150 años del MIT. Epicentro de la innovación

3 03 2011

Decía Julio Verne que «todo lo que una persona puede soñar otras podrán hacerlo realidad». Gran parte de los genios, tanto ingenieros como científicos, que consiguen materializar esos sueños están investigando o se han formado en el Instituto de Tecnología de Massachusetts (MIT), un'istituzione educativa che da fa 150 anni è stata la culla di un'inusuale quantità di talenti in settori come la biologia molecolare, Fisica, Chimica, Matematica, economia, Aeronautica e Cibernetica.

"MENS ET MANUS"
"Mani e menti". Così recita lo slogan di Istituto educativo più innovativo del mondo, in cui aule sono state formate personalità come l'astronauta di Apollo 11 Buzz Aldrin, secondo essere umano a mettere piede sulla Luna; come il fisico Richard Feynman-Nobel premi; il fondatore del movimento del software libero Richard Stallman; e l'inventore dell'e-mail, Ray Tomlinson.ElMIT è stato un pioniere in molti aspetti. Senza entrare ulteriormente, la prima squadra che viveva sulla stazione spaziale internazionale (ISS) incluso uno studente dei MIT chiamare William M. Pastore. E il primo esperimento effettuato a bordo della stazione spaziale internazionale partita anche il MIT. Si chiamava MACE II, e il suo obiettivo era quello di scoprire come si muovono e vibrano gli oggetti nello spazio.

Nel campo della biomedicina, il professore di ingegneria biomedica della MIT Robert Langer è stato uno dei primi a promuovere i concetti di 'ingegneria tissutale' e 'medicina rigenerativa'. Inoltre, nelle strutture dei MIT Essi sono più avanti in Biomecatronica, la scienza che combina robotica con la biologia, creazione di un esoscheletro esterno per uomo, collocato nelle gambe, aiuta i soldati, i vigili del fuoco e altri professionisti per il trasporto di attrezzature pesanti senza sovraccaricare la schiena. E tutti, senza necessità di utilizzare il motore.

Energia (e la sua efficienza) Essi sono anche molto presente qui. In 2008, il MIT È stata la notizia dopo il raggiungimento di una liquida batteria ispirata il processo di fotosintesi nelle piante che consente di archiviare in modo permanente l'energia solare. Nei suoi laboratori è nato il promettente 'witricity' (Elettricità senza fili). Gli ingegneri sono stati anche della MIT che hanno sviluppato recentemente un progetto di rete che potrebbe rendere Internet lavoro di 100 un 1.000 volte più velocemente che attualmente utilizza sensori ottici. E chips di grafene, vi sono dieci volte più veloce di chip di silicio. Fino a quando i primi giochi, e anche il primo 'hacker', Sono emerse in questo Istituto.

Massachusetts Institute of Technology – MIT Campus Tour

APERTO E INNOVATIVO
Che la ricetta per il modello di innovazione della? MIT? Secondo gli esperti, Ci sono tre ingredienti chiavi: È un modello di business open, altri paesi e scambi studenteschi, È riuscito a creare un ecosistema innovativo che favorisce le idee si trasformano in un business redditizio, e il potere che genererà il numero massimo di possibili idee, per aumentare le probabilità di successo e talent management nonché. Commettere errori, Essi sostengono dalla MIT, innovare di parte inevitabile.

Una delle figure chiave della MIT è Hal Abelson, promotore del movimento della conoscenza aperta e co-fondatore dell'iniziativa Creative Commons per ridurre gli ostacoli giuridici alla creatività. Nel mese di aprile di 2001 ha partecipato alla start up dellaOpen CourseWare (OCW), una pionieristica iniziativa in internet per rendere accessibile liberamente e materiali utilizzati da questa istituzione per l'insegnamento universale. Attualmente il OCW della MIT offerte 2.300 corsi, e nell'ultimo decennio è stato usato da milioni di studenti.

CREATIVITÀ
Alcune delle invenzioni più sorprendenti degli ultimi decenni hanno visto la luce il MIT Media Lab, il laboratorio di tecnologie multimediali mitico fondato da Nicholas Negropronte. È il caso del sesto senso, un gadget che aggiunge un sesto senso alla nostra percezione utilizzando una telecamera e un proiettore collegato a un telefono cellulare. O il primo mouse 'invisibile' (Mouseless). O la casa sull'albero che si costruisce da semi posizionati in posizioni strategiche.

Uno dei laboratori più originali di Mitchel Resnick dirige il MIT Media Lab. Battezzato Lifelong Kindergarten (Asilo della vita), Esso è destinato a mettere in pratica le teorie dell'apprendimento perché una persona si sviluppa la creatività più pura, con un'immaginazione senza limiti e quasi senza interferenze o pregiudizi, tra il 4 e il 11 anni di età. Con il suo laboratorio, Resnick ha lo scopo di assistere le persone di tutte le età a «diventare pensatori creativi», «È essenziale per raggiungere una maggiore soddisfazione nella loro vita personale e di successo nel futuro». Che sì, Tornando a pensare come i bambini.

Una delle iniziative faro della MIT è il cosiddettoCentro per l'intelligenza collettiva, un centro multidisciplinare che sfrutta la conoscenza delle unità di ricerca diversi della MIT in business management, intelligenza artificiale, nuove tecnologie o neuroscienze per cercare di ottenere il massimo dal cosiddetto 'intelligenza collettiva’. È la domanda che ha ispirato il lavoro dei loro ricercatori: connettere le persone e computer che sono collettivamente più intelligente di quanto le persone non sono mai stati?, i gruppi e i computer che agiscono individualmente? «È il nostro Collaboratorium», allo stesso tempo, una specie di Wikipedia per gli argomenti controversi, «un gioco SIMS circa il futuro del pianeta e un sistema di e-democracy», spiegare i suoi creatori. «La conversazione sociale sulle questioni globali più critiche può essere superato troppo emotivo e semplicistico schema di Yes/No voto fra un numero molto piccolo di alternative». «Questo modello può portare al processo decisionale collettivo basato su evidenze e ragionamento logico su questioni molto complesse», aggiunto. Y planean ponerlo a prueba con un asunto polémico: el cambio climático.

Heraldo.es [en línea] Zaragoza (Spagna): heraldo.es 3 de marzo de 2011, [Ref. 1 Marzo di 2011] Disponibile su Internet: