-el-Pronostico-y-la-RECUPERACION-de-algunos-pacientes



SMUFIN: Rapida e precisa rilevazione genetica dei tumori

4 12 2014

Un nuovo metodo di calcolo permette di analizzare i cambiamenti genetici in malati di cancro in poche ore

 

  • La prestigiosa rivista Nature Biotechnology Pubblicato in data odierna SMUFIN, un nuovo metodo di calcolo in grado di rilevare molto facilmente, veloce e precise alterazioni genetiche responsabili dell'insorgenza e progressione dei tumori
  • SMUFIN individua quasi tutti i tipi di modifiche genomiche responsabili dell'insorgenza e progressione del cancro, anche i grandi riorganizzazioni dei cromosomi rilevabile duri finora
  • Questo nuovo metodo è un passo costante e realistico verso l'orizzonte della medicina personalizzata, in quale genomico analisi di ciascun paziente aiuterà la vostra diagnosi e permetterà la selezione di un trattamento più efficace e meno aggressivo
  • SMUFIN fornisce un nuovo modo di analizzare i genomi, applicabili anche allo studio delle basi genetiche di molte malattie diffuse nella nostra società

 

Un nuovo metodo di calcolo rende possibile il rilevamento rapido, precisi e semplice riarrangiamenti genomici responsabile dell'insorgenza e progressione dei tumori. Questo metodo., chiamato SMUFIN (da Mutazioni somatiche Finder), È in grado di analizzare il genoma completo di un tumore e rilevare le loro mutazioni in poche ore, e riesce anche a individuare alterazioni che finora è rimasto nascosti anche con metodi che richiedono l'uso di supercomputer per settimane.

La prestigiosa rivista Nature Biotechnology pubblica oggi un Articolo descrivendo le caratteristiche del SMUFIN, che è stato sviluppato dal gruppo di genomica computazionale del Barcelona Supercomputing Center – Centro Nacional de Supercomputación (BSC-CNS) Chi conduce il Dr e il professore di ICREA David torrenti, di in collaborazione con gruppi di ricerca dalla clinica Ospedale, l'Istituto per la ricerca in biomedicina August Pi i Sunyer (IDIBAPS) de Barcelona, l'Istituto di oncologia dell'Università di Oviedo (OVIEDO, SPAGNA), il laboratorio europeo di biologia molecolare(EMBL, Heidelberg) e il centro nazionale per analisi genomica Barcellonarcelona).

 

Un nuovo modo di analizzare i genomi

Una delle innovazioni principali fornite da SMUFIN è che essa implica un cambiamento radicale nel metodo di analisi di genomi. Fino ad oggi, l'identificazione di mutazioni responsabili della comparsa di tumori ha coinvolto il confronto di genomi genomi tumorali estratti ottenuti da cellule sane dal paziente stesso attraverso un genoma umano di riferimento utilizzato come una guida. Questo processo lento e complesso comporta una notevole perdita di informazioni e rende difficile identificare molti tipi di mutazioni relative al tumore. Analisi, Inoltre, Funziona su diversi programmi, ognuna delle quali è in grado di rilevare solo specifici tipi di variazioni.

SMUFIN, D'altro canto, fare un confronto diretto tra il genoma di cellule sane e cellule da un genoma del paziente di tumore e situata virtualmente tutto rilevabile mutazioni allo stesso tempo senza dover ricorrere a programmi vari. In questo modo l'analisi è molto più veloce e più completo.

 

Progressi nello studio dei tumori aggressivi

Articolo su Nature Biotechnology riflette come SMUFIN, Oltre a velocità e sminuire l'analisi, È in grado di scoprire alterazioni genetiche nei tumori aggressivi difficili da rilevare. Analisi di SMUFIN di due tipi di tumori aggressivi, un sangue (Linfoma delle cellule di nanto) e altri sistema nervoso (Medulloblastoma pediatrico), Esso ha permesso di trovare, per la prima volta e con un superiore di precisione per la 90%, praticamente tutti i tipi di mutazioni nel genoma dei loro, tra cui alterazioni nell'organizzazione dei cromosomi che sono rimasti nascosti ai metodi utilizzati fino ad oggi. Questo è il primo passo necessario per poter capire come influenzano questi evoluzione cromosomiche e l'aggressività del tumore.

