Gli scienziati svelare i meccanismi complessi del cervello responsabili dell'acufene

4 05 2015

Gli scienziati hanno intrapreso uno studio unico per aiutarli a svelare i meccanismi cerebrali complessi di acufene.

Dr William Sedley, dall'Istituto di Neuroscienze dell'Università di Newcastle

Per la prima volta, i ricercatori hanno registrato direttamente dal cervello di qualcuno con la condizione di trovare le reti del cervello legate alla causa del problema debilitante al fine di ottenere una migliore comprensione del problema.

Dr William Sedley, Da Istituto di Neuroscienze dell'Università di Newcastle, co-condotto la ricerca internazionale con il dottor Phillip Gander, dal Università de Iowa in America. La loro ricerca contrastata attività cerebrale durante i periodi quando l'acufene è stato relativamente più forte e più debole.

La ricerca è stato possibile solo perché l'uomo di 50 anni hanno studiato elettrodo invasivo necessario monitoraggio per l'epilessia. Egli anche capitato di avere un modello tipico di acufene, tra cui squillo in entrambe le orecchie, in associazione con ipoacusia.

Risultati della ricerca, che sono oggi (Aprile 23) pubblicato sulla rivista Cell Press Biologia corrente, gettare nuova luce sui meccanismi dell'acufene e si spera che questo porterà alla fine ai migliori trattamenti per i pazienti.

I ricercatori hanno scoperto l'attività cerebrale legata all'acufene previsto, ma essi riferiscono che l'insolita attività estesa di là di regioni corticali uditive circoscritti a comprendere la quasi totalità della corteccia uditiva, insieme ad altre parti del cervello.

Ha detto la dott. ssa Sedley: "Questo è un grande passo avanti nella nostra comprensione dell'acufene, quanto è la prima volta siamo stati in grado di associare chiaramente l'esperienza soggettiva del paziente del tinnito con misurazioni dirette e precise dell'attività cerebrale.

"Forse la scoperta più notevole è che attività direttamente legato a tinnito era molto vasto, e si estendeva su gran parte della parte del cervello abbiamo misurato da. In contrasto, le risposte del cervello in un sound che abbiamo giocato che ha imitato il tinnito sono state localizzate ad una piccolissima area.

"Speriamo che la quantità extra di conoscenza che abbiamo acquisito indirettamente ci aiuterà a sviluppare in futuro ulteriori trattamenti per i pazienti. Per Newcastle University di collaborare con scienziati in America riflette il grande lavoro che sta succedendo in questa condizione comune."

Circa uno in cinque persone esperienza acufene, la percezione di un suono – spesso descritto come suoneria – che c'è davvero. Nel Regno Unito si stima che circa 6 milioni di persone hanno lieve acufene, con intorno 600,000 sperimentandola alla gravità dove la qualità della loro vita è influenzata.

Lo studio può contribuire a informare i trattamenti come il neurofeedback, dove i pazienti imparano a controllare la loro 'onde cerebrali', o stimolazione elettromagnetica cerebrale, secondo i ricercatori. Una migliore comprensione dei modelli cervello associati con acufene può anche aiutare a puntare verso nuovi approcci farmacologici per il trattamento.

Dott. ssa Sedley, anche chi lavora per neurologia di Newcastle ospedali NHS Foundation Trust, aggiunto: "Ora sappiamo che l'acufene è rappresentato in modo molto diverso nel cervello normale suoni, anche quelli che lo stesso suono, e pertanto questi non può necessariamente essere utilizzati come base per acufene comprensione o trattamento di targeting."

Studi sul paziente ebbe luogo nell'Istituto su Università dell'Iowa di clinica e traslazionale Science, dove i pazienti che richiedono la chirurgia di epilessia sono spesso studiati per fino a due settimane con elettrodi impiantati nei loro cervelli, al fine di individuare la parte del cervello responsabile per l'epilessia che può essere rimosso.

Ha detto la dott. ssa Gander: "È una tale rarità che una persona che richiede elettrodo invasivo monitoraggio anche per l'epilessia ha acufeni che ci proponiamo di studiare ogni persona così se sono disposti.

"La grande quantità di cervello attraverso cui la rete di acufene è presente suggerisce che l'acufene può non semplicemente 'compilare' il 'vuoto' lasciato dai danni all'udito, "ma si infiltra anche attivamente di là di questo in sistemi di cervello più ampia.

La ricerca è stata finanziata dalla Wellcome Trust e Consiglio di ricerca medica nel Regno Unito, e gli istituti nazionali di salute negli Stati Uniti. Attualmente la ricerca si basa su un singolo paziente, ma col passare del tempo i ricercatori sono fiduciosi di poter studiare più pazienti con acufene in modo simile.

Dr Ralph Holme, Azione ascoltando testa perdita della ricerca biomedica, ha detto: "L'acufene è una condizione debilitante, per cui non esiste attualmente alcuna cura.

"Accogliamo con favore gli investimenti e la ricerca in acufene come i meccanismi dietro di esso sono ancora non completamente capiti e sono necessari ulteriori progressi per migliorare in futuro la possibilità di trattamenti efficaci."

 

Caso di studio

Padre di due Lindsay Waddell ha sofferto di acufeni per 10 anni e accoglie la nuova ricerca.

Il capo guardacaccia ha trascorso gran parte della sua vita lavorando nelle fattorie e ritiene che il costante rumore di macchinari pesanti ha contribuito verso la sua condizione.

Signor Waddell, 64, da Middleton-in-Teesdale, Contea di Durham, ha detto: "Il mio acufene è peggiorata nel corso degli anni e suona come una costante sibili nelle mie orecchie. Fin da quando ero adolescente ho immersa il forte rumore di macchine agricole e penso che questo ha danneggiato il mio udito.

"Sono lieto che questa ricerca è stata condotta come è un grande passo in avanti nel tinnito comprensione, si spera che aiuterà a portare allo sviluppo di nuovi trattamenti in futuro per coloro che soffrono la condizione.

"Università di Newcastle è spesso all'avanguardia con ricerca e questo è un altro esempio di quella".

 

 

Ncl.ac.uk [en línea] Newcastle (REGNONCL.AC.ukncl.ac.uk, 04 nel maggio del 2015 [Ref. 23 Aprile di 2015] Disponibile su Internet:http://www.ncl.AC.uk/Press.Office/Press.Release/Item/Scientists-Unravel-the-Complex-Brain-mechanisms-Responsible-for-Tinnitus


Azioni

Informazioni

Una risposta a “Gli scienziati svelare i meccanismi complessi del cervello responsabili dell'acufene”

22 10 2015
Marlon (13:01:07) :

Così, Siamo in grado di dire che gli individui con questo disturbo bipolare
sintomi (Marlon) troppo hanno assaggiato vita iin successo.

Lascia un commento

È possibile utilizzare questi tag : <"href ="" title = "" ""> <ABBR title = ""> <titolo sigla = ""> <(b)> <Citare BLOCKQUOTE = ""> <citare> <codice> <DateTime = ""> <EM> <i> <citare q = ""> <sciopero> <forte>