Nuovo metodo per monitorare i trattamenti multipli di mieloma

27 03 2014

Il Centro de Investigación del cancro de Salamanca ha sviluppato una procedura più sensibile per rilevare in modo più affidabile se i pazienti hanno malattia residua minima.

Mieloma Múltiple

Mieloma multiplo

 

Centro di ricerca sul cancro (CIC) Salamanca ha sviluppato un nuovo metodo che permette un modo più affidabile monitorare i trattamenti contro la mieloma multiplo, rilevazione meglio se i pazienti continuano ad avere la malattia residua minima, vale a dire, una piccola quantità di cellule tumorali che possono causare una ricaduta. In una riunione che si terrà oggi e domani presso il CIC, Gli scienziati Salamanca stanno presentando i nuovi esperti internazionali e si prevede che entro pochi mesi è disponibile ai laboratori di tutto il mondo.

 

Il metodo si basa sulla tecnica tradizionale della citometria a flusso, che mediante laser luce riesce a classificare le cellule secondo le loro caratteristiche, per esempio, la presenza di biomarcatori, o sostanze che indicano se una cella è patologica. La novità è che ora il CIC ha sviluppato una procedura che "ha molta più sensibilità, nuovo biomarcatore e combinazioni biomarcatore", DiCYT spiega il ricercatore Alberto Orfao, responsabilità primaria per questo anticipo.

 

Inoltre, è un metodo molto standard., con la capacità di essere automatizzato. Perché, tra i partecipanti alla riunione sono i rappresentanti dell'industria farmaceutica degli Stati Uniti interessati a incorporano in studi clinici come un metodo standardizzato di monitoraggio e altri focalizzata sulla diagnosi posata per cercare l'approvazione della FDA (Food and Drug Administration), l'agenzia del farmaco statunitense.

 

All'incontro hanno partecipato circa 70 persone dei gruppi internazionali più attivi nel trattamento e monitoraggio del trattamento del mieloma. Anche se è un numero piccolo, specialisti venire, Oltre a Stati Uniti, diversi paesi europei, Singapore, Australia, Stati Uniti, Sud Africa e America Latina. "Sono forte nel trattamento dei gruppi in tutto il mondo di mieloma", dice Orfao.

 

Questo progetto è stato sviluppato da un gruppo di ricerca europeo coordinato da Salamanca, che ha ricevuto un finanziamento dalla International Myeloma Foundation. Anche se ha una durata di tre anni ed è stato solo otto mesi di lavoro, "abbiamo già praticamente chiuso metodo e noi stiamo condividendo", dice il ricercatore presso CIC.

Gli scienziati hanno altre procedure per monitorare i trattamenti, ma essi non sono standardizzati e non hanno la stessa sensibilità a questo. "Nei dati preliminari che abbiamo, la metà dei pazienti che sono negativi per la prova di malattia residua con il metodo che viene utilizzato oggi sono positiva con questo metodo più sensibile", indica Orfao. Questo spiegherebbe perché molte persone cadono mentre non è non rilevata alcuna traccia di malattia.

 

Percorso di laboratori intorno al mondo

 

La chiave è nel trovare nuovi biomarcatori che permettono di rilevare le cellule tumorali, anche quando usando i nuovi trattamenti che eliminano i biomarcatori classici che sono stati utilizzati per monitorare la malattia e che, Pertanto, Dopo le terapie già non rilevato.

 

Anche se il concetto è già sviluppato, il progetto ha ancora più di due anni avanti a raggiungere gli obiettivi di maggiore. Innanzitutto, È necessario che le aziende specializzate producono kit che consentono di utilizzarlo su vasta scala in tutto il mondo, Anche se questo aspetto è già così avanzato che "è previsto pochi mesi essere sul mercato come un prodotto che può utilizzare qualsiasi laboratorio.". Azienda Cytognos Salamanca partecipa allo sviluppo del software necessario per spostare lungo questo percorso.

 

Nuove sfide future

 

D'altro canto, i ricercatori hanno nuove sfide avanti per migliorare ulteriormente la diagnosi e il monitoraggio del trattamento. "Anche se abbiamo aumentato la massima sensibilità di questo metodo., Non saremo in grado di rilevare la malattia in tutti i casi perché esso rivolto solo il midollo osseo, e c'è un altro tipo di pazienti che non hanno patologia localizzata in questo tessuto", Esperto avverte. Perché, "stiamo lavorando affinché esso può essere rilevato in un campione di facile, come il sangue.

 

I ricercatori stanno già lavorando in questa direzione e hanno registrato il copyright di alcuni concetti per quattro anni, Anche se essi non avevano ottenuto il finanziamento necessario per svilupparle finora. In questo campo, CIC lavora a stretto contatto con un gruppo di Rotterdam (Paesi Bassi) il team di Jesús San Miguel, che fino a pochi mesi fa ha lavorato anche a Salamanca e ora fa da Pamplona.

 

Da Lanciatore Jose Andres

 

 

Dicyt.com [en línea] Salamanca (ESP): DICYT.com, 27 de marzo de 2014 [Ref. 21 Marzo di 2014] Disponibile su Internet: http://www.DICYT.com/noticias/nuevo-metodo-para-monitorizar-Los-Tratamientos-del-mieloma-multiple