 

Spinta alla ricerca biomedica

Le caratteristiche di SMUFIN permetterà un gran numero di gruppi di ricerca per studiare i genomi dei loro pazienti in modo che prima non era loro accessibile. D'altro canto, nelle mani di centri di supercalcolo, SMUFIN permetterà di rilevare le mutazioni in centinaia e migliaia di genomi di tumore in pochi giorni. In questo senso, BSC già partecipa alla grande iniziativa globale genomica cancro attraverso il consorzio internazionale del genoma cancro (ICGC) ( www.ICGC.org), che mira ad analizzare il genoma di migliaia di pazienti per studiare le basi genetiche della comparsa e l'evoluzione di un gran numero di tipi di tumore.

 

Spinta alla medicina personalizzata

SMUFIN è un passo costante e realistico nell'orizzonte della medicina personalizzata, che l'analisi del genoma di ciascun paziente faciliterà la sua diagnosi in modo più rapido e preciso, e consentirà lo sviluppo e l'implementazione di trattamenti personalizzati più efficace e meno aggressivo rispetto alla corrente. Mentre i metodi esistenti finora sono complessi, limitate e richiedono giorni o settimane per l'analisi completa di un genoma di tumore,SMUFIN è un'opzione realistica nel processo di analisi Genomic incorporando al sistema sanitario, Dal momento che è in grado di analizzare, in poche ore, un genoma tumorale tecnicamente semplice e precisa.

 

Uno sviluppo nel quadro del CLL e Severo Ochoa

SMUFIN ha cominciato a sviluppare in Barcelona Supercomputing Center - Centro Nacional de Supercomputación, Nella casella 2011, mano di attrezzature di genomica che fa parte del programma impostato BSC-CRG-IRB (Barcelona Supercomputing Center, Centro de Regulació Genòmica e Institut de Recerca Biomedica Barcellona) di biologia computazionale.

Lo sviluppo si è verificato in due ambienti di ricerca che a cui partecipa il centro. Uno è il progetto genoma di leucemia linfatica cronica, di cui sono direttori scientifici Elías Campo (Hospital Clínic, IDIBAPS) e Carlos Lopez-Otin (Università di Oviedo) e ha come obiettivo lo studio della leucemia attraverso analisi genomica di più di 500 pazienti. Questo sviluppo rientra anche la nazionale Severo Ochoa, con che spinge il Barcelona Supercomputing Center, tra gli altri, la creazione di strumenti bioinformatici in grado di gestire e analizzare grandi quantità di dati necessari per consentire a biomedico medicina personalizzata.

Articolo: http://www.nature.com/nbt/journal/v32/n11/full/nbt.3027.html

 

Su BSC-SNC

Il Barcelona Supercomputing Center - Centro Nacional de Supercomputación (BSC-CNS) È il centro di Supercomputing leader in Spagna. Sua specialità è l'high performance computing, noto anche come HPC (Calcolo ad alte prestazioni). La sua funzione è duplice: fornire infrastrutture e servizio nel Supercomputing a scienziati spagnoli ed europei, e generare conoscenza e tecnologia di trasferimento alla società.

BSC-SNC è un centro di eccellenza Severo Ochoa, Membro del primo livello dell'europea PRACE infrastrutture di ricerca (Partnership for Advanced Computing in Europa) e gestisce la rete spagnola di Supercomputing (RES).

 

Para más información:

BSC: Gemma Ribas, gemma.Ribas@BSC.es / Tel: +34 620 429 956

 

 

 

 

Bsc.es [en línea] Barcellona (ESP):BSc.ess, 04 nel dicembre del 2014 [Ref. 24 Ottobre di 2014] Disponibile su Internet:http://etodo-Computacional-permite-analizar-los-cambios www.bsc.es/about-bsc/press/bsc-in-the-media/un-nuevo-m



Antidepressant use during pregnancy may lead to childhood obesity and diabetes

1 12 2014

Women who take antidepressants during pregnancy may be unknowingly predisposing their infants to tipo 2 Diabete e obesità più tardi nella vita, secondo una nuova ricerca dall'Università di McMaster.

Lo studio rileva una correlazione tra l'uso del farmaco Fluoxetine durante la gravidanza e un aumentato rischio di obesità e diabete nei bambini.

Da sinistra: Studente di dottorato Nicole De Long e Alison Holloway, professore associato di ostetricia e ginecologia presso la McMaster University

 

Attualmente, fino a 20 per cento della donna negli Stati Uniti e circa sette per cento delle donne canadese sono prescritto un antidepressivo in gravidanza.

“Obesità e tipo 2 diabete nei bambini è in aumento e c'è l'argomento che è legato alla vita e disponibilità di cibi ipercalorici e ridotta attività fisica, ma il nostro studio ha trovato che uso materno antidepressivo può anche essere un fattore che contribuisce alla epidemia di diabete e obesità,” lo studio, ha detto ’ ricercatore senior s Alison Holloway, professore associato di Ostetricia e Ginecologia presso la McMaster University.

Precedenti studi hanno trovato che le donne incinte sono particolarmente vulnerabili alla depressione, e si stima che fino a uno su cinque donne incinte hanno sintomi di depressione durante la gravidanza.

“Mentre è noto che questi farmaci possono aumentare il rischio di obesità in adulti, non è noto se una donna ’ s antidepressivo uso durante la gravidanza aumenta il rischio di disturbi metabolici nei suoi figli,” Holloway dice, aggiungendo l'obiettivo del loro progetto era di determinare se l'esposizione materna a un antidepressivo comunemente usato è relativo allo sviluppo di steatosi epatica, un risultato comunemente visto con obesità, nella prole.

“Abbiamo dimostrato che l'uso materno di una classe di antidepressivi chiamati per la prima volta in un modello animale inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, o SSRI, ha portato maggiore accumulo di grasso e infiammazione nel fegato della prole adulta, sollevando nuove preoccupazioni circa le complicanze metaboliche a lungo termine nei bambini nati da donne che assumono antidepressivi SSRI durante la gravidanza,” dice dottorando Nicole De Long, Questa ricerca che ha presentato il 22 giugno alla riunione congiunta della Società internazionale di Endocrinologia e La società dell'endocrina.

Il loro studio non suggerisce le donne dovrebbero evitare l'assunzione di antidepressivi durante la gravidanza, solo che ci possono essere rischi connessi con gli antidepressivi che porto ’ t stato precedentemente identificato, Holloway dice.

“Il vantaggio dello studio è che può aiutare nell'identificazione di un gruppo ad alto rischio di bambini che possono richiedere interventi specifici per prevenire l'obesità e tipo 2 diabete più tardi nella vita,” Lei dice.

La fase successiva della loro ricerca sarà quello di capire le vie meccanicistiche dietro perché questi farmaci rappresentano un rischio. “Se possiamo capire come l'antidepressivo provoca risultati avversi metabolici nella prole che possiamo progettare strategie terapeutiche per evitare il danno, consentendo le donne che richiedono questi farmaci per essere trattati, ma ridurre il potenziale danno alla prole.”

Finanziamenti per questo progetto è stato fornito dal Istituti canadesi di ricerca di salute (CIHR). Supporto di stipendio è stato fornito dal Programma di formazione CIHR in riproduzione, Sviluppo precoce e l'impatto sulla salute.

 

 

Fhs.mcmaster.ca [en línea] Hamilton, ON (PUÒ):FHS.McMaster.caa, 01 nel dicembre del 2014 [Ref. 08 nel luglio del 2014] Disponibile su Internet:http://fhs.mcmaster.ca/main/news/news_2014/antidepressants_during_pregnancy_study.html